Il 2020 si conclude così, con un inizio che si potrebbe definire ordinario, ed una fine all’interno di una situazione straordinaria: la pandemia.

Proviamo a spostare il focus da tutti questi temi: il virus COVID-19, la fatica da Pandemia, la capacità di far fronte alle difficoltà, eccetera.

Proviamo a spostare i riflettori da questi concetti, per illuminare un tema diverso: la gratitudine.

Cos’è la Gratitudine?

La psicologia ha iniziato ad interessarsi di questo tema a partire dagli anni ’80, esso è quindi piuttosto recente.

Secondo numerose evidenze in letteratura la gratitudine è un sentimento capace di portare energia e di valorizzare e far emergere le risorse delle persone. Proviamo a comprendere che cos’è e perché essa è positivamente correlata al benessere soggettivo.

La gratitudine ‘’è un sentimento di apprezzamento provato e/o una simile risposta positiva mostrata dal destinatario di gentilezze, regali, aiuto, favori o altri tipi di generosità’’.

Provare questo sentimento fa sentire quindi un calore, come se la vita, o le persone attorno a noi, ci stessero facendo una carezza, ci accogliessero; tale sentimento inoltre predispone in maniera favorevole a compiere altre azioni benevole, creando così un circolo virtuoso di benessere.

Uno dei buoni propositi per il 2021 potrebbe essere proprio quello di coltivare maggiormente questo sentimento, che come già detto, porta con sé tutta una serie di altri effetti positivi a cascata: l’aumento delle emozioni positive come gioia, entusiasmo, felicità, l’aumento della sensazione di essere accolti, del far parte, dell’essere quindi partecipi e la creazione di un clima generale positivo e caldo.

Come si può coltivare la gratitudine?

Innanzitutto, dirigendo l’attenzione verso gli elementi ‘giusti’: quante volte abbiamo dato per scontato delle cose, che invece erano o sono preziose?

Che si tratti di affetti, sicurezze materiali od oggetti, tutti noi tendiamo a dare per scontate delle cose preziose e fondamentali.

Anche il fatto stesso di essere in salute, di poter respirare, di desiderare di fare qualcosa, o il poter scegliere una cosa piuttosto che l’altra, sono aspetti fondamentali nella vita di ognuno di noi, ma che non sempre notiamo.

Questo accade perché tendenzialmente la mente umana si focalizza su ciò che manca, sugli aspetti negativi e/o percepiti come pericolosi. Tale meccanismo è fortemente adattivo in natura, ma sarebbe bene imparare a distaccarsene in alcuni momenti, poiché nella società di oggi non ne abbiamo più così tanto bisogno e perché in questo modo possiamo permetterci di godere maggiormente di quello che c’è, anche se non si ha proprio tutto.

ItalNuoto e Olimpiadi | le Presenze Gara degli azzurri

Secondo appuntamento con la rubrica che ci accompagnerà - speriamo - verso le prossime Olimpiadi di Tokyo2020one. Dopo aver scoperto il Medagliere azzurro, parliamo di presenze gara olimpiche. Vi racconteremo, con numeri, grafiche e aneddoti la storia degli azzurri...

Il nuoto USA riparte con la prima tappa delle TYR Pro Swim Series 2021

Alcuni a San Antonio, Texas, altri a Richmond, Virginia: hanno nuotato così gli atleti impegnati nella prima tappa delle Tyr Pro Swim Series 2021, modificate nell’organizzazione per adattarsi all’emergenza sanitaria. Vediamo come sono andati i confronti (a distanza)...

Corsia Master, Regionali Veneto 2021 dal 19 al 21 febbraio a Monastier

Dopo la prova generale con il 4° Trofeo Casa di Caccia - 10 gennaio 2021 - il movimento Master Veneto continua il suo percorso con l'organizzazione dei Campionati Regionali che si terrano presso la Piscina Rosa Blu Village di Monastier (TV) dal 19 al 21 febbraio 2021....

Martinenghi e Pellegrini protagonisti al Meeting di Ginevra

Nonostante continuino a giungere notizie di rinvii ed annullamenti di gare e manifestazioni in tutto il mondo, qualche piccolo passo verso la normalità sportiva sta avvenendo: nello scorso fine settimana si è svolto il 54° Meeting Internazionale di Ginevra, che ha...

ItalNuoto e Olimpiadi | il Medagliere azzurro

Oggi inauguriamo una nuova rubrica che ci accompagnerà - speriamo - verso le prossime Olimpiadi di Tokyo2020one. Vi racconteremo, con numeri, grafiche e aneddoti la storia degli azzurri del nuoto alle Olimpiadi. In questo primo appuntamento scopriremo il Medagliere...

Training Lab, Modelli di allenamento a confronto: esempio della Gran Bretagna

Per rendersi conto del livello sempre più elevato del nuoto mondiale, al di là del miglioramento dei record, basta porre attenzione al crescere della densità delle prestazioni negli appuntamenti agonistici di primo piano, le Olimpiadi in primis. Infatti, in occasione...

Obiettivi e Appagamento

Inoltre, è importante ricordare come l’appagamento di tutti i desideri e bisogni, sia uno stato ‘di grazia’ difficile ed effimero da raggiungere.

È vero che una volta raggiunto quell’obiettivo, od ottenuta quella cosa allora sarò appagato e felice per il resto del tempo?

Questo è altamente improbabile.

La vita è un susseguirsi di obiettivi, sfide, desideri, difficoltà, contrattempi ed imprevisti.

Forse la cosa migliore per esperire gioia e felicità è porre attenzione al percorso, piuttosto che all’arrivo. Porre attenzione ad ogni momento, e cercare in quel momento le cose per cui essere grati. Questo esercizio, se applicato con un poco di impegno, farà emergere non pochi elementi che meritano la nostra gratitudine.

Siate Curiosi nella vita e nello sport

Ultimo spunto, ma non per importanza, è quello di guardare alle situazioni con curiosità: è vero che spesso ciò che non vogliamo porta con sé dispiacere e sofferenza, ma cosa succederebbe se provassimo ad andare oltre a questo sconforto iniziale?

In un secondo momento potrà essere utile osservare tale situazione con curiosità, come un’occasione per apprendere qualcosa di nuovo.

La vita ha portato dello straordinario (indesiderato magari) ed io che cosa posso imparare da esso? Che cosa succederà dopo?

Fare pratica di questi concetti nella quotidianità, per poi trasportarli nel mondo dello sport acquatico può predisporre in maniera positiva la performance, l’allenamento ed il benessere generale dell’atleta, qualsiasi sia il suo livello di pratica.

Foto: Fabio Cetti | Corsia4