Si sono svolti a Rennes gli attesissimi Campionati Nazionali Francesi, prova che qualificava gli atleti d’oltralpe ai Mondiali di Fukuoka 2023.

Dopo alcuni anni di appannamento, la nazionale francese sembra aver ripreso parte dell’antico splendore, con diversi atleti protagonisti sia a livello europeo che mondiale e un paio di punte attesissime, su tutte il fenomeno Leon Marchand.

Vediamo come sono andate le gare nel nostro recap.

Marchand su tutti

Ed è stato proprio il poliedrico allievo di Bob Bowman ad impressionare di più, dando nella settimana di gare un’idea di grande forma che aumenta a dismisura l’hype per vederlo in opera ai Mondiali.

Marchand è partito con il record nazionale nei 200 rana, 2.06.59, crono numero 1 al mondo nel 2023 che gli avrebbe ampiamente regalato l’oro ai Mondiali dell’anno scorso, nuotato con una sicurezza che ha dello spaventoso. Pur essendo a soli 64 centesimi dal record del mondo, Marchand ha dichiarato che non nuoterà questa gara a Fukuoka, prediligendo i l suo classico programma dominato dai misti.

Il secondo giorno Marchand ha vinto i 200 stile in 1.46.44, i 200 farfalla in 1.55.79 e poi le due gare nelle quali è Campione del Mondo in carica, 200 misti (1.56.26) e 400 misti (4.10.57). Niente male.

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: gli 800 stile libero

Gli 800 stile libero donne sono stati introdotti nel programma Olimpico a Città del Messico, nel 1968, e sono rimasti gara esclusivamente femminile fino a Tokyo 2020ne, quando il CIO ha deciso di aumentare il programma della vasca parificando le gare tra i due sessi....

Luca Pozzi attraversa lo Stretto di Gibilterra e sale a quota 5 dei suoi “Oceans Seven”

L’uomo dei 7 mari ha colpito ancora! Perché Luca Pozzi, torinese di nascita e californiano d’azione, “nerd” come si autodefinisce, può essere invece tranquillamente chiamato lupo di mare!Per chi non lo sapesse Luca è uno dei pochi italiani che può vantarsi di aver...

Fatti di nuoto Weekly: USA Olympic Trials Predictions

Se non è l’evento più importante e spettacolare del nuoto mondiale, poco ci manca. Mentre i Trials australiani sono appena iniziati, e promettono di essere altrettanto determinanti per le sorti Olimpiche, i Trials originali, quelli USA, iniziano tra pochi giorni....

Curtis brilla alla Campus Aquae Swim Cup 2024, Magrassi da record

Archiviata anche la quinta edizione della Campus Aquae Swim Cup di Pavia, che si è svolta dal 7 al 9 giugno presso l’omonimo impianto lombardo. Tre giorni di gare che hanno visto impegnati gli atleti delle categorie Juniores  e Assoluti venerdì e sabato,  Esordienti...

Buona la prima per l’Olimpic Race di Napoli

La prima edizione della Olimpic Race a Napoli si è chiusa con un grandissimo successo. L'evento ha portato alla piscina Felice Scandone circa 800 atleti per un totale di oltre 2400 presenze gara. La manifestazione si è conclusa con la vittoria della squadra di casa,...

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: i 400 misti

I 400 misti sono entrati nel programma dei Giochi nella prima Olimpiade di Tokyo, quella del 1964, e da allora - a differenza dei 200 che hanno saltato due edizioni - non ne sono più usciti, rimanendo un punto fermo del programma natatorio sia per valori tecnici che...

Gli altri big

Non ci sarà solo Marchand nella nazionale francese per Fukuoka, ma anche tutti gli altri big, a partire da Maxime Grousset, che ha impressionato in tre distanze, 100 stile (47.62), 50 stile (21.78) e 100 farfalla (50.61).

Nella velocità ci sarà anche Florent Manaudou, che a 32 anni si appresta a giocarsi le sue chance nei 100 (48.12) ma sopratutto nei 50 stile, vinti con 21.62. doppia qualifica anche per l’emergente Mewen Tomac (classe 2001) che strappa il pass nei 100 e 200 dorso.

Nelle donne, Marie Wattel si qualifica in tre gare, 50-100 stile e 100 farfalla (57.34), Fantine Lesaffre in due, 200 e 400 misti, come Melanie Henique, 50 stile e farfalla, mentre la neo francese Anastasia Kirpichnikova ci sarà nelle tre distanze del mezzofondo, 400 (4.08.70), 800 (8.27.52) e 1500 stile (16.04.89).

C’è spazio anche per un pò di Italia, con la coppia Egorova-Joly, allenata da Stefano Morini a Livorno, ad imporsi rispettivamente nei 400 stile (4.07.51) e nei 800 e 1500 stile (7.49.41 – 14.56.46).

Foto: Fabio Cetti | Corsia4