Select Page

L’importanza dell’idratazione nel nuoto

L’importanza dell’idratazione nel nuoto

Molte persone pensano che i nuotatori, essendo già immersi in acqua, siano sempre e costantemente idratati e che non necessitino di assumere acqua e sali minerali durante l’allenamento. Niente di più falso!

Anche i nuotatori hanno bisogno di idratarsi costantemente: prima, dopo e durante l’allenamento.

Perchè è importante l’idratazione?

L’idratazione non è solo acqua ma anche sali minerali. L’acqua costituisce il 60% del corpo umano:

  • Mantiene l’equilibrio termico: adattamento alle temperature
  • Consente l’eliminazione del calore attraverso cute e vie aeree
  • Distribuisce nutrienti in tutto il corpo (attraverso il sangue)
  • Ha un’azione di difesa: cuscinetto protettivo per il cervello.

È quindi importante idratarsi continuamente, in primis, per prevenire rischi per la salute, quindi per gestire la fatica muscolare.

L’affaticamento è infatti non solo legato alla diminuzione delle riserve di energia, ma anche alla perdita di acqua e sali minerali.

Una corretta idratazione permetterà il controllo della fatica muscolare e la prevenzione dei crampi muscolari la cui comparsa è direttamente correlata alla perdita di liquidi.

Ma quanta acqua bisogna bere al giorno?

Non esiste un quantitativo preciso di acqua da assumere. Le quantità dipendono da diversi fattori quali, per esempio, il clima, la condizione fisica, l’attività sportiva.

L’ideale sarebbe mantenere il bilancio idrico dell’organismo, ovvero pareggiare le perdite di liquidi con le assunzioni.

Tenete presente che si assume acqua anche attraverso certi cibi: verdura e frutta, per esempio, contengono anche più del 90% di acqua.

Importante: Non aspettare di aver sete per bere!

Quando si avverte la sensazione di sete il nostro organismo ha già perso circa il 2% del proprio peso corporeo e si avvicina ad uno stato di disidratazione.

Italiani indoor di Fondo: 15 e 16 marzo 2020, il pre-Assoluti a Riccione

Il Nuoto di Fondo aprirà come di consueto la kermesse di Riccione 2020 con i Campionati Italiani Indoor che si svolgeranno il 15 e 16 marzo: Assoluti e Juniores impegnati sui 5 chilometri e la categoria Ragazzi nella distanza di 3 chilometri. Il 23 febbraio 2020 è...
Read More

Gulf race, il circuito del Golfo dei Poeti

Nel 2019 nasce il progetto "Gulf Race" ispirato dalla volontà di mettere il nostro meraviglioso golfo e la sua principale risorsa, il mare, al centro di una sempre più crescente tendenza sportiva, il nuoto in acque libere. Ogni anno nel periodo estivo si apre il...
Read More

Swim-TO 2020, a Torino bene Pilato e il padrone di casa Miressi

Torna dopo un anno di pausa il nuoto sotto la Mole, con l’edizione 2020 di Swim-TO, appuntamento di rilievo del capoluogo piemontese. A Torino tanti giovani rappresentanti del nuoto azzurro, ma anche diverse presenze tra gli atleti della Nazionale. Nella giornata di...
Read More

SwimStats Tokyo2020 Special | i 50 Stile Libero

Archiviate le quattro specialità del nuoto sui 100 metri chiudiamo le gare veloci con l'unica prova che si disputa sulla vasca singola. Il quinto appuntamento dell'edizione speciale della nostra rubrica statistica che ci accompagnerà fino ai prossimi Giochi...
Read More

I migliori atleti FINA del 2019: Italia premiata con il Settebello

Dopo un'emozionante stagione agonistica che ha visto il suo evento clou nei Campionati Mondiali FINA di Gwangju in Corea, la FINA ha reso noto l'elenco dei "migliori atleti dell'anno" delle sei le discipline acquatiche: nuoto, nuoto in acque libere, pallanuoto, tuffi...
Read More

AKRON sponsor tecnico del 10° Trofeo Città di Milano

AKRON, per il secondo anno consecutivo, sarà sponsor tecnico del 10° Trofeo Città di Milano, in programma nella piscina Mecenate i prossimi 28/29 febbraio e 1 marzo. Decima edizione che coincide anche con il cinquantesimo anno di attività della Nuotatori Milanesi,...
Read More

Trazione rosa per il Meeting del Titano di San Marino

Ai piedi di San Marino si è svolto il 15 e 16 febbraio il 18° Meeting del Titano, evento utile alla qualificazione alle prossime Olimpiadi, che ha visto scendere in acqua una selezione di quindici azzurri: sei femmine e nove maschi. Poche sorprese però nella vasca di...
Read More

Doha Qatar, World Series #1: vittoria per Beck e Olivier. Paltrinieri e Bridi a ridosso del podio

Sono la tedesca Leonie Beck e il francese Marc-Antoine Olivier i vincitori della prima 10 km della FINA Marathon Swim World Series 2020 che si è tenuta sabato 15 febbraio a Doha in Qatar. Per l'Italia i migliori piazzamenti sono stati il quarto posto di Arianna Bridi...
Read More

La FINA Marathon Swim Series 2020 riparte da Doha

Si riapre con l'ormai tradizionale tappa di Doha, in Qatar, la stagione della FINA / CNSG Marathon Swim World Series 2020 che per quest'anno prevede 10 appuntamenti, uno più rispetto al 2019, con l'aggiunta in coda di calendario della tappa di Hong Kong. Nella scorsa...
Read More

SwimStats Tokyo2020 Special | i 100 Farfalla

Quarto appuntamento per l'edizione speciale della nostra rubrica statistica che ci accompagnerà fino ai prossimi Giochi Olimpici. Con i 100 farfalla completiamo il poker dei cento metri, una specialità che soprattutto al maschile può vantare Campioni Olimpici che...
Read More

Qual è la bevanda ideale da assumere durante l’allenamento?

Deve essere facilmente assorbibile, ma senza causare problemi gastrointestinali, contenere una quantità minima di carboidrati (5-8%, ma non superiore al 10%) per fornire sostegno all’impegno muscolare e perchè no, avere un sapore gradevole.

La regola generale è assumere un piccolo sorso della bevanda durnate la seduta di allenamento senza aspettare la sensazione di sete e senza riempire troppo lo stomaco.

Qual è invece la miscela migliore per reintegrare i liquidi i sali minerali persi e diminuire la fatica muscolare?

Il transito gastrico è molto più veloce se nella bevanda ci sono meno del 4-5% di zuccheri e non troppi sali.

Inoltre se gli zuccheri sono costituiti da fruttosio e maltodestrine il tempo di permanenza nello stomaco è minore a parità di contenuto in grammi del carboidrato.

Attenzione! Se la bevanda è troppo concentrata non soltanto non c’è passaggio di acqua dall’intestino verso il sangue, ma viceversa un richiamo, quindi un “furto d’acqua” con conseguente rischio di diarrea o dolori addominali.

Fonte: Elena Casiraghi, Ph.D. – Specialista in Alimentazione e Integrazione dello Sport

About The Author

Responsabile di redazione, istruttore di nuoto, ex-ago di nuoto e salvamento, “Ing-mamma-atleta” Master

Ultimi Tweet

?>