Select Page

L’importanza dell’idratazione nel nuoto

L’importanza dell’idratazione nel nuoto

Molte persone pensano che i nuotatori, essendo già immersi in acqua, siano sempre e costantemente idratati e che non necessitino di assumere acqua e sali minerali durante l’allenamento. Niente di più falso!

Anche i nuotatori hanno bisogno di idratarsi costantemente: prima, dopo e durante l’allenamento.

Perchè è importante l’idratazione?

L’idratazione non è solo acqua ma anche sali minerali. L’acqua costituisce il 60% del corpo umano:

  • Mantiene l’equilibrio termico: adattamento alle temperature
  • Consente l’eliminazione del calore attraverso cute e vie aeree
  • Distribuisce nutrienti in tutto il corpo (attraverso il sangue)
  • Ha un’azione di difesa: cuscinetto protettivo per il cervello.

È quindi importante idratarsi continuamente, in primis, per prevenire rischi per la salute, quindi per gestire la fatica muscolare.

L’affaticamento è infatti non solo legato alla diminuzione delle riserve di energia, ma anche alla perdita di acqua e sali minerali.

Una corretta idratazione permetterà il controllo della fatica muscolare e la prevenzione dei crampi muscolari la cui comparsa è direttamente correlata alla perdita di liquidi.

Ma quanta acqua bisogna bere al giorno?

Non esiste un quantitativo preciso di acqua da assumere. Le quantità dipendono da diversi fattori quali, per esempio, il clima, la condizione fisica, l’attività sportiva.

L’ideale sarebbe mantenere il bilancio idrico dell’organismo, ovvero pareggiare le perdite di liquidi con le assunzioni.

Tenete presente che si assume acqua anche attraverso certi cibi: verdura e frutta, per esempio, contengono anche più del 90% di acqua.

Importante: Non aspettare di aver sete per bere!

Quando si avverte la sensazione di sete il nostro organismo ha già perso circa il 2% del proprio peso corporeo e si avvicina ad uno stato di disidratazione.

ItalFondo a Piombino con Giuliani e mezzofondisti a Ostia da Morini

Avvio di stagione ricco di raduni per gli atleti di interesse nazionale, mentre una selezione di di velocisti e il "gruppo Giunta" si sono messi al lavoro a Livigno - tutti i dettagli nell'articolo dedicato - i mezzofondisti si ritrovano ad Ostia alla corte di Stefano...
Read More

Abbracciamoli Tour 2018, tappa conclusiva con l’Elba Swim 647

Sabato 27 ottobre 2018 si terrà l’edizione 2018 di Elba Swim 647, l’ultima tappa di Abbracciamoli Tour 2018. Una nuotata di 6.47NM - circa 12 km - nella splendida cornice dell’Isola d’Elba: da Spiaggia delle Ghiaie con passaggio a Capo Enfola e arrivo alla Spiaggia...
Read More

Nuoto Master 2018-19, pubblicati i nuovi tempi base

In attesa della pubblicazione del nuovo Regolamento specifico per il settore Nuoto Master e la sede dei prossimi Campionati Italiani sono stati resi disponibili i Tempi Base per la stagione 2018/2019. I tempi base vengono utilizzati per determinare il punteggio...
Read More

Giochi Olimpici giovanili, a Buenos Aires nove medaglie per gli azzurri

Archiviata la disciplina nuoto dei III Giochi Olimpici giovanili estivi di Buenos Aires in Argentina - Youth Olympic Games (YOG) - l'Italia rappresentata da cinque atleti chiude la sua Olimpiade con nove medaglie. Atleta di punta della delegazione - accompagnata...
Read More

Abbracciamoli Tour 2018, 14 ottobre l’Ultramaratona fa tappa a Lodi

In primavera vi abbiamo presentato il circuito Abbracciamoli Tour 2018 con la prima Ultra Maratona di nuoto a scopo benifico che si è svolta a Milano presso la piscina del Gonzaga Sport Club (QUI l'articolo completo). Il 14 ottobre 2018 si terrà la VI edizione...
Read More

Fondo a Breuil e Nuoto a Livigno, i raduni di inizio stagione

È tempo di ripresa per i nuotatori, mentre una selezione di cinque azzurrini sono impegnati a Buenos Aires per i Giochi Olimpici giovanili - convocati e gare nell'articolo dedicato - alcuni atleti di interesse nazionale si sono radunati per lavorare insieme. Livigno...
Read More

SwimmingArt, una linea di gioielli dedicata al mondo del nuoto

“…E acqua sei e acqua vuoi, nell’acqua mi troverai se vuoi, nell’acqua rinascerai ti disseterai se vuoi…” - Daniele Brocca SwimmingArt è una linea di gioielli dedicata al mondo del nuoto: l’amore e la passione verso l’acqua dello staff di BroArt danno vita ad una...
Read More

Al via i Giochi Olimpici giovanili estivi di Buenos Aires con Le Clos ambasciatore

Mancano due giorni all'inizio dei III Giochi Olimpici giovanili estivi - Youth Olympic Games (YOG) - che si svolgeranno dal 6 al 18 ottobre a Buenos Aires in Argentina e coinvolgeranno atleti di età compresa fra i 13 e 18 anni. A inaugurare questa manifestazione fu...
Read More

A Omaha i Trials USA per Tokyo 2020. US Open e Junior insieme nel post olimpiade

Tempo di date e cambiamenti per il nuoto americano, i Trials Olimpici di Tokyo 2020 si terranno dal 21 al 28 giugno a Omaha (Nebraska) che ospiterà la manifestazione per la quarta volta. Il primo giorno della manifestazione si terrà 5 settimane prima dell'inizio del...
Read More

Hangzhou, Mondiali in vasca corta 7 nuove convocazioni

A poco meno di due settimane dalla divulgazione dei criteri di convocazioni per i prossimi Campionati del Mondo di vasca corta (11/16 dicembre, Hangzhou - Cina), il CT Cesare Butini - dopo essersi consultato con la dirigenza federale e confrontato con la commissione...
Read More

Qual è la bevanda ideale da assumere durante l’allenamento?

Deve essere facilmente assorbibile, ma senza causare problemi gastrointestinali, contenere una quantità minima di carboidrati (5-8%, ma non superiore al 10%) per fornire sostegno all’impegno muscolare e perchè no, avere un sapore gradevole.

La regola generale è assumere un piccolo sorso della bevanda durnate la seduta di allenamento senza aspettare la sensazione di sete e senza riempire troppo lo stomaco.

Qual è invece la miscela migliore per reintegrare i liquidi i sali minerali persi e diminuire la fatica muscolare?

Il transito gastrico è molto più veloce se nella bevanda ci sono meno del 4-5% di zuccheri e non troppi sali.

Inoltre se gli zuccheri sono costituiti da fruttosio e maltodestrine il tempo di permanenza nello stomaco è minore a parità di contenuto in grammi del carboidrato.

Attenzione! Se la bevanda è troppo concentrata non soltanto non c’è passaggio di acqua dall’intestino verso il sangue, ma viceversa un richiamo, quindi un “furto d’acqua” con conseguente rischio di diarrea o dolori addominali.

Fonte: Elena Casiraghi, Ph.D. – Specialista in Alimentazione e Integrazione dello Sport

About The Author

Responsabile sezione Master, istruttore di nuoto, ex-ago di nuoto e salvamento, “Ing-mamma-atleta” Master

Ultimi Tweet

?>