Secondo appuntamento con l’International Alpha Cup direttamente dalla piscina olimpionica del Centro Sportivo Bocconi a Milano.

Tanti erano gli azzurri presenti in vasca domenica 5 maggio, per un’uscita transitoria ma comunque di prestigio.

I “parigini”

Diversi sono stati i big che sono in via di preparazione per i Giochi, e che con il biglietto già in tasca possono programmare al meglio l’evento clou di stagione.

Nicolò Martinenghi è uno di questi, e a Parigi avrà da difendere il bronzo di Tokyo. Qui vince sia i 50 rana in 27’’00 – miglior prestazione maschile in termine di punteggio – che i 100 in 1’00’’27 lontano ovviamente dai suoi tempi migliori.

Situazione simile anche per Alessandro Miressi, che vince i 100 stile in 49’’45 ed è secondo nei 50 in 23’’08 scambiandosi le posizioni con Lorenzo Zazzeri, oro nei 50 in 22’’63 e secondo nei 100 con 49’’68.

Nella gara regina è presente anche Filippo Megli, che chiude quarto in 50’’54 mentre nei 200 spalleggia nuovamente con la rivelazione degli ultimi Assoluti Alessandro Ragaini che ha la meglio in 1’48’’15 (per lui piazzamento anche nei 100 farfalla dove è terzo in 53’’81). Per Megli 1’50’’48, infilato anche dallo svizzero Antonio Djakovic con 1’48’’93.

Blande anche le prove di Alberto Razzetti, secondo nei 200 misti in 2’02’’20 dietro a Lorenzo Glessi (2’02’’11) e terzo nei 200 farfalla con 1’59’’14.

Al femminile bene Sara Curtis, oro nei 50 e 100 stile in 25’’26 e 55’’02 oltre al successo nei 50 dorso chiusi in 28’’96.

Squillo anche per Simona Quadarella, prima nei 200 stile in 2’00’’95 e Sara Franceschi, che vince i 200 misti in 2’15’’33.

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: gli 800 stile libero

Gli 800 stile libero donne sono stati introdotti nel programma Olimpico a Città del Messico, nel 1968, e sono rimasti gara esclusivamente femminile fino a Tokyo 2020ne, quando il CIO ha deciso di aumentare il programma della vasca parificando le gare tra i due sessi....

Fatti di nuoto Weekly: USA Olympic Trials Predictions

Se non è l’evento più importante e spettacolare del nuoto mondiale, poco ci manca. Mentre i Trials australiani sono appena iniziati, e promettono di essere altrettanto determinanti per le sorti Olimpiche, i Trials originali, quelli USA, iniziano tra pochi giorni....

Curtis brilla alla Campus Aquae Swim Cup 2024, Magrassi da record

Archiviata anche la quinta edizione della Campus Aquae Swim Cup di Pavia, che si è svolta dal 7 al 9 giugno presso l’omonimo impianto lombardo. Tre giorni di gare che hanno visto impegnati gli atleti delle categorie Juniores  e Assoluti venerdì e sabato,  Esordienti...

Buona la prima per l’Olimpic Race di Napoli

La prima edizione della Olimpic Race a Napoli si è chiusa con un grandissimo successo. L'evento ha portato alla piscina Felice Scandone circa 800 atleti per un totale di oltre 2400 presenze gara. La manifestazione si è conclusa con la vittoria della squadra di casa,...

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: i 400 misti

I 400 misti sono entrati nel programma dei Giochi nella prima Olimpiade di Tokyo, quella del 1964, e da allora - a differenza dei 200 che hanno saltato due edizioni - non ne sono più usciti, rimanendo un punto fermo del programma natatorio sia per valori tecnici che...

CASC2024, al via la V edizione della Campus Aquae Swim Cup

Ha ufficialmente preso il via la V edizione della Campus Aquae Swim Cup. Il primo atto ufficiale dell’edizione 2024 è stata la conferenza stampa di presentazione che si è tenuta venerdì 6 giugno presso il Centro Sportivo Polifunzionale Universitario Campus Aquae di...

Chi sogna la Francia!

Se per coloro appena citati l’Olimpiade è già una certezza, per alcuni è ancora un obbiettivo alla portata da raggiungere.

Per esempio Martina Carraro, che nonostante abbia gli slot dei 100 rana chiusi può ancora sperare nei 200. Qui vince proprio la gara più lunga in 2’28’’08 e anche nelle due vasche mette tutte dietro toccando in 1’07’’69: miglior prestazione femminile in termine di punteggio.

Sogni di gloria anche per Silvia Scalia, prima nei 100 dorso in 1’01’’57 e per Matteo Restivo, che nei 200 dorso chiude in 2’00’’26 arrendendosi ad un protagonista dei recenti Criteria come Matteo Venini che vince in 1’59’’59.

Tra le più giovane occhio anche a Paola Borrelli, prima nei 200 farfalla in 2’11’’50 e seconda nei 100 con 59’’72, beffata da Costanza Cocconcelli che vince in 59’’12.

Obbiettivo olimpico ancora in piedi anche per Giacomo Carini, che vince i 100 e 200 farfalla rispettivamente in 53’’40 e 1’58’’56.

Foto: Fabio Cetti | Corsia4