L’estate si avvicina, la primavera fa capolino, la natura si risveglia e con essa giunge sulla nostra tavola uno dei suoi doni più preziosi: tanta frutta golosa e succosa per fare il pieno di salute!

I nutrienti della frutta infatti non solo forniscono energia all’organismo, ma sono indispensabili per il nostro benessere generale e per prevenire parecchie patologie.

Quando assumere la frutta in modo da ottimizzare tutti i suoi poteri nutrizionali?

La risposta può variare molto in base a ciò che abbiamo mangiato prima o che ci apprestiamo a mangiare, insomma dalle “caratteristiche” del pasto. Vediamo di fare un po’ di chiarezza.

  • Pasto abbondante e sregolato (ricco di grassi e carboidrati “cattivi”): ben venga la frutta dopo un pasto del genere!
    Le sue proprietà antiossidanti, grazie alla presenza di polifenoli, vanno a contrastare i processi infiammatori che si attivano nel nostro organismo in seguito al metabolismo di cibi non propriamente salutari.
    I frutti più ricchi di polifenoli sono uva rossa, mirtilli, more, prugne, susine e tutti gli agrumi. Questa attività va a proteggere soprattutto il benessere del cuore e dei vasi sanguigni.
  • Pasto regolare: in questo caso è preferibile mangiare frutta prima dei due pasti principali, poiché le fibre in essa contenute riducono l’assorbimento degli zuccheri e abbassano l’indice glicemico oltre che dare un certo senso di sazietà e risultare perciò utile nelle diete ipocaloriche.
    La frutta si digerisce in 30 minuti circa e in questo tempo tutti i suoi preziosi nutrienti vengono assorbiti in quantità ottimale dal nostro organismo. Relegando la frutta a fine pasto i tempi digestivi si allungano e molte di queste sostanze vengono “contaminate” dalla digestione degli altri cibi.
    Può capitare inoltre che sommando questi processi digestivi la frutta fermenti nell’intestino provocando fastidio e gonfiore.

In media si consiglia di assumere frutta o circa 3 ore prima del pasto principale o un’ora e mezza dopo.

Roma 2022 | Finali Day2: Le interviste degli azzurri

Direttamente dalla zona mista dello Stadio del Nuoto, ecco le dichiarazioni degli azzurri nel secondo pomeriggio di questi Europei 2022.Panziera: “Il publico si è fatto sentire parecchio, è stato molto emozionante. Gareggiare in casa è stata una bella soddisfazione,...

Roma 2022 | D2: Super Italia, oro con Panziera, Ceccon, Martinenghi e Quadarella, argento Poggio e 4×100 mi mix

Il secondo pomeriggio di finali romane di questi Europei 2022 presenta diverse occasioni ghiotte per gli azzurri. Vediamo come è andata nel nostro recap!200 dorso femmine ORO! Con una condotta di gara perfetta, in testa dal primo all'ultimo metro, Margherita Panziera...

Roma 2022 | D2 il recap delle batterie e le interviste degli Azzurri

Dallo Stadio del Nuoto di Roma il recap delle batterie del secondo giorno di gare agli Europei 2022 e le dichiarazioni degli Azzurri in zona mista.#nuoto #Roma2022 #recap batterie day2   🏆 50 fa F 🟢 6.Di Pietro 26.06 / 14.Cocconcelli 26.74 🔴 17. Di Liddo 26.91 🔝...

Roma 2022 | Italia subito protagonista, oro Razzetti, argento 4×200 e bronzo Matteazzi

Dopo la cerimonia di inaugurazione, le parole delle autorità e la sfilata dellle nazioni, è davvero tutto pronto: Roma 2022 può partire! Vediamo com’è andata la prima sessione di semifinali e finali allo Stadio del Nuoto.50 farfalla maschi semi La prima semifinale se...

Roma 2022 | D1 il recap delle batterie e le interviste degli Azzurri

Dallo Stadio del Nuoto di Roma il recap delle batterie del primo giorno di gare agli Europei 2022 e le dichiarazioni degli Azzurri in zona mista. #nuoto #Roma2022 #recap batterie day1 🏆 50 fa M🟢4.Codia 23.28 / 5.Ceccon 23.38🔴19.Gargani 23.79 / 29.Rivolta 23.98🔝...

Roma 2022 | gli Azzurri del Nuoto e le gare

L'attesa è finita da domani al via la XXXVI edizione dei Campionati Europei di Roma 2022.  La città eterna ospiterà 49 Nazioni e oltre mille atleti, di cui 102 del Team Italia, il più numeroso di sempre nelle cinque discipline in programma: nuoto in vasca, nuoto in...

Frutta a fine pasto, quali? 

Se si è abituati al frutto a fine pasto, niente paura!

Posso consigliare quello più adatto per conciliare abitudini e motilità gastrica: la mela ad esempio favorisce la digestione, l’ananas è ricco di enzimi che favoriscono l’assorbimento delle proteine ed è perciò preferibile dopo un pasto ricco di carne, agrumi e kiwi grazie alla vitamina C aumentano l’assorbimento del ferro.

In fin dei conti, a parte quanto detto sinora, non ci sono controindicazioni gravi relative all’assunzione di frutta in nessun momento della giornata: lo stomaco è attrezzato per digerirla e molto varia in base al nostro organismo e alle nostre necessità.

Ciò che conta davvero è consumare almeno 5 porzioni di frutta al giorno, sempre preferendo quella di stagione, partendo dalla colazione fino, perchè no, allo spuntino prima di coricarsi.

Un modo facile e goloso per regalare al nostro corpo un pieno di salute ed energia!

Share and Enjoy !

Shares