Select Page

Pallanuoto, Il Posillipo vince l’EuroCup. Acquachiara perde a testa alta

di Gianna De Santis

CAMPIONATO MASCHILE – Campionato di A1 alle battute finali prima di lasciare spazio ai play off: nell’ultimo match si giocano la qualificazione Bogliasco e Lazio

Il campionato maschile è arrivato alle battute finali, restano infatti da giocare solo alcune gare dell’ultima giornata della regular season e cioè Acquachiara-Florentia (ore 13.30), Napoli-Bogliasco (ore 18), Savona-Lazio (ore 18), Posillipo-Roma Vis Nova (ore 19.30). Si sono già giocate Brescia-Sport Management 10-6 e Como-Pro Recco 7-17.

Nella 21° giornata a parte gli anticipi Florentia-Posillipo terminata 13-19 e Pro Reccco-Acquachiara, il resto dei risultati hanno visto la sorprendente vittoria del Savona sullo Sport Management per 10-7 (triplette di Fiorentini, Damonte e Filipovic) e del Bogliasco sul Como per 13-4. In ottica play-off il Bogliasco fa un bel passo in avanti lasciandosi alle spalle proprio il Como e poi la Lazio che ha ceduto 14-17 al Napoli. Partenopei che invece con questo successo sono automaticamente alla seconda fase della stagione. Con la Pro Recco che ha terminato la regular season al comando della classifica con 63 punti, il Brescia si prende il secondo posto vincendo con la Roma Vis Nova 7-16.

VERDETTI – A questo punto Acquachiara ha ancora un match da giocare ma il terzo posto è automaticamente suo. Le posizioni sono piuttosto definite, più che mai è la Lazio che può tentare di centrare l’ultimo posto per i play off,  ma deve battere il Savona e sperare che il Bogliasco non vinca con il Napoli. Roma Vis Nova e Florentia sono già retrocesse.

EURO CUP – Il Posillipo si aggiudica l’Euro Cup ai danni dell’Acquachiara, dopo il 6-6 dell’andata questa volta i rossoverdi si sono aggiudicati il derby per 11-10 dopo una gara piuttosto accesa. In una finale storica per i colori campani, i ragazzi di Occhiello tornano a fare la voce grossa in Europa. «Una finale fantastica – ha detto il presidente della Fin Barelli -, che ha visto quasi 10.000 persone sulle tribune tra andata e ritorno, facendo rivivere i fasti della grande pallanuoto. Ha vinto il Posillipo a distanza di dieci anni dall’Eurolega conquistata nel 2005. L’Acquachiara ha dimostrato il grande lavoro che negli anni ha portato avanti sia dal punto di vista tecnico che societario. È stato tutto impeccabile un vero e proprio spot per la pallanuoto».

CHAMPIONS LEAGUE – Nell’ottavo turno dei prelimninari di Champions League (gruppo A) il Brescia ha perso 10-5 contro gli ungheresi dell’Eger, mentre i campioni d’Italia della Pro Recco hanno battuto l’Olympiacos 8-12. Nella classifica Pro Recco in testa con 24 punti e qualificazione in tasca, il Brescia invece è ultimo e quindi fuori dai giochi con 5 lunghezze. Finale in programma dal 28 al 30 maggio.

NAZIONALE – Tempo di World League per gli azzurri di Campagna, che martedì giocano a Spalato contro la Croazia per l’ultimo turno del gruppo C. Appuntamento alle ore 18 con il Settebello che sfiderà i campioni olimpici in carica (remake della finale di Londra 2012) e al momento primi in classifica nel girone con 21 punti, proprio davanti agli azzurri a quota 17. All’andata finì 8-7 per i croati. Il ct Campagna ha convocato 14 giocatori: Lorenzo Bruni e Marco Del Lungo (Brescia), Alessandro Velotto (Napoli), Valentino Gallo (Posillipo), Stefano Luongo (Acquachiara), Cristiano Mirarchi (Roma Vis Nova), Francesco Di Fulvio, Matteo Aicardi, Alex Giorgetti, Stefano Tempesti, Pietro Figlioli, Niccolò Gitto, Massimo Giacoppo e Andrea Fondelli (Pro Recco). Alla Final Eight del 23-28 giugno a Bergamo sono già qualificate, oltre a Italia e Croazia, anche Australia, Brasile, Cina e Usa. Al match di domani non prenderà parte il campione croato Niksa Dobud, sospeso a tempo indeterminato dalla Fina a causa di una potenziale violazione delle norme antidoping. Il centroboa avrebbe eluso un controllo lo scorso 21 marzo, il giocatore parla di equivoco, ma in attesa che venga chiarito il tutto è sospeso dall’attività.

Risultati 21° giornata A1
Pro Reccco-Acquachiara 15-11, Florentia-Posillipo 13-19, Sport-Management-Savona 7-10, Roma Vis Nova-Brescia 7-16, Bogliasco-Como 13-4, Lazio-Napoli 14-17  

Classifica: Pro Recco* 63; Brescia* 61; Acquachiara 47; Sport Management* 44; Savona 34; Posillipo 29; Napoli 26; Bogliasco 21; Lazio 19; Como*19; Roma Vis Nova 10; Florentia 4.

Marcatori: Petkovic (Acquachiara) 58; Prlainovic (Pro Recco) 52; Radovic (Posillipo) 49; Vittorioso (Lazio) 43; Luongo M. (Sport Management) 42; Damonte (Savona) 41; Luongo S. (Acquachiara) e Samuels (Lazio) 40.

Prossimo turno (22° giornata) sabato 18 aprile: Brescia-Sport Management 10-6, Como-Pro Recco 7-17, Acquachiara-Florentia (ore 13.30), Napoli-Bogliasco (ore 18), Savona-Lazio (ore 18), Posillipo-Roma Vis Nova (ore 19.30).

PALLANUOTO FEMMINILE – Festa a Imperia: Len Trophy in bacheca. In finale battuta Padova 8-7

Nel prossimo weekend si decidono gli accoppiamenti delle semifinali con le sfide Messina-Catania e Bogliasco-Rapallo.

Il prossimo weekend sarà decisivo per i play off della Serie A1 femminile. Si disputano infatti gara 2 ed eventualmente gara 3 dei quarti che andranno a definire il tabellone delle semifinali. Gara 2 e gara 3 si giocheranno in casa della meglio classificata.

A scendere in acqua saranno Bogliasco e Rapallo, con il primo match terminato 12-11 ai rigori (7-7 il finale della gara); altra partita da seguire quella che vedrà opposte Messina e Orizzonte Catania, con la prima che parte con il vantaggio del 9-4 dell’andata.

Le squadre che vincono passano alle semifinali dove troveranno ad attenderle Plebiscito Padova e Imperia, con le gare che si disputeranno il 2, il 6 ed eventualmente il 9 maggio e che determineranno la finale per il primo e secondo posto, e poi la finalina di consolazione per la terza piazza.

 

QUARTI DI FINALE

Messina-Catania sabato 18 aprile alle ore 15

Bogliasco-Rapallo sabato 18 aprile ore 20.30

LEN TROPHY – La pallanuoto femminile internazionale ha intanto assegnato in questo weekend un importante trofeo, che ha visto in finale due compagine italiane e in pratica le due migliori formazioni dell’A1 femminile. Le campionesse italiane in carica hanno battuto fra le acque amiche della città di Imperia le rivali del Plebiscito Padova per 8-7, conquistando così la Len Trophy e il loro secondo trofeo continentale. Decisivi per la vittoria il secondo e il terzo quarto, in cui Imperia ha segnato sei reti e ne ha subite solo due. Sul terzo gradino del podio la formazione greca del Vouliagmeni (battuta 9-8 in semifinale dal Padova) che ha chiuso il match con le ungheresi dello Szeged per 10-8 (Imperia ha avuto la meglio in semifinale per 10-11).

Soddisfatto il presidente Barelli: «È festa per lo sport e la pallanuoto. La Mediterranea Imperia, dopo la storica conquista del primo titolo italiano, si riconferma anche in Europa. Complimenti anche alla Plebiscito Padova, sconfitta al termine di una finale tirata, che ha dimostrato tutto il suo valore che la vede capolista in campionato. L’equilibrio che ha contraddistinto la stagione, la crescita d’interesse e di qualità continuano a rendere il campionato italiano tra i più competitivi e seguiti al mondo. Il merito è delle società che, malgrado i problemi che condizionano l’intero sistema-Paese, continuano ad alimentare la pallanuoto, promuoverla sul territorio, formare atleti di alto livello e dare continuità e vivacità al progetto delle Squadre Nazionali».

About The Author

Ultimi Tweet

?>