Negli States si fa sul serio e in attesa dei Mondiali in corta, in programma a Melbourne dal 13 al 18 dicembre, ci sono i Toyota US Open Championships a rubare la scena!

A Greensboro viene frantumato un World Record Junior, diversi record dei campionati e oltre a essere stampate diverse migliori prestazioni mondiali stagionali.

Super McIntosh!

Continua il momento magico di Summer McIntosh. La canadese classe 2006 regala spettacolo nella vasca americana. Andiamo con ordine. Su tutti il nuovo record mondiale giovanile nuotato nei 400 misti. 4’28’’61 migliora quello che già era un suo primato, nuotato in estate in 4’29’’01. Con questo tempo però aggiorna anche diversi altri record: US Open, prima 4’31’’07 della Hosszú del 2015, record dei Campionati, prima 4’37’’34 di Melanie Margalis del 2019 oltre ai vari primati nazionali e americani. Insomma un bel bottino, senza dimenticare che è primo crono al mondo in stagione e terzo all-time!

McIntosh che poi regala un testa a testa favolo con Katie Ledecky nei 400 stile, vinto dall’americana per soli otto centesimi per poi relegarsi al secondo posto anche nei 200 dorso chiusi in 2’07’’15 dietro alla Smith.

Impressionante la qualità che la canadese riesce a esprimere nella distanza dei 200 metri nei 4 stili: a Greensboro infatti oltre ai 200 dorso ha gareggiato anche nei 200 rana chiudendo prima la finale B in 2’30’’85, che aggiunti al WRJ che già possiede nei 200 farfalla e al personale di 1’54’’79 nei 200 stile la rendono una delle più complete atlete della storia!

Fatti di nuoto Weekly: cavare il sangue dalle rape

Piccola e impopolare riflessione sul nuoto contemporaneo di Fatti di nuoto Weekly.  Nello scrivere settimanalmente di nuoto, per questa rubrica e non solo, passo due terzi dell’anno a cercare le notizie più nascoste, le curiosità, gli anniversari, le piccole...

Road to Parigi, il Recap dei Trials Australiani

Anteprima dei Giochi dalla terra dei canguri! A cosa abbiamo assistito in questi sei giorni australiani? Livello fuori dal comune quello visto a Brisbane, pari ormai a quello che possiamo trovare nei Trials USA, che fanno dell’Australia la seconda potenzia mondiale...

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: gli 800 stile libero

Gli 800 stile libero donne sono stati introdotti nel programma Olimpico a Città del Messico, nel 1968, e sono rimasti gara esclusivamente femminile fino a Tokyo 2020ne, quando il CIO ha deciso di aumentare il programma della vasca parificando le gare tra i due sessi....

Fatti di nuoto Weekly: USA Olympic Trials Predictions

Se non è l’evento più importante e spettacolare del nuoto mondiale, poco ci manca. Mentre i Trials australiani sono appena iniziati, e promettono di essere altrettanto determinanti per le sorti Olimpiche, i Trials originali, quelli USA, iniziano tra pochi giorni....

Curtis brilla alla Campus Aquae Swim Cup 2024, Magrassi da record

Archiviata anche la quinta edizione della Campus Aquae Swim Cup di Pavia, che si è svolta dal 7 al 9 giugno presso l’omonimo impianto lombardo. Tre giorni di gare che hanno visto impegnati gli atleti delle categorie Juniores  e Assoluti venerdì e sabato,  Esordienti...

Buona la prima per l’Olimpic Race di Napoli

La prima edizione della Olimpic Race a Napoli si è chiusa con un grandissimo successo. L'evento ha portato alla piscina Felice Scandone circa 800 atleti per un totale di oltre 2400 presenze gara. La manifestazione si è conclusa con la vittoria della squadra di casa,...

Un martello Katie Ledecky!

Non molla niente Katie Ledecky! Sembra tornata in gran spolvero l’americana, stakanovista e insaziabile di vittorie.

Come detto prima, vince e si prende la rivincita sulla McIntosh nei 400 stile, chiudendo in 3’59’’71 con il nuovo record dei campionati, migliorando il 4’00’’51 del 2021 e prendendosi anche il primo crono mondiale di stagione. Risultato questo che otterrà anche nelle altre prove: nei 200 stile con 1’56’’74, negli 800 con 8’13’’90 e nei 1500 con 15’44’’13!

Smith e Kalisz on fire!

Prove superbe per i due statunitensi.

Regan Smith porta a casa un pokerissimo di successi infilando anche due record dei campionati: ci riesce nei 100 dorso vinti in 57’’95 (precedente 58’’63 di Phoebe Bacon del 2019) e nei 200 dorso, chiusi in 2’05’’28 (precedente suo di 2’07’’09 del 2021). Non paga la Smith vince anche i 200 misti in 2’10’’40, i 100 farfalla in 57’’65 e i 200 farfalla in 2’07’’30 a un solo decimo dal record dei campionati di Susan O’Neill datato addirittura 1999. Ovviamente in queste cinque prove fa registrare la miglior prestazione mondiali stagionale.

Bene anche Chase Kalisz: l’ex oro olimpico vince i 200 misti in 1’56’’52 firmando il nuovo record dei campionati (precedente suo in 1’57’’28 del 2019) e i 400 misti, con 4’10’’09, anche qui nuovo record dei campionati, battendo il vecchio primato di Sebastien Rousseau di 4’11’’11 del 2013!

Foto: Fabio Cetti | Corsia4