Select Page

Rubrica: “Quello è mio figlio..”

Rubrica: “Quello è mio figlio..”

Eccoci. 10:50 del sabato mattina. Passiamo il badge che segnala una luce verde: si va! Varchiamo la soglia e in un attimo ci ritroviamo circondati da genitori e bimbi urlanti, alcuni un po’ disorientati. Dai! Veloce! Togliti le scarpe e le calze e cerchiamo di trovare un buco sullo scaffale sperando di ritrovarle ancora appaiate, ancora insieme. E poi via di corsa nello spogliatoio pronti ad indossare costume, cuffia e accappatoio.  Già. Oggi lui nuota, o meglio, va a giocare, sperimentare con tubi, pupazzetti di gomma e palline, immerso fino al collo: “Ma che importa! L’importante è che si diverta, no?” Dico alle altre mamme più per autoconvincermi che altro!  Gli istruttori lo recuperano insieme ad un trenino di bimbi che salutano come se dovessero partire per un lungo viaggio e in fondo, per loro, un po’ lo è davvero.  Esco fuori dallo spogliatoio e provo ad avvicinarmi al vetro per guardarlo ma mi ritrovo schierato tutto un intero albero genealogico arrivato appositamente per guardare le prodezze del proprio bimbo: fieri, orgogliosi, quasi con l’occhio lucido. C’è chi spintona e chi non riconosce il proprio figlio perché, guarda caso, hanno quasi tutti la stessa cuffia.  Ma eccoli in acqua divisi in gruppi finalmente: c’è chi è alle prime armi e preferisce farsi trasportare dallo spostamento dell’acqua rincorrendo, a bordo di un salvagente, pupazzetti e giochini; chi è già più bravino e continua a far bolle creando un sublime effetto idromassaggio facendo finta di andare in moto ; e chi, infine  è quasi arrivato al livello Master e prova a far scivolate dal bordo o immersioni per recuperare tesori sommersi. Ma l’ora è quasi finita… e le mamme lo sanno perché è il momento dei tuffi: quelli veloci, quelli a rallenty e quelli acrobatici a testa in giù….ma se io mi guardo un po’ intorno per vedere le facce delle altre mamme se sono pallide come la mia, gli istruttori sono una forza: A TUTTI non risparmiano complimenti e così anche quei cuccioli che erano entrati piangendo, riescono a far cambiare il gusto delle loro lacrime, finalmente a base di cloro! 50′ volati e ora, via! sotto la doccia calda a sentire i racconti di questa nuova avventura….e in fondo che importa se noi mamme continuiamo a far raccomandazioni: lavati! hai ancora la schiuma nei capelli! asciugati bene! la roba bagnata mettila qua! La cosa più bella è sentirsi dire: “MAMMA È STATO DIVERTENTISSIMO!!!”

P.S. Se qualcuno avesse trovato nella propria sacca una ciabatta rossa dx e una blu sx, mi venga a cercare: ovviamente io ho le altre due!!! 🙂

About The Author

Ultimi Tweet

?>