I giorni che precedono una gara.

Le ore, i minuti, i pochi secondi prima della partenza, la gara stessa e poi anche il dopo, hanno sicuramente un denominatore comune: il respiro.

Quasi tutte le tradizioni orientali dal buddhismo fino allo sciamanesimo messicano, hanno utilizzato il respiro per accedere ad uno spazio che è oltre la mente.

Ma cosa significa?

La mente ci è molto utile quando non prende il sopravvento su quello che stiamo facendo, se ci fermiamo un attimo in un qualsiasi momento della giornata ad osservare i nostri pensieri, potremmo accorgerci del continuo parlare della mente.

Un’attività ininterrotta, dove ogni pensiero e quasi sempre scollegato con quello precedente; i social in questo non sono d’aiuto.

La mente è utile quando è al nostro servizio non il contrario

Ecco che già incominciare a rendersi conto del movimento mentale è un passo molto importante per poter procedere oltre.

Dicevamo quindi che il respiro ci accompagna sempre e soprattutto nei momenti in cui avvertiamo degli stati di tensioni emotiva, portare l’attenzione al respiro è qualcosa che può essere fatto in ogni momento e in ogni circostanza.

Super Olimpiadi 2020, dominio Peaty. Sjöström porta la Svezia in vetta nel day3

Alla vigilia della terza giornata, ci sono ancora molti chiaroscuri che aleggiano sulle Superolimpiadi. Se oramai abbiamo capito che si tratta di una sfida tra i migliori interpreti all-time di ogni specialità, meno semplice è afferrarne la natura reale e lo scopo. La...

Intervista a Luca Baldini Direttore delle piscine Albaro di Genova

Luca Baldini da sempre è stato abituato a grandi sfide. La sua carriera parla per lui ed oggi, insieme a tutto l’Italia che vuole tornare in vasca, è pronto ad affrontarne un’altra. Genova, piscine di Albaro. Qui il nuoto è ripreso e si è fatto un piccolo passo verso...

Le 10 gare più “alla Phelps” di Michael Phelps

In una recente intervista, Swimming World ha chiesto a Bob Bowman di classificare le 20 migliori gare del suo allievo prediletto, Michael Phelps. Va da sé che l’opinione della persona che sportivamente - ma anche umanamente - conosce Phelps meglio di chiunque altro è...

“Sono orgogliosa di chi sono” il messaggio di Rikako Ikee

Questa sono io Mostrando i suoi capelli corti per la prima volta al pubblico da quando le è stata diagnosticata la leucemia nel febbraio 2019, la 19enne nuotatrice giapponese Rikako Ikee ha parlato dal profondo del suo cuore durante un videomessaggio in collaborazione...

Super Olimpiadi 2020, strabiliante Milák nel day2. Primo oro USA

Negli ultimi 7 giorni, il mio telefono è diventato rovente. Forse non era chiaro dalla conferenza stampa inaugurale, che effettivamente era sembrata piuttosto vaga e fantasiosa, ma la prima giornata delle SuperOlimpiadi ha fugato ogni tipo di dubbio. Siamo entrati...

Il ritorno in vasca del Team MP Michael Phelps: Carini, Pizzini e Scalia

Il Team MP, composto da Luca Pizzini, Giacomo Carini e Silvia Scalia, torna ad allenarsi in piscina sempre supportato dal brand MP Michael Phelps Un ritorno graduale alle attività, grazie alle concessioni della fase 2, dove alcune piscine hanno potuto riaprire le...

Abbandona l’idea di doverti calmare

Abbandona l’idea di poter essere nel controllo, non ne hai bisogno, abbandona in realtà ogni idea e porta semplicemente tutta la tua attenzione al respiro.

Lascialo essere così com’è in questo momento, se sei teso probabilmente avrai un respiro corto e superficiale e allora fai questo…

Ti lascio un brevissimo e prezioso esercizio

Prima di una gara o nei momenti di tensione puoi utilizzare i sospiri, hai letto bene, non respiri ma sospiri.

Inspira dal naso profondamente, ma non da Guinness dei primati e poi espira dalla bocca emettendo un: “aaaaaaah!” di rilascio con la voce.

Non c’è bisogno di farlo a voce alta se il contesto non te lo permette.

Lo fai per 9 volte: un sospiro per rilassare la testa (porta l’attenzione alla testa e senti), uno per rilassare il petto (porta l’attenzione al petto e senti), uno per rilassare tutto il corpo (porta l’attenzione al corpo e senti. Ripeti per altre due volte, nove sospiri in totale.

Buona pratica, buone gare e buona vita!

Alessandro Nardomarino

Sessioni di Mindfulness nello sport presso il suo Studio e Online

pagina Facebook

Visita il SITO di Alessandro

Foto: Fabio Cetti | Corsia4