Non sempre, quando ci si iscrive ad una squadra master, si ha la consapevolezza che si entrerà a far parte di un gruppo agonistico.

Per tutti però prima o poi arriva il momento in cui il coach, con sguardo minaccioso, si avvicina dicendo: “quale gara pensi di fare per prima?”.

In quell’istante ci si rende conto che quelle tre competizioni che ci erano state prospettate ad inizio anno, si faranno davvero e che l’allenamento, da quel momento in poi, dovrà diventare davvero serio!

Se per molti nuotatori le squadre master rappresentano un naturale prolungamento della propria carriera da agonisti, per altri si tratta invece di una prima esperienza che preveda delle competizioni.

Nel mio caso, ad esempio, il ricordo temporalmente più vicino di una gara, risaliva ai tempi delle elementari quando, accompagnata dalla costante ed incoraggiante presenza di mia mamma, cercavo di nuotare più veloce dei miei avversari sotto gli occhi commossi dei genitori, così fieri di osservare i propri piccoli e determinati bimbi.

Ma il giorno della prima gara arriva anche per noi non ex-agonisti che in modo incosciente ci lanciamo in questa esperienza!

La nuotatrice di acque libere Alice Franco chiude la carriera agonistica

In queste settimane dove RESISTERE, LOTTARE, SOFFRIRE e NON MOLLARE sono all’ordine del giorno, chi meglio di una nuotatrice di acque libere sa cogliere il concetto alla perfezione? Su questa filosofia di vita ha basato un’intera carriera Alice Franco, ed adesso, dopo...

Il Nuotatore Master ai tempi della quarantena

Non esiste pesce fuor d’acqua più fuor d’acqua del nuotatore master al tempo della quarantena. La chiusura delle piscine penalizza significativamente un pubblico vasto e variegato: i teneri infanti dei corsi di avviamento all’acquaticità, gli scalpitanti ragazzini...

Tokyo 2020ne, parlano i CT di nuoto e atletica Butini e La Torre

Il coronavirus ha cambiato la vita di ognuno di noi. Da più di un mese ci troviamo alle prese con piccoli e grandi problemi di riorganizzazione, di riadattamento, di ricalcolo delle nostre esistenze. Il lavoro, la scuola, lo sport, le relazioni, non sono - e...

L’International Swimming League avvia un programma di Solidarietà

L'International Swimming League ha scritto a tutte le società e atleti ISL in merito all'avvio del suo programma di solidarietà. Saranno previsti per tutti gli atleti ISL - o che firmeranno un contratto con essa - degli aiuti economici al fine di aiutare i nuotatori a...

SwimStats Tokyo2020 Special | i 400 Misti

Stesso posto, stesse date, ma nel 2021! I Giochi della XXXII Olimpiade di Tokyo2020 - si esatto si continueranno a chiamare così! - si terranno un anno dopo quanto precedentemente schedulato cioè dal 23 luglio all'8 agosto 2021. L'edizione speciale della nostra...

I Nuotatori sono Ottimisti

“Alessandro, tu sei un ottimista?” Non me l’aveva mai fatta nessuno quella domanda. “Sì prof, sa, sono un nuotatore, lo devo essere per forza!” Lo capii tardi, al liceo, e sapere il punto d’origine di questo lato del mio carattere era ormai impossibile. Lo ero sempre...

Quel giorno ci sentiremo inevitabilmente come pesci fuor d’acqua e tale sensazione sarà ulteriormente amplificata dalla visione dei nostri compagni di squadra, così preparati e consapevoli di ciò che accadrà momento dopo momento.

Le parole “camera di chiamata”, “batteria” o “serie” non ci diranno nulla, ma proprio nulla… comunque sia… niente paura!

Innanzitutto ad ogni gara risulterà facile trovare altri neofiti con cui confrontarsi e sostenersi per evitare di perdere la chiamata alla gara. Inoltre non importa sapere tutto quello che si deve fare già dalla prima volta, l’esperienza maturerà gara dopo gara e ognuno potrà trovare la via migliore affinché il giorno della competizione diventi piacevole e non stressante.

La prima gara master è una sorta di rito di iniziazione, rappresenta infatti uno sprint in più agli allenamenti e rende chiaro il perché del nostro training.

Ma la prima gara è un’esperienza personale da vivere in squadra e che certamente rimarrà impressa nella nostra mente e nel nostro cuore!

E voi: la ricordate la vostra prima gara master?

Foto: Fabio Cetti | Corsia4