Il vero nuotatore si riconosce sempre anche in mezzo ad una folla di persone “normali”.

Spalle larghe, bacino stretto, e ginocchia iperestese!

Il fisico del nuotatore viene plasmato dall’acqua, e in genere assume questa forma.

Questa “forma” viene plasmata dalla vita in piscina per essere funzionale al gesto tecnico del nuoto svolto in acqua.

Di conseguenza il corpo del nuotatore tende ad essere meno funzionale alla vita sulla terra ferma, ovvero le restanti 20/22 ore della giornata.

In particolare, oggi voglio renderti più consapevole della parte bassa del corpo: ginocchia e caviglie.

Solitamente queste articolazioni si presentano così nel nuotatore (guarda i tuoi compagni di squadra!):

 

Ginocchia iperestese

Caviglie collassate

Il motivo è molto semplice, in acqua la forza di gravità è contrastata dalla spinta verticale statica, che è una forza fisica che permette al corpo di galleggiare ma di contro i muscoli e le articolazioni che si attivano per forza di gravità non saranno sviluppate.

Ginocchia e caviglie risulteranno assolutamente deboli e poco mobili con conseguenze negative sull’equilibrio e i movimenti di base delle gambe.

La postura a livello globale risulterà con il bacino bloccato –  trovi qui come sbloccarlo: Bacino bloccato? Ecco perché e come migliorare – e la parte superiore del corpo chiusa: trovi qui come aprire le spalle Diventa un Nuotatore migliore, gli esercizi per perfezionare la postura.

Quindi diventa fondamentale occuparti delle tue caviglie e ginocchia sulla terra ferma, per questo motivo ho preparato per te due esercizi che possono davvero aiutarti.

Un po’ di (punti) FINA nella ISL2020: la TOP10 della Finale di Budapest

Avete ancora gli occhi dilatati e il battito accelerato per le luci psichedeliche della finale ISL? Siete pronti a partire e virare come Dressel, non appena la vostra piscina riaprirà? Niente di meglio che un po' di punteggi FINA, per riabituarsi alla grigia...

ISL2020 | Il primo Global Swimming Forum, Corsia4 c’è!

Cosa ha reso la International Swimming League così interessante e diversa dal solito? Molte cose, alcune delle quali approfondiremo nelle prossime settimane. Ma una cosa è certa: ha unito intorno al nuoto appassionati da ogni parte del mondo come pochi altri eventi...

ISL2020 | Finale “mondiale” di Dressel e Cali Condors

I Cali Condors di Caeleb Dressel hanno dominato la finale dell’edizione 2020 della Interntional Swimming League, battendo i campioni uscenti Energy Standard al termine della seconda edizione della lega professionistica che, senza alcun dubbio, ha ravvivato l’autunno...

ISL2020 | Chi vince? Tutti i pronostici di Corsia4

Diciamoci la verità: se sei arrivato fin qui nel seguire la International Swimming League (e intendo seguirla nelle sue regole, non guardare semplicemente i risultati il giorno dopo su internet) un’idea te la sei già fatta. Hai imparato a capire quali team sono più...

Tokyo2020one, proposta di integrazione della Nazionale

Sentito il parere favorevole della Direzione Tecnica delle Squadre Nazionali, il direttore tecnico Cesare Butini proporrà al prossimo Consiglio Federale la qualificazione alle Olimpiadi di Tokyo dei nuotatori: Federico Burdisso, Martina Rita Caramignoli, Gabriele...

Virtual ISL e Champions League del nuoto: dalla Puglia due inziative per motivare i nuotatori

In questo difficile periodo per lo sport nazionale, e in particolare per le nostre piscine che nonostante tutti gli sforzi di adeguamento alle procedure sono state costrette a chiudere, vogliamo dare spazio alle iniziative che si propongono di mantenere alto...

ESERCIZIO 1 – Skater Squat

Il primo esercizio è utile a rinforzare i muscoli intorno alle ginocchia e il tuo equilibrio.

Da posizione eretta, solleva la gamba destra e, piegando la gamba sinistra ambisci a toccare il pavimento con il ginocchio destro. Una volta raggiunto il pavimento spingi con il piede sinistro e torna nella posizione di partenza.

All’inizio può risultare molto difficile e quindi ti consiglio di utilizzare un rialzo (invece che il pavimento) su cui appoggiare il ginocchio. Ripeti 5 ripetizioni per gamba controllando la discesa.

A questo esercizio è molto importante abbinare un rinforzo dei muscoli femorali.

ESERCIZIO 2 – Calf raises

Il secondo esercizio è utile a rinforzare e mobilizzare le tue caviglie.

Posiziona la punta dei piedi su un rialzo, mantenendo i piedi paralleli porta i talloni verso il basso come se volessi toccare il pavimento. Percepirai un intenso stretch dei polpacci, a questo punto spingi con l’avampiede per estendere la caviglia fino ad arrivare in punta dei piedi.

Massimo range di movimento, tempo d’esecuzione controllato. Posiziona il rialzo in fronte ad una parete su cui appoggiare le mani e aiutare il tuo equilibrio.

Anche per questo esercizio ti consiglio di abbinare un rinforzo dei muscoli femorali.

Foto copertina: Fabio Cetti | Corsia4