Quando la passione per il nuoto e quella per la scrittura si incontrano nella stessa persona nasce un libro come Ritratti di Nuoto.

Lo scrittore è Luca Maria Soligo, padrone di casa del blog Fatti di Nuoto e ormai una delle colonne portanti di Corsia4.

Luca frequenta la piscina da quando aveva tre anni e non ho mai smesso. Atleta, bagnino, allenatore, dirigente sportivo e presidente di una società, in piscina ha trovato un’infinità di amiche ed amici e anche sua moglie!

“Il nuoto per me è semplicemente vita”.

​Lo sport è prestazione, ma dietro a ogni atleta c’è una storia da raccontare, il percorso che li ha portati ad essere lì in quel preciso momento a giocarsi una medaglia a nuotare per la vittoria. Il libro è una raccolta di ritratti di nuotatori, diapositive di grandi atleti immortalati in un preciso momento della loro carriera sportiva.

Dai suoi racconti emergono le emozioni degli atleti, i loro dubbi e le incertezze oltre che le grandi gioie derivanti dalle vittorie. Il chiaro intento è quello di farci immedesimare in quello che ha vissuto l’atleta per conoscere meglio oltre alle prestazioni il loro lato umano.

Il nuoto è uno sport a due facce. È molto solitario ed introspettivo, per apprezzarlo fino in fondo bisogna essere amanti del silenzio o abituarsi ad esso.

Nelle infinite ore di avanti e indietro in corsia, si impara ad ascoltarsi dentro, si fanno dei viaggi mentali impensabili. Però è anche molto coinvolgente, c’è un grande spirito di squadra dato dalla condivisione della fatica giornaliera, della lotta per il miglioramento.

Mi sono divertito molto nella ricerca di materiale scritto e filmato sui nuotatori del passato, un lavoro piuttosto lungo ma che mi ha permesso di scoprire cose che non sapevo e di confermarne altre che immaginavo.

È stato interessante vedere l’evoluzione del nuoto attraverso diverse epoche, dai primi del ‘900 fino ad oggi, e farne anche un parallelo con la trasformazione del mondo.

Ma le grandi imprese restano tali, sempre, e l’emozione che mi hanno dato nel riviverle è stata molto potente.

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: gli 800 stile libero

Gli 800 stile libero donne sono stati introdotti nel programma Olimpico a Città del Messico, nel 1968, e sono rimasti gara esclusivamente femminile fino a Tokyo 2020ne, quando il CIO ha deciso di aumentare il programma della vasca parificando le gare tra i due sessi....

Fatti di nuoto Weekly: USA Olympic Trials Predictions

Se non è l’evento più importante e spettacolare del nuoto mondiale, poco ci manca. Mentre i Trials australiani sono appena iniziati, e promettono di essere altrettanto determinanti per le sorti Olimpiche, i Trials originali, quelli USA, iniziano tra pochi giorni....

Curtis brilla alla Campus Aquae Swim Cup 2024, Magrassi da record

Archiviata anche la quinta edizione della Campus Aquae Swim Cup di Pavia, che si è svolta dal 7 al 9 giugno presso l’omonimo impianto lombardo. Tre giorni di gare che hanno visto impegnati gli atleti delle categorie Juniores  e Assoluti venerdì e sabato,  Esordienti...

Buona la prima per l’Olimpic Race di Napoli

La prima edizione della Olimpic Race a Napoli si è chiusa con un grandissimo successo. L'evento ha portato alla piscina Felice Scandone circa 800 atleti per un totale di oltre 2400 presenze gara. La manifestazione si è conclusa con la vittoria della squadra di casa,...

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: i 400 misti

I 400 misti sono entrati nel programma dei Giochi nella prima Olimpiade di Tokyo, quella del 1964, e da allora - a differenza dei 200 che hanno saltato due edizioni - non ne sono più usciti, rimanendo un punto fermo del programma natatorio sia per valori tecnici che...

CASC2024, al via la V edizione della Campus Aquae Swim Cup

Ha ufficialmente preso il via la V edizione della Campus Aquae Swim Cup. Il primo atto ufficiale dell’edizione 2024 è stata la conferenza stampa di presentazione che si è tenuta venerdì 6 giugno presso il Centro Sportivo Polifunzionale Universitario Campus Aquae di...
Il nuoto infatti è pieno di personaggi che vale la pena raccontare, di sfaccettature nascoste che potrebbero portare sempre più appassionati vicino a questa disciplina.

L’Italia è ormai da diversi anni una potenza internazionale in piscina, abbiamo milioni di praticanti ed appassionati su tutto il territorio, ma i nuotatori sono ancora considerati, sia legalmente che dal senso comune, dei dilettanti.

Spero di riuscire a convincere quante più persone possibili che il nuoto è uno sport che merita l’interesse del grande pubblico non solo in occasione delle Olimpiadi, cioè una volta ogni quattro anni.

Ritratti di Nuoto

Spesso si parla del nuoto come di uno sport oggettivo, a volte anche amaro, nel quale l’unico vero giudice è il tempo. Il cronometro non mente, vince chi lo fa scorrere meno a lungo.

Ma quanta fatica c’è dietro una vittoria? Quanti tipi di vittorie ci sono? Cosa, in fondo, differenzia una vittoria da una sconfitta, se da quest’ultima si impara qualcosa?

Tra le pagine di questo libro troverete storie di grandi nuotatrici e nuotatori, piccoli tasselli che ne hanno caratterizzato le vite ed indirizzato le carriere sportive, portandoli a cadute fragorose o a risultati inimmaginabili.

Sfumature nascoste in grandi carriere, episodi curiosi ma significativi, sulla via verso la realizzazione di un sogno.

Storie che possono essere d’ispirazione per chi ama il nuoto, o lo sport, come disciplina ma anche come metafora di vita. 

Ecco dove potete trovare Ritratti di Nuoto:

SPORTITALIA EDIZIONI 

LIBRERIA UNIVERSITARIA 

HOEPLI 

AMAZON 

RIZZOLI LIBRI 

UNILIBRO 

EBAY 

MONDADORI 

IBS