Terza giornata di batterie al via a Fukuoka, sei gli azzurri impegnati a cercare il passaggio del turno in un Mondiale che ieri ci ha regalato un pomeriggio memorabile e che oggi potrebbe esserlo altrettanto.

Vediamo come è andata nel nostro recap.

50 rana uomini

Giusto il tempo per una dormita e i ranisti tornano in acqua per lo sprint dei 50. È sempre Qin Haiyang a mettere tutti in fila, con un 26.34 che è anche record asiatico. A 30 centesimi troviamo il nostro Nicolò Martinenghi, seguito dall’altro cinese Sun Jiajun e dall’inglese Willliamson. Esordio Mondiale per Simone Cerasuolo che passa il turno con l’ottavo crono, 27.06, mnetre l’ultimo slot disponibile è dell’austriaco Valentin Bayer, 27.36.

Semifinale: Qin (CHN) – Martinenghi (ITA) – Sun (CHN) – Willamson (GBR) – Gomes JR (BRA) – Fink (USA) – Matzerah (GER) – Cerasuolo (ITA) – Reitshammer (AUT) – Corbeau (NED) – Stevens (SLO) – Aspougalis (GRE) – Sakci (TUR) – Houlie (RSA) – Hinomoto (JPN) – Bayer (AUT)


200 stile libero donne

Altra gara attesissima per i valori in campo, i 200 stile donne iniziano con tutte le migliori al passaggio del turno. Scendono già sotto l’1.56 sia Mollie O’Callaghan (1.55.68) che Summer McIntosh (1.55.88), mentre Ariarne Titmus si ferma a 1.56.20, seguita nella stessa batteria da Siobhan Haughey (1.56.56), Marrit Steenbergen (1.56.66) e Liu Yaxin (1.56.93). Il sedicesimo e ultimo posto per le semifinali è di Valentine Dumont, 1.58.23.

Semifinale: O’Callaghan (AUS) – McIntosh (CAN) – Titmus (AUS) – Haughey (HKG) – Steenbergen (NED) – Liu (CHN) – Anderson (GBR) – Padar (HUN) – Seemanova (CZE) – Fairweather (NZL) – Sims (USA) – Weistein (USA) – Segel (SLO) – Jorunnardottir (ISL) – van Kooten (NED) – Dumont (BEL)

L’Italia trionfa alla Coppa Comen – Mediterranean Swimming Cup 2024

L'Italia si conferma ai vertici nella tre giorni della Coppa Comen – Mediterranean Swimming Cup 2024 che si è disputata a Limassol - Cipro - confermando la vittoria delle ultime stagioni (Limassol 2022 e Larissa 2023). Gli azzurrini conquistano 37 medaglie - 16 ori,...

Fatti di nuoto Weekly: cavare il sangue dalle rape

Piccola e impopolare riflessione sul nuoto contemporaneo di Fatti di nuoto Weekly.  Nello scrivere settimanalmente di nuoto, per questa rubrica e non solo, passo due terzi dell’anno a cercare le notizie più nascoste, le curiosità, gli anniversari, le piccole...

Road to Parigi, il Recap dei Trials Australiani

Anteprima dei Giochi dalla terra dei canguri! A cosa abbiamo assistito in questi sei giorni australiani? Livello fuori dal comune quello visto a Brisbane, pari ormai a quello che possiamo trovare nei Trials USA, che fanno dell’Australia la seconda potenzia mondiale...

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: gli 800 stile libero

Gli 800 stile libero donne sono stati introdotti nel programma Olimpico a Città del Messico, nel 1968, e sono rimasti gara esclusivamente femminile fino a Tokyo 2020ne, quando il CIO ha deciso di aumentare il programma della vasca parificando le gare tra i due sessi....

Fatti di nuoto Weekly: USA Olympic Trials Predictions

Se non è l’evento più importante e spettacolare del nuoto mondiale, poco ci manca. Mentre i Trials australiani sono appena iniziati, e promettono di essere altrettanto determinanti per le sorti Olimpiche, i Trials originali, quelli USA, iniziano tra pochi giorni....

Curtis brilla alla Campus Aquae Swim Cup 2024, Magrassi da record

Archiviata anche la quinta edizione della Campus Aquae Swim Cup di Pavia, che si è svolta dal 7 al 9 giugno presso l’omonimo impianto lombardo. Tre giorni di gare che hanno visto impegnati gli atleti delle categorie Juniores  e Assoluti venerdì e sabato,  Esordienti...

200 farfalla uomini

Non c’è Kristof Milak e quindi il favorito è l’idolo di casa Tomoru Honda, che nelle batteria fa il primo tempo in 1.54.21. lo seguono lo spagnolo Gonzalez, 1.54.99, ed il polacco Chmielewski, 1.55.02, mentre Leon Marchand è un pò più nascosto, settimo in 1.55.46. Per quanto riguardi gli italiani, bene Alberto Razzetti, quinto in 1.55.35. male Federico Burdisso, 18esimo in 1.56.86. per qualificarsi bastava 1.56.51 dell’australiano Temple.

Semifinale: Honda (JPN) – Gonzalez (ESP) – Chmielewski (POL) – Wan (TPE) – Razzetti (ITA) – Foster (USA) – Marchan (FRA) – Hielan (USA) – Niu (CHN) – Morimoto (JPN) – Kesil (UKR) – Ponti (SWI) – Kharun (CAN) – Marton (HUN) – Clareburt (NZL) – Temple (AUS)


800 stile libero uomini

Si chiude la sessione con le batterie degli 800, e la prima grande sorpresa è che Florian Wellbrock non sarà nella finale. Il tedesco bicampione Mondiale nelle open water si fa beffare nella sua batteria dal brasiliano Costa, che gli tocca 7 centesimi davanti precludendogli la gara di domani pomeriggio. Tutti gli altri big vanno in finale: il migliore è l’australiano Sam Short, 7.40.90, seguito da Hafnaoui e Martens, sesto Gregorio Paltrinieri autore di una batteria già tirata in 7.44.89. All’esordio iridato, Luca De Tullio chiude all’undicesimo posto con il personal best, 7.46.87.

Finale: Short (AUS) – Hafnaoui (TUN) – Martens (GER) – Wiffen (IRL) – Finke (USA) – Romanchuk (UKR) – Paltrinieri (ITA) – Costa (BRA) 

Foto: Fabio Cetti | Corsia4