Select Page

Il terrore della gara

Il terrore della gara

Qualche mese fa si è rivolta da me una nuotatrice di cui chiaramente non farò il nome ma che mi ha dato il permesso di raccontare questa storia e la sua l’esperienza con la Mindfulness.

È venuta per risolvere un tema di grande stress che le accadeva prima, ma sopratutto durante ogni singola gara.

Nessun problema chiaramente con l’acquaticità, nessun problema durante gli allenamenti, anche intensi, ma un vero e proprio blocco nel momento della competizione che l’aveva portata addirittura, nonostante sia una velocista, ad interrompere una gara a metà vasca per agganciarsi alla corsia.

Premesso che la mindfulness non è una terapia ma un metodo per sviluppare ed allenare l’attenzione sostenuta e la presenza, è altrettanto vero che in uno stato di presenza, durante lo svolgimento di una pratica, possono emergere delle immagini che rivelano a volte la natura dello stress.

Ed è proprio ciò che è accaduto con lei.

Al termine di una pratica sul respiro mi ha detto di aver visto e rivissuto con le sensazioni fisiche, il momento della sua nascita. Sapeva benissimo di aver avuto una nascita abbastanza difficile, ma non aveva il benché minimo sospetto di come quell’evento poteva essere collegato al suo stress.

Quando un Master incontra il Campione

Al cospetto della leggenda, è difficile mantenere una neutrale imperturbabilità anche per chi, data ahimè l’età, dovrebbe essere rotto (appunto…) al vasto novero delle grandi emozioni che la vita nel suo scorrere riserva. E così ci ritroviamo un sabato mattina a...

Lewisville ISL2019 #3 | Ai London Roar la prima vittoria del Gruppo B

Dopo la bellissima due giorni di Napoli - trovi tutti i REPORT a fondo articolo - il nuovo format di nuoto-spettacolo della International Swimming League è tornato negli States per la terza tappa, la prima nella quale si sono affrontati i team del girone B. Nel...

La prima gara della stagione

Mi presento, mi chiamo Marina, sono una nuotatrice master adulta (l'età non si dice e non si chiede) e voglio condividere con voi i miei stati emotivi da atleta che gareggia. Mancano pochi giorni alla gara, la prima della stagione, l'ennesima della mia vita...

Swim Stats | Tokyo 2020 crono alla mano: gli Azzurri e i Tempi Limite

“Il mio sogno è andare alle Olimpiadi, farò di tutto per qualificarmi” Questa frase, pur non essendo stata pronunciata da nessun atleta, può essere attribuita tranquillamente a qualsiasi nuotatore. La stagione che è appena iniziata si concluderà con l’evento al quale...

Napoli ISL2019 #2 | il Nuoto spettacolo fa tappa in Italia

Il grande nuoto chiama, Napoli risponde! E come! Grande entusiasmo per la seconda tappa della Internationa Swimming League, la lega rivoluzionaria del nuoto mondiale. In una piscina Scandone tirata al lucido, impazza lo spettacolo. Merito dell’organizzazione, sempre...

Training Lab, tante strade e una sola meta: la Velocità

L’allenamento del nuoto presenta sempre una grande sfida per gli atleti, ma in primo luogo per gli allenatori. Oggigiorno il nuoto mondiale sembra essere uscito veramente dagli schemi comuni del secolo scorso, proprio per la grande varietà di metodologie allenanti che...

Nel momento prima di una gara, difronte all’idea di una competizione estrema, le si riagganciava inconsciamente il ricordo della nascita, la gara per la vittoria era la sua gara per la nascita.

Abbiamo quindi continuato a lavorare semplicemente sullo stato di presenza, rimanendo in contatto con le sensazioni del corpo e lasciando scivolare il ricordo dell’esperienza spiacevole, nel passato.

Lei ha smesso di avere paura della competizione.

Non è necessario emerga un ricordo, non è necessario ci siano dei casi così estremi, allenarsi alla presenza ha in valore assoluto che porta sempre qualità nelle cose della vita.

È sufficiente quindi imparare a rimanere nel momento presente, non soltanto con la testa, ma con ogni cellula del tuo corpo.

La mindfulness, lo ripeto, non si occupa di situazioni limite, lavora semplicemente per migliorare lo stato di presenza.

Alessandro Nardomarino

Istruttore di Mindfulness che da sportivo e nuotatore ama seguire atleti di ogni età e livello.

Sessioni di Mindfulness nello sport presso il suo Studio e Online

pagina Facebook

Visita il SITO di Alessandro

Foto: Fabio Cetti | Corsia4

About The Author

Alessandro Nardomarino

Istruttore di Mindfulenss, Operatore Shiatsu, Personal Trainer, insegnante di Postural Pilates. Parte della sua formazione è avvenuta all’interno del mondo della Meditazione, dello Zen e della ricerca interiore. E’ uno sportivo e un nuotatore.

Ultimi Tweet

?>