Si dice sempre che “l’abito non fa il monaco” ma in piscina è davvero così?

Personalmente ho sempre pensato che l’abbigliamento che scegliamo per il nuoto, dica molto più di noi di quanto vorremmo.

In vasca indossiamo pochi elementi: un costume, una cuffia, a volte un indumento da gara. Ma anche con così pochi capi siamo in grado di rivelare non troppo velatamente il nostro stile.

Vediamo come…

Ciabatte o infradito?

Uno dei primi elementi che ci salta subito all’occhio è ciò che abbiamo ai piedi. Le infradito, da ormai molti anni, sono il trend scelto da chi vuole mostrare il proprio lato più giovane ed estroso anche per la varietà di toni e colori con cui si trovano in commercio, ma c’è chi ancora oggi non riuscirebbe a rinunciare alle proprie ciabatte, sia per la comodità, che per quel tocco di stile anni ’90.

Asciugamano o accappatoio?

Un altro modo di esprimere la nostra personalità in vasca è certamente determinato dalla scelta dell’indumento con cui ci asciughiamo una volta fuori dall’acqua; gli amanti del comfort e i più freddolosi sceglieranno inevitabilmente l’accappatoio ma c’è chi non sognerebbe mai di indossarlo perché più adatto, a loro dire, a essere utilizzato in casa.

La stagione agonistica dei Master al tempo del coronavirus

  Ci eravamo lasciati a inizio estate, con il superamento del lockdown e le piscine che coraggiosamente riaprivano i battenti, consentendo alla nostra più o meno attempata comunità di irriducibili delle corsie di riprendere confidenza con l’elemento liquido e con...
Read More

Sydney2000 Special, la 4×100 stile e il Rock ‘n’ Roll Australiano

Meno di un mese prima dell’inizio delle Olimpiadi di Sydney, la nazionale australiana di nuoto si trova in collegiale a Melbourne. Ci sono tutti, da Michael Klim a Grant Hackett, da Ian Thorpe a Kieren Perkins. È una nazionale piena di stelle che si sta preparando per...
Read More

Training Lab, Errori biomeccanici nello stile libero come causa di infortunio nei nuotatori

In uno sport ciclico come il nuoto, l’elevata ripetitività di alcuni gesti tecnici pone inevitabilmente i nuotatori ad affrontare l’argomento infortuni. Proprio per evitare di fasciarsi la testa con assunzioni approssimative e non veritiere occorre analizzare meglio...
Read More

ISL2020 | Scopriamo i team della seconda edizione

Tramite una videoconferenza stampa in diretta da Parigi - leggi QUI l'articolo di presentazione - il Presidente Konstantin Grigorishin ed i suoi collaboratori hanno formalizzato il ritorno della International Swimming League, annunciando l’organizzazione della seconda...
Read More

Swim Stats | La storia dei 200 stile libero: Federica Pellegrini

Nel mondo del nuoto, sono pochissimi i binomi gara-atleta che si connettono automaticamente come i 200 stile libero e Federica Pellegrini. Negli ultimi 15 anni di competizioni, Fede ha vinto tutto quello che c’è da vincere, battuto record ed avversarie, rivoluzionato...
Read More

ISL2020 | l’International Swimming League ai blocchi di partenza

In un anno maledetto, che ci ha privato purtroppo ma giustamente, di tutto il meglio che c’era da aspettare acquaticamente parlando (Giochi, vi aspettiamo l’anno prossimo, niente scherzi) un lampo di speranza arriva dalla nuova lega del nuoto di Konstantin...
Read More

A ognuno la sua forma

E come potremmo trascurare la forma del costume che utilizziamo?

Se per gli uomini la scelta è più limitata, le donne devono imparare a destreggiarsi tra lo spessore della spallina, la sgambatura e l’apertura sulla schiena del proprio swimwear. E non dimentichiamo che il desiderio di “osare” con i propri costumi passa anche attraverso il colore: chi vorrà farsi notare non sceglierà certamente tinte neutre ma preferirà colori fluo immediatamente riconoscibili.

Slip o boxer?

So che potrebbe sembrare la domanda di un talk show, ma anche ciò che indossano i nostri atleti maschi può dire molto di loro: se per gli agonisti ed ex agonisti la risposta “slip” è scontata, c’è chi non rinuncerebbe mai ai propri boxer. Quest’ultimo “copre” e nasconde decisamente di più… anche quella pancetta di troppo.

Tappanaso o… stile libero?

Personalmente non potrei mai indossare un tappanaso, ma c’è chi di questo piccolo accessorio ha fatto un vero e proprio tratto distintivo: inutile ricordare che in commercio ne esistono di tutte le forme e colori… così come inutile sarebbe dire che i sostenitori del minimalismo in vasca storcerebbero il naso (sarà un caso?) soltanto a sentirlo nominare!

Si potrebbe scrivere un libro per raccontare tutte le stranezze che indossiamo noi nuotatori in vasca (posso giurare di aver incontrato un atleta con ciabatte in stoffa) ma, del resto, non c’è posto migliore per esprimere la nostra personalità e fantasia che nel confortevole luogo dove pratichiamo il nostro sport preferito!

Foto copertina: Arena Water Instinct