Select Page

Speciale MasterS, 5° Trofeo Città di Novara: Travaini mondiale nei 100 rana

Speciale MasterS, 5° Trofeo Città di Novara: Travaini mondiale nei 100 rana

Trofeo Città di Novara

 

Data: 21 gennaio 2018
Sede: Novara – Piscina comunale
Vasca: 25 metri – 10 corsie
Organizzazione: Natatio Master Team

Atleti

Società

Record Totali

Classifica di Società

Milano Nuoto Master LOM 58.179,93
Derthona Nuoto PIE 47.342,90
Rari Nantes Saronno LOM 38.346,48

 

Metodo: ”fissi con premio vittoria” ( 9-7-6-5-4-3-2-1 punti dal 1° all’8° classificato per ogni categoria) comprese le staffette

La società organizzatrice – Natatio Master Team (40.661,61) – per fair play si esclude dalla premiazione.

La terza tappa del Circuito Nord Ovest non si è fatta mancare nulla, fra i cinque record stabiliti spiccano il mondiale dei 100 rana e l’europeo nei 200 misti M55 di Carlo Travaini (foto copertina) oltre a tre nuovi primati italiani due nei 50 dorso e uno nei 200 farfalla.

Ma scendiamo nel dettaglio: Carlo Travaini nella ultima prova della manifestazione realizza il record mondiale dei 100 rana M55 (VIDEO della gara) con il crono di 1.06.65 che cancella il precedente 1.06.80 dell’americano David Guthrie nuotato nel 2016 e in Europa l’1.08.13 del tedesco Kusch risalente al 2009 e “sfiorato” a Milano nel passaggio del 200 dove aveva stabiliti il precedente record italiano con 1.08.52. In mattinata Carlo Travaini aveva già nuotato nei 200 misti il nuovo primato europeo con il crono di 2.17.74 che spazza via il 2.23.49 detenuto da due olandesi Bregman (2009) e uguagliato da Weyhenke nel 2015, mentre in Italia sostituisce il 2.27.40 di Francesco Sennis.

Nella sessione di gare mattutina Daniela Pedacchiola si prende lo scettro dei 200 farfalla M55 il suo 2.43.18 va a sostituire il precedente 2.47.64 nuotato nella scorsa stagione da Monica Vaccari. Nel pomeriggio doppio centro nei 50 dorso: Franca Bosisio con 32.02 cancella il 32.44 che apparteneva alla specialista Silvia Parocchi mentre Giorgio Perondini migliora il suo primato M80 nuotato la scorsa stagione di oltre un secondo portandolo a 43.88 (prec. 44.92).

Premiate inoltre le tre migliori prestazioni assolute maschili e femminili:

1. Carlo Travaini M55 100 ra 1.06.65 – 1058.81 RM
2. Fabio Cavalli M50 50 ra 30.96 – 989.66
3. Igor Piovesan M40 800 sl 8.43.30 – 969.85

1. Daniela Pedacchiola M55 200 fa 2.43.18 – 1006.31 RI
2. Franca Bosisio M50 50 do 32.02 – 1006.25
3. Daniela De Ponti M50 200 mi 2.36.26 – 977.35

Vediamo quindi nel dettaglio i migliori risultati delle specialità in programma.

BodyCare, asma e nuoto… si può!

Uno dei più famosi nuotatori a sperimentarlo fu il grande Giorgio Lamberti, che nel 1989 stampò un 200 stile libero da record del mondo: per gli asmatici il nuoto è un toccasana. Non solo lui, ma tanti altri nuotatori hanno sofferto (e tuttora soffrono) di tale...

L’affondo di DARKPOOL: John Doe, i cavalieri dell’apocalisse e l’elio superfluido

Cavalco a briglia sciolta tra le letture più avvincenti dell’ultimo periodo per non pensare alla noiosa quotidianità. Sospese per un attimo anche le zingarate con gli amici in spandex, saltello tra testi che mi parlano dei superconduttori, della superfluidità e sto...

Training Lab, road to Glasgow… e non solo: analisi degli Assoluti

Ci troviamo sempre a parlare di Campionati Italiani Assoluti Primaverili prima di tutto per il momento dell’anno solare in cui sono collocati. E anche per la stagione esclusivamente natatoria possiamo sempre parlare dei fiori di primavera. Infatti in occasione del...

Pagellino SuperMaster 2017-18: Bari, Legnano, Priolo e Spresiano a confronto

Quattro manifestazioni in programma nel fine settimana di metà aprile con oltre duemila Master impegnati in vasca. Al 9° Trofeo Paolo Pinto di Bari si nuota in vasca lunga, mentre la migliore manifestazione della settimana è il 12° Trofeo Città di Legnano che fa...

Mesa TYR Pro Swim: tris per Kalisz, Andrew, Smith e Smoliga

Terza tappa del TYR Pro Swim Series direttamente da Mesa, USA. Anno tranquillo per i big americani che si godono da lontano Giochi del Commonwealth e in estate gli Europei di Glasgow e i Giochi Asiatici. Insomma un 2018 di passaggio per Ledecky & Co. che si...

Swim Stats, tutti i numeri degli Assoluti 2018

I Trials 2018 sono terminati , mandando agli archivi un’altra edizione degli Assoluti nella quale le grandi aspettative della vigilia non sono state disattese. Il metodo di selezione per gli Europei di Glasgow, per gli Eurojunior e per i Giochi del Mediterraneo ha...

200 stile libero
Nella prima prova in programma due le prestazioni eccellenti nuotate da Daniela Sabatini oro M50 in 2.17.71 (966.67) e Igor Piovesan primo negli M40 e unico sotto la barriera dei 2 minuti con 1.59.01 (964.54). Seguono le prove di Alessandro Foglio che si aggiudica gli M30 in 2.00.90 (905.05) e di Massimiliano Suttora vincitore degli M35 in 2.05.16 davanti a Marco Colombo con 2.05.24 (904.12 e 903.55), mentre al femminile segnaliamo la vittoria di Valerio Marmo nelle M30 con 2.20.04 (894.10) e di Giulia Pastore nelle M25 con 2.19.95 (884.82).

50 rana
Il più veloce alle piastre è l’M45 Emiliano Gallazzi con 30.81 (957.48), ma vince abbondantemente ai punti la prestazione di Fabio Cavalli oro M50 in 30.96 (989.66).; terzo tabellare per Riccardo Terno primo M35 in 34.65 (925.83) e quarto per la vittoria M40 di Vittorio Federici con 32.34 (894.56).
La migliore prestazione al femminile è quella della specialista Carla Venice vincente nelle M30 con 34.65 (925.83), seguita da Clizia Borrello e Silvia Marchesi vincenti rispettivamente nelle M40 e M35 con 38.05 e 38.39 (882 e 855.69).

200 misti
Nella terza prova in programma arriva il primo record europeo di Carlo Travaini che con 2.17.74 totalizza 1027.30 punti, fra le donne è invece l’M50 Daniela De Ponti a raccogliere il miglior punteggio di 977.35 grazie al crono 2.36.26, preceduta alle piastre solo da Simona Baravalle vincitrice M35 in 2.36.09 (916.65), mentre Chiara Lui si aggiudica le M40 in 2.37.57 (916.55).
In campo maschile buone vittorie per Marco Colombo M35 con 2.18.78 (912.67), Stefano Capovilla M30 autore del miglior crono di 2.15.50 (902.21) e Raffaele Rosaia M25 in 2.15.69 (902.20).

50 stile libero
Un trio della Milano Nuoto Master in vetta alla classifica delle prestazioni: il più veloce è l’M30 Alberto Sala con 23.99 (328.30), preceduto ai punti dalla vittoria M50 di Fabio Cavalli con 26.11 (940.25) e seguito da Stefano Vaghi primo M55 in 27.13 (925.54); quarto punteggio per Fabio Monolo argento M50 in 26.55 (924.67).
Settore femminile che vede in vetta Daniela Sabatini con la vittoria M50 in 29.95 (924.21), mentre l’M45 Delia Dematti con 29.44 raccoglie 918.14 punti.

200 farfalla
Il record italiano M55 di Daniela Pedacchiola con 2.43.18 vale la miglior prestazione di specialità e ben 1006.31 punti, bene anche l’M50 Lucilla Corio che completa la sua prova in 2.50.58 (905.79) mentre il miglior risultato maschile è ottenuto da Giovanni Brazzale che vince gli M35 in 2.17.01 (910.81).

200 dorso
Nell’ultima prova individuale della mattina Simonetta Cavallero prima M55 con 2.52.34 totalizza il miglior tabellare di 934.66 punti, segue Daniela De Ponti prima M50 in 2.45.48. In campo maschile migliore prestazione è del primatista M65 Giannantonio Scaramel con 2.56.89 (901.07), mentre il crono più veloce è nuotato da Giacomo Borroni primo M30 in 2.15.54 (899.07).

4x50 stile libero
A chiudere la sessione mattutina di gare l’unica staffetta in programma: il miglior quartetto maschile è quello della Milano Nuoto Master categoria M160 (foto R. Consilvio) che con Alberto Sala, Stefano Drago, Fabio Cavalli e Fabrizio Piciocchi chiude in 1.40.43 e 959.08 punti. Fra le donne è invece la B.Fit Legnano a realizzare miglior crono e punteggio con la staffetta M100 composta da Carla Venice, Laura Bozzato, Federica Casarotto e Isabella Gamucci che nuota in 1.56.52 (953.66).

800 stile libero
Al pomeriggio si riparte con la gara più lunga: migliore prestazione è di Igor Piovesan vincitore negli M40 in 8.43.30 (969.85), seguito dall’oro M65 Giannantonio Scaramel con 10.46.39 (955.04) e da Giovanni Brazzale primo M35 in 9.04.49 (932.34). Bene negli M50 Sandro Vezzani che vince in 9.46.07 davanti a Luca Monolo con 9.54.61 (923.95 e 910.68), over-900 anche Massimiliano Suttora argento M35 in 9.18.35 (909.20). Miglior crono femminile per Valeria Marmo oro M30 in 10.11.32 (893.36), preceduta però ai punti da Valentina Lugano vittoriosa nelle M35 in 10.15.45 (896.99).

100 misti
Sprint dei misti, unica prova senza punteggi oltre i 900 punti, segnaliamo le migliori prestazioni di Simonetta Cavallero oro M55 in 1.22.90 (893.00) e di Christian Coscia primo M40 in 1.06.03 (883.54).

50 farfalla
Franca Bosisio vince le M50 in 30.13 a meno di due decimi dal record italiano e raccogliendo ben 1004.65 punti, seguono la vittoria M55 di Daniela Pedacchiola con 33.21 (951.52) e nelle M45 di Sabina Vitaloni con 31.81 (923.92), mentre il crono più veloce è quello di Laura Bozzato oro M25 in 30.01 (912.70). In campo maschile il primatista M35 Leonardo Federici realizza la migliore prestazione grazie al crono di di 26.25 (931.05), secondo tabellare per Stefano Vaghi alla vittoria M55 in 29.28 (930.33) e terzo per Stefano Capovilla primo M30 in 31.81 (923.92).

100 stile libero
Nella velocità ritroviamo protagonista l’M30 Alberto Sala con il miglior crono di 52.63 e punteggio da 938.44 punti, alle sue spalle Giacomo Borroni in 54.15. Un’altra doppietta over-900 negli M45 con Daniel Kormendi alla vittoria in 58.53 davanti a Daniele Guidi con 58.61 (901.42 e 900.19). Al femminile la più veloce è Isabella Gamucci prima nelle M25 con 1.02.95 che realizza il miglior tabellare di 887.05 punti.

50 dorso
Il record italiano M50 di Franca Bosisio con 32.02 vale la miglior prestazione di specialità con 1006.25 punti, mentre al maschile è Giuseppe Tiano vincente negli M50 con 29.93 a realizzare il tabellare più alto con 945.87 punti. Poco distante Leonardo Federici oro M35 in 27.68 (943.28), mentre il primato italiano M80 di Giorgio Perondini con 43.88 frutta 908.39 punti.

100 rana
Chiusura con il botto e il record mondiale di Carlo Travaini: il suo 1.06.65 vale 1058.81, seguono ai punti tre prestazioni femminili: Sabina Vitaloni vince le M45 in 1.17.65 (961.88), Carla Venice realizza il miglior crono di 1.15.30 che nelle M30 porta 934.26 punti e Chiara Lui con 1.19.38 è oro M40 (914.21). Bene anche Matteo Modugno primo negli M45 in 1.11.31 (909.97) e Raffaele Rosaia alla vittoria M25 in 1.09.11 (880.77).

(Foto copertina: R. Consilvio)

 

About The Author

Responsabile sezione Master, istruttore di nuoto, ex-ago di nuoto e salvamento, “Ing-mamma-atleta” Master

Ultimi Tweet

?>