Ben dieci le gare di questa lunga seconda sessione degli Assoluti Invernali 2022, l’evento che allo Stadio del Nuoto di Riccione sta definendo la nazionale per i Mondiali di Melbourne.

Vediamo come sono andate le gare di questo pomeriggio.

100 misti uomini

Marco Orsi esprime tutta la sua velocità e potenza nella gara che più lo rappresenta in vasca corta, quella dove detiene il titolo europeo, ma si ferma abbastanza lontano (52.62) sia dal suo personale che dal limite di 51.69 richiesto dalla FIN per la qualificazione mondiale. L’argento va a Lorenzo Glessi (53.32) ed il bronzo a Nicolo’ Franceschi (54.36).


1500 stile libero uomini

Assenti tutti i big, Ivan Giovannoni ne approfitta per mettersi al collo l’oro nazionale, con il tempo di 14.42.76, precedendo Luca De Tullio (14.44.40) e Davide Marchello (14.47.21).

800 stile libero donne 

Nessuna sorpresa per la vittoria netta di Simona Quadarella, già qualificata in virtù delle vittorie agli Europei di Roma e che qui si impone con 8.15.01, davanti a Isabella Sinisi (8.24.00) e Antonietta Cesarano (8.25.10).


200 rana uomini

In una gara priva di nomi altisonanti, Gabriele Mancini, classe 2002, con un 2.04.77 di tutto rispetto (terzo crono italiano di sempre), che non va poi così lontano dal 2.03.49 richiesto per volare a Melbourne. Al secondo posto Stefano Saladini (2.06.07), terzo Alessandro Fusco (2.06.48).

L’Italia trionfa alla Coppa Comen – Mediterranean Swimming Cup 2024

L'Italia si conferma ai vertici nella tre giorni della Coppa Comen – Mediterranean Swimming Cup 2024 che si è disputata a Limassol - Cipro - confermando la vittoria delle ultime stagioni (Limassol 2022 e Larissa 2023). Gli azzurrini conquistano 37 medaglie - 16 ori,...

Fatti di nuoto Weekly: cavare il sangue dalle rape

Piccola e impopolare riflessione sul nuoto contemporaneo di Fatti di nuoto Weekly.  Nello scrivere settimanalmente di nuoto, per questa rubrica e non solo, passo due terzi dell’anno a cercare le notizie più nascoste, le curiosità, gli anniversari, le piccole...

Road to Parigi, il Recap dei Trials Australiani

Anteprima dei Giochi dalla terra dei canguri! A cosa abbiamo assistito in questi sei giorni australiani? Livello fuori dal comune quello visto a Brisbane, pari ormai a quello che possiamo trovare nei Trials USA, che fanno dell’Australia la seconda potenzia mondiale...

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: gli 800 stile libero

Gli 800 stile libero donne sono stati introdotti nel programma Olimpico a Città del Messico, nel 1968, e sono rimasti gara esclusivamente femminile fino a Tokyo 2020ne, quando il CIO ha deciso di aumentare il programma della vasca parificando le gare tra i due sessi....

Fatti di nuoto Weekly: USA Olympic Trials Predictions

Se non è l’evento più importante e spettacolare del nuoto mondiale, poco ci manca. Mentre i Trials australiani sono appena iniziati, e promettono di essere altrettanto determinanti per le sorti Olimpiche, i Trials originali, quelli USA, iniziano tra pochi giorni....

Curtis brilla alla Campus Aquae Swim Cup 2024, Magrassi da record

Archiviata anche la quinta edizione della Campus Aquae Swim Cup di Pavia, che si è svolta dal 7 al 9 giugno presso l’omonimo impianto lombardo. Tre giorni di gare che hanno visto impegnati gli atleti delle categorie Juniores  e Assoluti venerdì e sabato,  Esordienti...

200 dorso donne

Vola al primo titolo italiano in carriera Martina Cenci, che con 2.05.16 approfitta dell’assenza della già qualificata Margherita Panziera per mettersi al collo l’oro assoluto. Argento per Federica Toma (2.07.41), bronzo a Alessia Bianchi (2.08.36).


100 dorso uomini

Si conferma in uno stato di forma smagliante Lorenzo Mora, che scende sotto il limite mondiale per la seconda volta in pochi giorni e con 49.98 si aggiudica la medaglia d’oro. Matteo Rivolta è secondo in 50.40, terzi a parimerito Simone Stefanì e Michele Lamberti (51.51).

50 stile libero donne

Nonostante l’influenza che l’ha colpita nei giorni scorsi, è ancora Silvia Di Pietro la più forte d’Italia nei 50 stile, e con 24.10 n on va nemmeno così lontana dal 23.89 richiesto per la qualificazione Mondiale. A pochi decimi di distacco si piazzano Chiara Tarantino(24.38) e Sara Curtis (24.40).


200 farfalla uomini

Da campione del mondo in carica, Alberto Razzetti non cede nemmeno lo scettro nazionale, e con 1.52.49 mette la mano davanti a Giacomo Carini, che va comunque al personale in 1.52.96. Bronzo per Christian Ferraro, 1.53.19.

200 misti donne

In quella che finora è nettamente la gara più bella dell’assoluto, vanno sotto il tempo limite mondiale addirittura in tre. A spuntarla è Costanza Cocconcelli, che si spinge a 2.07.10 e si qualifica così per i Mondiali nella gara da lei forse meno attesa. Seconda e qualificata Sara Franceschi, che si migliora e porta il personale a 2.07.38, mentre è terza ed esclusa (nonostante il tempo), Ilaria Cusinato in 2.08.00.


100 stile libero uomini

Anche il Campione del Mondo in carica in vasca da 25 doveva qualificarsi, e Alessandro Miressi non ha mancato l’obiettivo, vincendo in 46.41 e staccando il biglietto per l’Australia. Miressi si porta dietro il sorprendente Paolo Conte Bonin, classe 2002 del Team Veneto, che con 46.46 nuota sotto il 46.69 richiesto dalla Federazione e si regala la trasferta Mondiale. Bronzo a Giovanni Carraro, 2002, in 47.26.

Foto: Alessandro Evangelista | Corsia4