Select Page

23 agosto – Pellegrini storico tris! Caramignoli bronzo da applausi! Di Pietro ancora record!

23 agosto – Pellegrini storico tris! Caramignoli bronzo da applausi! Di Pietro ancora record!
Berlino 2014 - Federica Pellegrini, campionessa d'Europa

Federica Pellegrini è campionessa d’Europa per la terza volta consecutiva

Brilla l’Italia al femminile nella penultima giornata dell’europeo di Berlino. La stella più luminosa è quella di Federica Pellegrini che conferma la sua supremazia continentale, conquistando il terzo oro consecutivo nei 200 stile libero. L’altra medaglia odierna (il totale sale dunque a 14) ce la regala Martina Rita Caramignoli, che grazie a una prova maiuscola arriva al bronzo nei 1500 stile libero. E ancora protagonista Silvia Di Pietro che, dopo aver limato il suo record nei 50 farfalla, è diventata oggi la nuova primatista italiana dei 50 stile libero con il tempo di 25’’04 in semifinale, migliorando quanto nuotato all’inizio di agosto da Erika Ferraioli (25’’07).

1500sl F – Caramignoli primo podio europeo; Ponselè 5°

Schieravamo due atlete in finale come nel 2008, quando fu aggiunta al programma questa gara in cui nelle tre precedenti edizioni mai un’italiana era salita sul podio. C’è riuscita Martina Rita Caramignoli che, imitando il suo compagno di allenamenti Gregorio Paltrinieri, si è lanciata subito all’attacco e, presa la testa ai 100, ha conservato un discreto margine sulle avversarie fino agli 800, quando è stata affiancata e superata da Mireia Belmonte García, poi prima all’arrivo con 15’57’’29, confermando con il nuovo record dei campionati il titolo di Debrecen. Ai 1000 l’azzurra è stata affiancata da Boglárka Kapás con la quale ha duellato fino a duecento metri dall’arrivo, quando l’ungherese si è staccata andando a prendere l’argento (16’03’’04). Con un margine rassicurante sulla quarta, Martina Rita Caramignoli ha poi concluso la gara conquistando un meritatissimo bronzo, frutto di un eccellente 16’05’’98 con cui ha letteralmente frantumato il personale che vantava alla vigilia (16’11’’68). Personale anche per l’altra italiana in gara, Aurora Ponselè, finita quinta con 16’13’’20.

100fa M – Oro Polonia #1

Nell’unica finale senza azzurri al via, il successo è andato al polacco Konrad Czerniak (già bronzo nel 2010) che si è imposto con il tempo di 51’’38, nuovo record dei campionati. Conferma l’argento di due anni fa l’intramontabile László Cseh 51’’89. Dietro l’ungherese, il bielorusso Pavel Sanković (51’’92) ha strappato per tre centesimi il bronzo all’inglese Adam Barrett.

200sl F – Federica Pellegrini entra nella storia

Heike Friedrich, Camelia Potec e Franziska Van Almsick, suo idolo da bambina: queste erano fino a oggi le tre atlete che erano riuscite a bissare un successo in questa distanza, al pari di Federica Pellegrini prima nel 2010 e 2012.
Con la vittoria di Berlino (1’56’’01 il suo tempo) la fuoriclasse azzurra ha scritto quindi un nuovo, glorioso capitolo nella sua decennale storia al campionato europeo (fu finalista già nel 2004) e ora è la sola a poter vantare tre ori nella distanza che le ha regalato trionfi olimpici e mondiali.
Anche in questa gara c’è stato un argento ungherese, con Katinka Hosszú, l’ultima a cedere all’accelerazione decisiva nell’ultima vasca di Federica Pellegrini e toccare in 1’56’’69 davanti all’olandese Femke Heemskerk (1’56’’81).

50do F – Doppietta britannica; Barbieri 5°, Gemo 7°

Dopo il bronzo nei 50 farfalla e con la prospettiva concreta di un podio domani nei 50 stile libero, Francesca Halsall ha oggi vinto a sorpresa l’oro nei 50 dorso, bruciando al tocco con un eccellente 27’’81 (primato personale) la connazionale più accreditata alla vigilia Georgia Davies (27’’82). Bronzo per la campionessa dei 100 la danese Mie Nielsen 27’’87.
Ai piedi del podio la campionessa uscente Peris Minguet e dietro di lei Arianna Barbieri, argento a Debrecen, con 28’’36. Settima Elena Gemo con 28’’59.

200do M – Oro Polonia #2

Pronostico rispettato in questa gara che aveva come naturale favorito il campione uscente di Debrecen, Radosław Kawęcki, che ha vinto nettamente (1’56’’02) sul tedesco Christian Diener (1’57’’12 all’arrivo, dopo un passaggio in 56’’72 ai 100). Al terzo posto l’ungherese Gábor Balog, mentre l’azzurro Luca Mencarini si è classificato ottavo (1’58’’92).

50ra M – Vince Peaty; Toniato 5°

Con il record mondiale (26’’62) fatto ieri in semifinale, ad Adam Peaty oggi è stato sufficiente un 27 netto per conquistare, dopo il titolo nei 100, anche quello nella gara sprint. Alle sue spalle si piazza il lituano Giedrius Titenis (27’’34), che era stato bronzo nelle altre due distanze, lasciando l’ultimo gradino del podio al campione uscente, Damir Dugonjić (27’’48). Quinto, a cinque centesimi dal crono dello sloveno, Andrea Toniato ex aequo con il russo Nikolaev.

4x200sl M – Deutschland über alles

Secondo oro di questo campionato per la Germania che conferma il titolo di Debrecen grazie ad una eccellente frazione del primatista mondiale Paul Biedermann (1’44’’95), con cui è riuscita a piegare la Russia, prima fino all’ultimo cambio, ma che ha rischiato addirittura di perdere anche l’argento (7’10’’29) a favore del Belgio, in forte rimonta con Pieter Timmers (1’45’’17), separato all’arrivo da appena un decimo.
Sesta posizione per l’Italia (7’12’’24), che schierava Andrea Mitchell D’Arrigo (1’48’’22), Damiano Lestingi (1’48’’28), Gabriele Detti (1’48’’62), Filippo Magnini (1’47’’12).

Batterie e semifinali

Tra i risultati delle altre gare in programma oggi accesso alla finale dei 200 farfalla per Stefania Pirozzi (2’08’’96) e Alessia Polieri (2’10’’31).
Marco Orsi sarà tra gli otto finalisti dei 50 stile libero (22’’15), mentre resta fuori Luca Dotto con 22’’27.
Niente finale per Arianna Castiglioni (31’’53) nei 50 rana (in cui Lisa Fissneider aveva subito in batteria una inopinata squalifica per aver gareggiato con il taping), mentre Silvia Di Pietro, prima delle escluse nei 50 stile nonostante il record italiano di cui si è detto, sarà invece al blocchetto di partenza domani in virtù della rinuncia della tedesca Dorothea Brandt.

I podi del 23 agosto

1500sl F
1) M. Belmonte García (ESP) 15’57’’29 RC
2) B. Kapás (HUN) 16’03’’04
3) M.R. Caramignoli (ITA) 16’05’’98

100fa M
1) K. Czerniak (POL) 51’’38 RC
2) L. Cseh (HUN) 51’’89
3) P. Sanković (BLR) 51’’92

200sl F
1) F. Pellegrini (ITA) 1’56’’01
2) K. Hosszú (HUN) 1’56’’69
3) F. Heemskerk (NED) 1’56’’81

50do F
1) F. Halsall (GBR) 27’’81
2) G. Davies (GBR) 27’’82
3) M. Nielsen (DEN) 27’’87

200do M
1) R. Kawęcki (POL) 1’56’’02
2) C. Diener (GER) 1’57’’16
3) G. Balog (HUN) 1’57’’42

50ra M
1) A. Peaty (GBR) 27’’00
2) G. Titenis (LTU) 27’’34
3) D. Dugonjić (SLO) 27’’48

4x200sl M
1) Germania 7’09’’00
2) Russia 7’10’’29
3) Belgio 7’10’’39

Per i commenti alle gare del 23 agosto rinviamo alla Discussione sul Forum.

About The Author

Marco Agosti

Grande esperto di cifre e di parole ci offre appassionati resoconti di tutte le maggiori manifestazioni

Ultimi Tweet

?>