Select Page

Le Clos e Magnini le stelle della Rossini Swim Cup di Pesaro

Le Clos e Magnini le stelle della Rossini Swim Cup di Pesaro

“Scontro tra titani”, potrebbe essere il titolo di questa tre giorni pesarese alla Rossini Swim Cup dove l’eroe è stato il padrone di casa Filippo Magnini e i nemici erano gli invasori sudafricani capitanati dal temibile Chad Le Clos.

Un vero e proprio “tutti contro uno” quello di Magnini, che ha dovuto vedersela nella gara regina con il campione olimpico dei 200 farfalla di Londra, arrivato a Pesaro puntuale come sempre. Il sudafricano non perde l’occasione per tornare in Italia durante le fasi finali della sua preparazione in vista dei grandi eventi estivi, quest’anno capeggiati dai Giochi di Rio. Nel pre-gara i due avevano scherzato, con Le Clos che si chiedeva come avrebbe fatto Pippo a resistere agli assalti del suo esercito di sudafricani, con il velocista azzurro che rispondeva ricordando come avesse beffato sia Neethling che Schoeman a Montreal nel 2005.

Ma 11 anni e i troppi avversari si fanno sentire anche per lui: non basta metterseli tutti alle spalle chiudendo in 49”00, Le Clos è troppo più giovane e forte in questo momento, e vince con un brillante 48”16.

Si gareggia in notturna, stile Rio, con l’inizio delle finali di venerdì e sabato alle 20.30 e quello che non riesce a fare nei 100 Magnini lo fa nei 200. Vince in 1’48”50, un decimo meglio di quanto nuotato agli Assoluti, segnale evidente di quanto la 4x200 stile possa contare su di lui.

Ma da buon padrone di casa, Re Magno lascia gli onori all’ospite di lusso: Chad Le Clos, bisogna ammettere, ci mette del suo, perché oltre al successo nei 100 stile si prende l’oro anche nei 100 farfalla, vinti in 52” e rotti, lasciando il connazionale Bosch e l’egiziano Marwan a più di due secondi.

Atlanta Swim Meet e TYR Pro Swim: fulmini e saette dagli States

Si accendono le luci d'America sul nuoto mondiale! Nel week end concentrato di emozioni dagli States, con due grandi manifestazioni che si sono sfidate a distanza a suon di nomi e tempi di spessore: TYR Pro Swim Series a Bloomington (Indiana) e Atlanta Classic Swim...
Read More

Pillole di Nuoto, flash dal mondo: c’è chi parte, chi torna e chi smette… forse

Anche maggio sembra non essere riuscito a portare la primavera, ma il mondo acquatico è sempre in fermento e ci regala le sue pillole per questa edizione tutte clorate. C'è chi ha voglia di cambiare, chi si prende una pausa o forse qualcosa di più e chi invece non...
Read More

Nuotatore, dove ti fa male?

Quella dell'interpretazione dei sintomi viene chiamata psicosomatica. Non è una forma di diagnosi scientificamente ed ufficialmente approvata né vuole quindi sostituirsi ad alcuna forma di terapia, casomai aggiungersi. Eppure trova sempre più corrispondenze e viene...
Read More

Tris d’Assi a Tolentino per la 24 ore Arena: Bortuzzo, Martinenghi e Miressi

Grande successo per l'edizione 2019 della 24 ore Arena di nuoto organizzata presso la Piscina Comunale “Caporicci” di Tolentino. Sport e solidarietà i principali elementi che hanno caratterizzato la lunga maratona natatoria iniziata alle ore 19.00 di venerdì 10...
Read More

Azzurrini del Nuoto per EuroJunior e Mediterranean Cup

Svelate le formazioni degli atleti che rappresenteranno l'Italia nelle prime gare internazionali giovanili di questa estate. Il calendario vedrà prima disputarsi la 25ª edizione della Mediterranean Cup - ex Coppa COMEN - in programma a Burgas in Bulgaria dal 21 al 23...
Read More

Champions Swim Series, Budapest: Scozzoli personal best nei 100

A Budapest, nella vasca del Mondiale del 2017, è andata in scena la seconda tappa della Champions League del nuoto by FINA. Dopo l'appuntamento cinese di due settimane fa, l'evento elitario del nuoto mondiale è al giro di boa e ha visto protagonisti tanti nomi nuovi...
Read More

Seychelles, World Series #2: Bridi d’oro, Bruni quarta

Terminata la pausa invernale, la FINA Marathon Swim World Series rientra nel vivo con la seconda tappa delle Seychelles che registra la vittoria dell'azzurra Arianna Bridi e l'onerevole quarto posto di Rachele Bruni. I 75 atleti - 33 donne e 42 uomini in...
Read More

Da Porto a Porto: “Nuota per bene” 21 km di solidarietà all’Argentario

Da Porto Ercole a Porto Santo Stefano: pronti a nuotare per più di 21 km attorno all’Argentario? La sfida è lanciata! Una sfida impegnativa, per nuotatori esperti e allenati. Lungo o staffetta? Scegliete la competizione che preferite! Appuntamento all'Argentario per...
Read More

Universiadi Napoli 2019, i convocati del Nuoto

La 30ª edizione delle Universiadi estive si terrà a Napoli dal 3 al 14 luglio: 18 sport, 128 paesi partecipanti, 222 eventi da premiare e oltre 9 mila atleti sono attesi nella città partenopea. Le gare di nuoto inizieranno il 4 luglio e termineranno il 10 luglio con...
Read More

Champions Swim Series: Pellegrini, Panziera, Scozzoli e Codia a Budapest

Secondo appuntamento alle porte per la Champions Swim Series, che dopo la tappa inaugurale cinese di Guangzhou (leggi il REPORT), si trasferisce in Europa, a Budapest presso quella Duna Arena che tanta soddisfazione ha portato al nuoto azzurro nel 2017. Fra i 68...
Read More

Se tra le ragazze non brillano nomi illustri e lo spazio se lo prendono le giovani, qualche altro acuto dalla squadra sudafricana arriva grazie alla rana. No, non c’è Cameron van der Burgh ma a sostituirlo, o per lo meno a provarci, è Jarred Crous che fa tripletta con i successi nei 50, 100 e 200 rana, nuotando bene in particolare la distanza più lunga, con un 2’11”65 non lontano dal suo best stagionale.

L’altro asso in arrivo da Pretoria era il velocista Douglas Erasmus, che piega nei 50 stile la resistenza di Giovanni Izzo, primo tra gli Junior in 22”91 contro il 22”76 del rivale più “vecchio”.

Ma dietro all’invasione africana scalpitano i giovani azzurri: troviamo così una lotta generazionale tra Junior e Assoluti, come accade nei 100 dorso, con Fabio Laugeni che vince in 56”07 mentre nella finale Junior Jacopo Bietti tocca primo in 56”63. Nella distanza più breve il più veloce è poi un indomito Mirko Di Tora, mentre nei 200 è ancora Bietti il a toccare davanti a tutti oltre a essere l’unico sotto il muro dei 2 minuti.

Con questo antipasto ci possiamo mettere dunque comodi per gustarci lo spettacolo del 53° Sette Colli, pronto a partire nel prossimo week-end con tanti protagonisti di Pesaro in vasca, e soprattutto con gli azzurri a caccia degli ultimi posti disponibili per il sogno Olimpico di Rio!

About The Author

Alessandro Foglio

Istruttore e nuotatore, segue il mondo del nuoto assoluto e tutti i suoi appuntamenti!

Ultimi Tweet

?>