Select Page

Migliore prestazione? Seguite l’istinto!

Migliore prestazione? Seguite l’istinto!

Molti atleti si rivolgono a me soprattutto nei periodi che precedono una competizione più o meno importante.

È questo il momento dove, in molti casi lo stress mentale e l’ansia, si fanno sentire più forti e possono diventare degli inutili ostacoli.

Ecco che proprio in questo periodo, insieme alle tecniche di rilassamento, di attenzione alle sensazioni del corpo e di meditazione, dico loro qualcosa che sperimento ogni volta che mi trovo a competere anche io.

Ciò che comunico ai miei atleti è ciò che dirò tra pochissimo anche a voi ricordandovi però che questa e soltanto una parte del lavoro che fanno per migliorare il loro rapporto con la propria emotività e la loro capacità di rispondere allo stress in maniera costruttiva.

Il segreto è che il tuo corpo sa quando dovrà dare il massimo, non c’è bisogno che la tua mente sia tesa per ricordarglielo, rilassati, abbi fiducia, esso sa quando dovrà dare il meglio di sé.

La tua tensione mentale può solo creare ostacoli.

Vengo dal mondo della meditazione e per sgombrare il campo da dubbi vari, la meditazione o la mindfulness che insegno, non è uno cosa seriosa, nella quale bisogna stare ore seduti immobili, è presenza momento per momento, sia che si stia facendo qualcosa percepito come piacevole che quando si ha a che fare con la noia, la rabbia, lo stress.

A me il nuotare non basta, non mi accontento di sopportare lo stress di ogni giorno e di scaricarmi con l’allenamento.

US National Team: i selezionati Junior e Senior

La notizia che Team USA ha diramato il roster ufficiale per il 2020 ha in poche ore fatto il giro del mondo. Si tratta del metodo americano per selezionare il gruppone di atleti - 115 in totale - che rientrano nei piani nazionali, i nuotatori sui quali Team USA ripone...

Londra 2019, World Para Swimming | L’Italia sul tetto del mondo

L’Italia ha vinto i Campionati del Mondo World Para Swimming di Londra 2019 che si sono appena conclusi. La Nazionale italiana è arrivata prima nel medagliere, superando Russia, Gran Bretagna, Ucraina, Cina e Stati Uniti, grazie a quattro medaglie d’oro, un argento e...

Londra 2019, World Para Swimming | Day4 brilla la stella di Arianna Talamona

Un'altra giornata strepitosa. Un'Italia ancora in vetta al medagliere ai Campionati del Mondo World Para Swimming che chiude il quarto giorno di gare con 12 ori, 9 argenti e 8 bronzi. Sei podi conquistati dagli azzurri, due medaglie per metallo e il bis di successi...

Storie di Nuoto: Krisztina Egerszegi, il topolino ungherese

Nella finale dei 200 dorso ai recenti Mondiali di Gwangju, Kyle Masse ha conquistato la medaglia di bronzo con il tempo di 2’06”62, lo stesso crono che, il 25 agosto 1991, Krisztina Egerszegi nuotò per vincere i Campionati Europei di Atene e registrare uno storico...

Max Di Mito, l’Allenatore delle ragazze prodigio è di nuovo in pista

Massimiliano Di Mito, in arte Max, è pronto per una nuova avventura. Non è una novità per il coach modenese quella di girare su e giù per l'Italia. Questa volta il suo cammino incontra l'Abruzzo e in particolare il progetto SDS (specialisti dello Sport con sede a...

Londra 2019, World Para Swimming | Day3 da incorniciare: capolavoro Morlacchi-Barlaam

L'Italia chiude la terza giornata dei Campionati del Mondo World Para Swimming ancora al comando del medagliere generale provvisorio. Ventitrè le medaglie fino ad oggi nel bottino - 10 ori, 7 argenti e 6 bronzi - seguono i padroni di casa, la Gran Bretagna (9,8,9) e...

Già dal momento in cui ti iscrivi ad una gara qualcosa nel tuo sistema nervoso si attiva affinché il tuo corpo, compatibilmente con tutto il tuo sistema di salute del momento, possa dare tutto ciò che ha in occasione della gara.

In molti vengono ansiosi che nei giorni precedenti si sentono stanchi, in alcuni casi poco motivati, o ancora fisicamente non a posto e poi ritornano felici a raccontarmi l’esito della loro gara. Questo non significa che la gara andrà necessariamente bene, che tu farai il tuo personale, significa che il tuo corpo in quel momento darà tutto ciò che è possibile.

Esiste una intelligenza razionale, mentale, e ne esiste una istintiva che noi abbiamo quasi completamente perduto in questa società così meccanizzata.

L’istinto non ha bisogno di ragionamento e va oltre il tempo e soprattutto oltre i calcoli mentali.

Molte antiche tradizioni orientali conoscono questa intelligenza. La mindfulness è una delle tecniche che può aiutarti a ritrovare questa saggezza istintiva.

Buone gare a tutti!

Alessandro Nardomarino

Sessioni di Mindfulness nello sport presso il suo Studio e Online

pagina Facebook

Visita il SITO di Alessandro

Foto: Fabio Cetti | Corsia4

About The Author

Alessandro Nardomarino

Istruttore di Mindfulenss, Operatore Shiatsu, Personal Trainer, insegnante di Postural Pilates. Parte della sua formazione è avvenuta all’interno del mondo della Meditazione, dello Zen e della ricerca interiore. E’ uno sportivo e un nuotatore.

Ultimi Tweet

?>