Select Page

Nuoto Master, inizia la nuova stagione: crono e punteggi

Eccoci qui, pronti per una nuova esaltante, vi auguriamo, stagione del Circuito Supermaster. In questo fine settimana i primi Master scenderanno in vasca nelle due manifestazioni in programma: le Distanze Speciali lombardeMilano e il 19° Trofeo Rovigo nuoto.

In attesa della pubblicazione delle prime start list, vogliamo condividere con voi alcune particolarità del nuoto Master che forse non tutti conoscono.

Quando ci troviamo a scrivere un report sulle gare del week end con quale criterio “selezioniamo” le migliori prestazioni?
Beh, come tutti sapete il primo giudice è il cronometro, quindi valutiamo i migliori tempi della specialità. Ma come è possibile ad esempio, rapportare il miglior crono di un M25 con qualcuno di meno giovane? In questo caso ci vengono in aiuto i punteggi realizzati, che decretano quindi la migliore prestazione tabellare.

Ma questo fantomatico punteggio come si calcola?
Innanzi tutto a ogni inizio stagione, vengono pubblicati i Tempi base, riportiamo  quanto recita il Regolamento FIN Master.

I tempi base sono costituiti da una media dei migliori tempi internazionali, come riportati negli elenchi “Top ten All-time” pubblicati annualmente dalla FINA, calcolata con le seguenti regole:

a) il calcolo viene effettuato al 30 settembre di ogni anno utilizzando la più recente tabella disponibile;
b) per tutte le gare/categorie/sesso per le quali siano disponibili almeno 10 tempi si procederà al calcolo della media scartando il tempo migliore e elaborando quelli dal 2° al 10°;
c) per tutte le altre gare/categorie/sesso per le quali i tempi disponibili siano meno di 10 e più di 1 si procederà al calcolo nello stesso modo scartando il tempo migliore e elaborando i successivi disponibili;
d) per tutte le gare/categorie/sesso per le quali sia disponibile un solo tempo, questo diventerà il tempo base

Una volta conosciuti i tempi base, il punteggio si calcola nel seguente modo, partendo dal tempo espresso con due decimali:

  1. si trasformano in centesimi di secondo sia il tempo ottenuto in gara che il tempo base relativo a quella gara, categoria, sesso e lunghezza vasca;
  2. si divide il tempo base (in centesimi) per il tempo realizzato (in centesimi) e si moltiplica per 1000.

Ne consegue che uguagliando il tempo base si ottengono 1000 punti e non il record del mondo, come erroneamente alcuni pensano.

Detto questo, non spaventatevi, i punteggi vengono calcolati e pubblicati contestualmente ai risultati cronometrici delle manifestazioni, nessuno vi richiederà sforzi personali di calcolo!

Tempi Base 2015/2016 Individuali

Tempi Base 2015/2016 Staffette

About The Author

Responsabile sezione Master, istruttore di nuoto, ex-ago di nuoto e salvamento, “Ing-mamma-atleta” Master

?>