Se il caldo non ha ancora sciolto i vostri cellulari e i vostri computer allora siete in tempo a spulciare i “Fatti e Misfatti” di questa prima bollente settimana di luglio. Ora che anche negli States hanno preparato la tesina, manca solo l’esame finale in terra magiara, per promuovere buoni o cattivi di questa stagione.

Nel frattempo che si dice nel resto del mondo? Tra la “Lochte Rule” che taglia teste ai Trials, giovani rampanti e piccoli figli d’arte in arrivo, giugno è agli archivi e adesso tutti sono in attesa dei Mondiali di Budapest! Prendetevi un ghiacciolo e buona lettura!

Logo Energy For Swim

Ucraina No dopati all’Energy for Sport (23 giugno 2017)

L’8 e 9 agosto Roma torna sotto i riflettori di mezzo mondo del nuoto. Dopo la strabiliante edizione del Sette Colli, il Foro Italico sarà nuovamente sede di una gara internazionale, perlopiù in notturna. Tutto merito dell’Energy Standard e del suo presidente Konstantin Grigorishin, e se questo già si sapeva ora è ufficiale anche la presenza di Ryan Lochte, neo papà e libero dalla squalifica, Cate Campbell e Chad Le Clos, oltre ovviamente a Paltrinieri, Detti e Pellegrini. In più, assicura Andrea Di Nino, “non ci saranno atleti segnati in passato dalla macchia del doping”.

Ryan Locht | Instagram

USA La “Lochte Rule” colpisce i Trials (30 giugno 2017)

Vi ricordate la novità dei Mondiali 2015? Quando Ryan Lotche, in accordo con il suo coach David Marsh decise di sfruttare al meglio la sua subacquea sul dorso riproponendola anche nello stile libero? Bene, quella particolare fase di spinta dopo la virata era stata bandita nelle gare dei misti, dove ogni nuotatore deve nuotare un quarto di gara per stile, e così facendo infrangerebbe questa regola. Ai recenti Trials di Indianapolis ben sette nuotatori nei 400 misti sono stati vittime della “Legge di Lotche” venendo squalificati, tra i quali Ella Eastin, che avrebbe chiuso al secondo posto la finale A qualificandosi per Budapest!

Kristof Milak | LEN Free press

Israele Milak meglio di Phelps (30 giugno 2017)

Clamoroso quanto visto a Netanya: agli Eurojunior 2017, dove gli azzurri sono stati come al solito grandi protagonisti (leggi QUI) Kristoph Milak ha stupito il mondo intero dominando letteralmente i 200 farfalla con un crono dal valore assoluto. 1’53″79, secondo crono al mondo quest’anno oltre a nuovo primato europeo e mondiale Junior. I primati mondiali giovanili erano stati riformulati dalla FINA qualche anno fa, ma il tempo di riferimento per eccellenza è sempre stato quello nuotato nel 2003 dall’allora diciottenne Michael Phelps ai Mondiali di Barcellona, ovvero 1’53″93.

Laure Manaudou | Facebook

Francia Laure Manaudou in dolce attesa (1 luglio 2017)

Riesce ancora a far parlare di sé Laure Manaudou. L’ex campionessa francese, ora commentatrice per France Television, è nuovamente incinta, questa volta del cantante francese Jérémy Frérot con il quale è fidanzata da due anni. L’annuncio lo ha dato il fratello Florent, avvisando che prenderà il suo posto per il commento televisivo durante i Mondiali. Auguri!

A proposito di International Swimmers Alliance, intervista a Matt Biondi

Matt Biondi non ha bisogno di presentazioni ma, nel caso qualcuno di molto giovane volesse un ripasso, basti pensare che si tratta di uno dei nuotatori più forti della storia. Ha vinto undici medaglie alle Olimpiadi- di cui otto ori - ed altrettante ai Mondiali (sei...

A Tokyo i Campionati in corta per i Mondiali di Abu Dhabi

In attesa di World Cup - 21/23 ottobre terza tappa a Doha in Qatar - e International Swimming League - playoff a Eindhoven a partire dall'11 novembre, il nuoto di alto livello va in scena a Tokyo, dove si sono svolti i Campionati Nazionali in vasca corta, validi per...

Fatti di nuoto weekly: danzando e polemizzando

Fatti di nuoto weekly torna alla sua versione old school, le notizie del nuoto una volta alla settimana, con calma, il mercoledì. E quale miglior argomento per riprendere se non il protagonista del primissimo numero di questa newsletter?Klete Keller Il pluri...

Coppa Comen 2021 | l’Italia vince classifica e medagliere a Belgrado

​La Coppa Comen è tornata! Dopo l’annullamento dell’edizione del 2020 e il rinvio nell’estate di quest’anno, a Belgrado il meglio del nuoto giovanile europeo si è riunito per iniziare alla grande la nuova stagione. Competizione riservata alla categoria Ragazzi, dove...

Storie di Nuoto: László Cseh, working class hero

Immaginate per un momento di avere un dono eccezionale, una dote naturale che vi rende incredibilmente bravi a nuotare. Immaginate che questa capacità sia scoperta da un allenatore estremamente lungimirante e capace, che affina la vostra tecnica in modo perfetto,...

Training Lab, La prestazione nel Nuoto in funzione del recupero attivo e passivo di varie durate

All’interno di una competizione natatoria così come di un allenamento intenso fatto di prove di sforzo massimali, l’andamento delle stesse può essere fortemente influenzato da diversi fattori. Primo fra tutti di sicuro è lo stato di forma o di affaticamento pregresso...

Michael Phelps | Facebook

Ungheria Arriva la GAPS, la nuova Lega by Katinka Hosszú (4 luglio 2017)

La notizia del mese è senza dubbio questa: Katinka Hosszú non ci sta e a poche settimane dai Mondiali sgancia metaforicamente una bomba pesantissima sulla FINA. Con correttezza e semplicità, in una lettera pubblicata sui social e sui principali portali mondiali dedicati al nuoto, ha chiesto fortemente un cambio epocale nei confronti dei nuotatori. Dal dilettantismo al professionismo! Causa scatenante sono state le nuove regole per quanto riguarda la Coppa del Mondo, ma anche l’inserimento di nuove gare ai Giochi Olimpici. Con la GAPS (Global Association of Professional Swimmers) tutti i nuotatori potranno far sentire la propria voce alla massima federazione di nuoto internazionale. Diversi i nomi di spicco iscritti tra cui le sorelle Campbell, James Guy e Adam Peaty, Kosuke Hagino, Cameron van der Burgh, Sarah Sjöström e anche Luca Dotto.

Dana Vollmer | Facebook

USA Vollmer, nato Ryker Alexander! (4 luglio 2017)

Alla tappa dell’Arena Pro Swim di Mesa aveva tenuto tutti con il fiato sospeso per capire di che sesso fosse il piccolo secondogenito di famiglia, e quando Dana Vollmer era scesa in acqua con un costume dai colori decisamente maschili tutti avevano capito che si trattava di un ometto. Ora è nato, si chiama Ryker Alexander Grant! Chissà se mamma Dana vorrà riprovare anche adesso a ributtarsi seriamente in acqua.

Mireia Belmonte Garcia | Facebook

SpagnaBelmonte e Speedo per altri 4 anni (4 luglio 2017)

La più forte nuotatrice di sempre in Spagna, Mireia Belmonte Garcia, ha firmato un accordo per altri quattro anni con il suo sponsor tecnico, la Speedo. Il connubio la porterà fino a Tokyo 2020, alla caccia della quarta medaglia olimpica dopo i due bronzi di Londra e l’oro dei 200 farfalla di Rio 2016.

Logo Commonwealth Games

Australia Decise date e sedi dei Trials per i Giochi del Commonwealth (5 luglio 2017)

I canguri ci tengono particolarmente, tanto che diversi big avevano annunciato un anno più tranquillo per potersi preparare al meglio in vista dei Giochi del Commonwealth 2018, che si terranno proprio in Australia dal 4 al 15 aprile prossimi. Lo squadrone Aussie sarà però composto solo pochi giorni prima, esattamente dal 28 febbraio al 3 marzo, ai Trials australiani che si terranno proprio al Gold Coast Acquatic Centre dove si svolgeranno il mese dopo le gare dei Giochi.

(Foto copertina: Katinka Hosszú | Facebook)

Notizie... clicca per aprire

No dopati all’Energy Standard LEGGI QUI

La “Lochte Rule” colpisce i Trials LEGGI QUI

Laure Manaudou in dolce attesa LEGGI QUI

Arriva la GAPS, nuova “Lega” by Katinka LEGGI QUI

Vollmer, nato Ryker Alexander! LEGGI QUI

Belmonte e Speedo per altri 4 anni LEGGI QUI

Decise date e sedi per i Trials dei Giochi del Commonwealt LEGGI QUI

Share and Enjoy !

Shares