Quella dell’interpretazione dei sintomi viene chiamata psicosomatica.

Non è una forma di diagnosi scientificamente ed ufficialmente approvata né vuole quindi sostituirsi ad alcuna forma di terapia, casomai aggiungersi.

Eppure trova sempre più corrispondenze e viene sempre più considerata dalla psicologia attuale, da una parte di professionisti legati alla riabilitazione e dalla classe medica forse più giovane o molto molto anziana.

Fatta questa doverosa premessa andiamo al sodo.

Intendiamo per psicosomatica il legame tra dei sintomi fisici e la mente.

Appurata la veridicità di ogni singola intuizione che mai andrebbe generalizzata, molti studi scientifici hanno notato una accelerazione nei processi di guarigione.

Seguirà una lista di dolori nel corpo. Sono solo un micro assaggio molto molto superficiale della psicosomatica, riassunti in maniera super compressa e che quindi vanno considerati come poco più di un gioco.

SwimStats | I numeri della International Swimming League 2020

Il nuoto è uno sport che, per sua stessa natura, si basa sui numeri, in particolare su quelli che appaiono sul cronometro. Dalle lunghe sedute di allenamenti quotidiani fino alla gara più importante della stagione, atleti e tecnici sono abituati a leggere ed...

Open 2020, in vasca a Riccione non solo per i titoli Assoluti

Sarà un Assoluto decisamente particolare quello che si disputerà da giovedì 17 dicembre fino a sabato 19 presso lo Stadio del Nuoto di Riccione. La formula, simile a quella adottata questa estate per il Trofeo Sette Colli nel pieno rispetto delle norme...

Nuotare senza la linea nera: intervista a Carlotta Gilli, Alessia Berra e Salvatore Urso

Siamo ancora tutti ammaliati dalle meraviglie dell’International Swimming League, quest’anno più che mai ancora di salvezza per noi appassionati di nuoto. Gare, duelli, tempi mozzafiato ci hanno fatto divertire e staccare per qualche ora la spina in questi giorni...

Campionati Australiani in corta: tempi da record dai dolphins

Regali di Natale in anticipo in arrivo dalla terra di canguri! In Australia si gareggia, con i 2020 Hancock Prospecting Australian Virtual Short Course ovvero i Campionati Nazionali in vasca corta, che si sono disputati virtualmente, con cinque sedi differenti -...

Cosa resta di questa ISL2020? 5 lati positivi per ricordarla

Si può dire tutto della International Swimming League 2020 tranne che ci abbia lasciato totalmente indifferenti. Grazie anche al fatto che la pandemia ci ha tolto qualsiasi alternativa, nel mondo del nuoto abbiamo di fatto parlato per due mesi solo di ISL, sia nel...

Un po’ di (punti) FINA nella ISL2020: la TOP10 della Finale di Budapest

Avete ancora gli occhi dilatati e il battito accelerato per le luci psichedeliche della finale ISL? Siete pronti a partire e virare come Dressel, non appena la vostra piscina riaprirà? Niente di meglio che un po' di punteggi FINA, per riabituarsi alla grigia...

Collo e zona cervicale
Difficoltà nel decidere o accettare una decisione. Non si vuole proprio prendere in considerazione qualcosa, neanche voltarsi per osservarla!

Spalle
Semplicemente avvertire il sovraccarico emotivo di una situazione, sentirsi non aiutati, ingiastamente soli nell’affrontare qualcosa che è percepito come troppo pesante.

Zona Lombosacrale
Avvertire che non siamo in grado di fronteggiare un sovraccarico fisico e quindi andiamo oltre quello che sarebbe più sano fare… tipico dell’iperallenamento.

Ginocchia 
Mancanza di flessibilità, sarebbe saggio procedere più fluidamente, valutando cambiamenti ma ci si ostina in una direzione.

Caviglie
Difficoltà nel decidersi su cose molto pratiche, sul dove dirigersi.

Troppa rigidità limita il movimento, ma anche una eccessiva lassità non riesce a sostenere e mantenere una scelta fatta o non permette proprio di farla.

Foto: Fabio Cetti | Corsia4