Il vero nuotatore si riconosce sempre anche in mezzo ad una folla di persone “normali”.

Spalle larghe, bacino stretto, e ginocchia iperestese!

Il fisico del nuotatore viene plasmato dall’acqua, e in genere assume questa forma.

Questa “forma” viene plasmata dalla vita in piscina per essere funzionale al gesto tecnico del nuoto svolto in acqua.

Di conseguenza il corpo del nuotatore tende ad essere meno funzionale alla vita sulla terra ferma, ovvero le restanti 20/22 ore della giornata.

In particolare, oggi voglio renderti più consapevole della parte bassa del corpo: ginocchia e caviglie.

Solitamente queste articolazioni si presentano così nel nuotatore (guarda i tuoi compagni di squadra!):

 

Ginocchia iperestese

Caviglie collassate

Il motivo è molto semplice, in acqua la forza di gravità è contrastata dalla spinta verticale statica, che è una forza fisica che permette al corpo di galleggiare ma di contro i muscoli e le articolazioni che si attivano per forza di gravità non saranno sviluppate.

Ginocchia e caviglie risulteranno assolutamente deboli e poco mobili con conseguenze negative sull’equilibrio e i movimenti di base delle gambe.

La postura a livello globale risulterà con il bacino bloccato –  trovi qui come sbloccarlo: Bacino bloccato? Ecco perché e come migliorare – e la parte superiore del corpo chiusa: trovi qui come aprire le spalle Diventa un Nuotatore migliore, gli esercizi per perfezionare la postura.

Quindi diventa fondamentale occuparti delle tue caviglie e ginocchia sulla terra ferma, per questo motivo ho preparato per te due esercizi che possono davvero aiutarti.

5 Consigli per Nuotatori principianti

Dopo un lungo di tempo di stop è tempo di rimettersi in forma, siete pronti a tornare in piscina o a iniziare una nuova avventura fra le corsie? Proviamo a darvi qualche consiglio, una mini guida per il nuoto e l'etichetta della piscina nel "nuoto libero", un buon...

Luglio e Agosto 2020, pronti per i Campionati Italiani

La Federazione Italiana Nuoto ha approvato in sede di Consiglio Federale un programma per favorire la ripresa dell’attività agonistica federale, definendo, qualora possibile, lo svolgimento di competizioni di carattere regionale, nazionale e internazionale da...

Super Olimpiadi 2020, l’Italia ha Fede. Oro nei suoi 200 stile

Per definizione, un visionario è qualcuno che riesce a vedere qualcosa con la propria mente laddove gli altri non arrivano, ma è anche un paranoico vittima di allucinazioni visive. Saper collocare le SuperOlimpiadi in uno solo di questi due scenari non è possibile, ma...

Storie di Nuoto, re Giorgio… Lamberti

Anno 2020, il primo e attualmente unico italiano nella storia del nuoto maschile a detenere un primato del mondo in vasca lunga porta il nome di Giorgio Lamberti. Il suo record mondiale dei 200 stile libero realizzato nel 1989 agli Europei di Bonn con il crono di...

23 giugno, si celebra l’Olympic Day 2020 con il più grande allenamento digitale

L'Olympic Day è una celebrazione dello sport, della salute e dell'essere il meglio che si può. Le Olimpiadi sono state fonte di ispirazione e motivazione in questi tempi difficili con la loro energia e positività. Quest'anno martedì 23 giugno 2020 il Movimento...

Super Olimpiadi 2020, Panziera unica azzurra in finale. USA allunga nel medagliere

Day 6 significa anche giro di boa per queste SuperOlimpiadi 2020: 5 giornate alle spalle, altre cinque davanti prima del Gran Finale di “l’evento più strabiliante che lo sport abbia mai vissuto”. Non è una mia considerazione, ma solo una delle iperboli utilizzate dal...

ESERCIZIO 1 – Skater Squat

Il primo esercizio è utile a rinforzare i muscoli intorno alle ginocchia e il tuo equilibrio.

Da posizione eretta, solleva la gamba destra e, piegando la gamba sinistra ambisci a toccare il pavimento con il ginocchio destro. Una volta raggiunto il pavimento spingi con il piede sinistro e torna nella posizione di partenza.

All’inizio può risultare molto difficile e quindi ti consiglio di utilizzare un rialzo (invece che il pavimento) su cui appoggiare il ginocchio. Ripeti 5 ripetizioni per gamba controllando la discesa.

A questo esercizio è molto importante abbinare un rinforzo dei muscoli femorali.

ESERCIZIO 2 – Calf raises

Il secondo esercizio è utile a rinforzare e mobilizzare le tue caviglie.

Posiziona la punta dei piedi su un rialzo, mantenendo i piedi paralleli porta i talloni verso il basso come se volessi toccare il pavimento. Percepirai un intenso stretch dei polpacci, a questo punto spingi con l’avampiede per estendere la caviglia fino ad arrivare in punta dei piedi.

Massimo range di movimento, tempo d’esecuzione controllato. Posiziona il rialzo in fronte ad una parete su cui appoggiare le mani e aiutare il tuo equilibrio.

Anche per questo esercizio ti consiglio di abbinare un rinforzo dei muscoli femorali.

Foto copertina: Fabio Cetti | Corsia4