Si torna in acqua a Parigi-Chartres per il day 2 della prima tappa della Swimming World Cup 2016. Se ieri la vasca francese è stata fortunata protagonista di due primati mondiali, oggi passa tutto più in sordina, nonostante non manchino gli spunti interessanti.

Uno è certamente la “pochezza” delle batterie: nelle gare dai 200 in su si presentano al via una decina di atleti circa, rendendo la sfida per l’ingresso in finale una formalità, a parte Le Clos e il giovane Andrew che riescono a complicarsi la vita con un pari merito all’ottavo posto nei 200 misti su un totale di 10 partenti!
Ma anche i 100 non scherzano, con al massimo una quindicina di atleti al via!

Numeri da barzelletta, ma che forse sono costati un atteggiamento un po’ troppo spavaldo da parte di Florent Manaudou. Il campione francese infatti ha nuotato, nei “suoi” 50 stile, un inspiegabile 22”91, per lui tempo da allenamento, chiudendo diciottesimo. Pare però che abbia volontariamente rallentato per non scendere in acqua al pomeriggio e divertirsi con la 4x50 stile mistaffetta (leggi news su L’Equipe). Sarà vero, o temeva Morozov?

Il russo, dopo il WR di ieri vince in 20”91 davanti a Govorov, ma si presenta ai blocchi anche nei 100 rana, chiusi al terzo posto (56”96) dietro al compagno Prigoda e al solito van der Burgh che infila la tripletta dopo 50 e 200.

La nuotatrice di acque libere Alice Franco chiude la carriera agonistica

In queste settimane dove RESISTERE, LOTTARE, SOFFRIRE e NON MOLLARE sono all’ordine del giorno, chi meglio di una nuotatrice di acque libere sa cogliere il concetto alla perfezione? Su questa filosofia di vita ha basato un’intera carriera Alice Franco, ed adesso, dopo...
Leggi

Il Nuotatore Master ai tempi della quarantena

Non esiste pesce fuor d’acqua più fuor d’acqua del nuotatore master al tempo della quarantena. La chiusura delle piscine penalizza significativamente un pubblico vasto e variegato: i teneri infanti dei corsi di avviamento all’acquaticità, gli scalpitanti ragazzini...
Leggi

Tokyo 2020ne, parlano i CT di nuoto e atletica Butini e La Torre

Il coronavirus ha cambiato la vita di ognuno di noi. Da più di un mese ci troviamo alle prese con piccoli e grandi problemi di riorganizzazione, di riadattamento, di ricalcolo delle nostre esistenze. Il lavoro, la scuola, lo sport, le relazioni, non sono - e...
Leggi

L’International Swimming League avvia un programma di Solidarietà

L'International Swimming League ha scritto a tutte le società e atleti ISL in merito all'avvio del suo programma di solidarietà. Saranno previsti per tutti gli atleti ISL - o che firmeranno un contratto con essa - degli aiuti economici al fine di aiutare i nuotatori a...
Leggi

SwimStats Tokyo2020 Special | i 400 Misti

Stesso posto, stesse date, ma nel 2021! I Giochi della XXXII Olimpiade di Tokyo2020 - si esatto si continueranno a chiamare così! - si terranno un anno dopo quanto precedentemente schedulato cioè dal 23 luglio all'8 agosto 2021. L'edizione speciale della nostra...
Leggi

I Nuotatori sono Ottimisti

“Alessandro, tu sei un ottimista?” Non me l’aveva mai fatta nessuno quella domanda. “Sì prof, sa, sono un nuotatore, lo devo essere per forza!” Lo capii tardi, al liceo, e sapere il punto d’origine di questo lato del mio carattere era ormai impossibile. Lo ero sempre...
Leggi

Tokyo 2020 le date del 2021: 23 luglio Olimpiadi, 24 agosto Paralimpiadi

Era nell’aria, ora è ufficiale: le Olimpiadi di Tokyo si svolgeranno nel 2021, dal 23 luglio all’8 agosto, le Paralimpiadi dal 24 agosto al 5 settembre. Lo comunica il CIO, con una nota ufficiale neanche una settimana dopo aver annunciato che i Giochi non si sarebbero...
Leggi

Rinvio Tokyo 2020, la voce degli atleti

I leader del G20, in una dichiarazione straordinaria pubblicata giovedì 26 marzo, hanno affermato: "Apprezziamo gli sforzi per salvaguardare la salute delle persone attraverso il rinvio di grandi eventi pubblici, in particolare la decisione del Comitato olimpico...
Leggi

SwimStats Tokyo2020 Special | i 200 Misti

Nonostante la decisione, da noi pienamente condivisa, di rinviare le Olimpiadi di Tokyo2020 al 2021 continuiamo a proporvi l'appuntamento settimanale con l'edizione speciale della nostra rubrica statistica. In questa decima puntata analizziamo la specialità dei 200...
Leggi

Tokyo 2020 | Nell’attesa delle nuove date i commenti degli atleti

Il 24 marzo 2020 il CIO ha finalmente sciolto le riserve, i Giochi Olimpici e Paralmpici di Tokyo2020 sono rimandati a data da destinarsi entro la fine dell'estate del 2021. Dopo due giorni la task force per la supervisione del rinvio dei Giochi ha tenuto il suo primo...
Leggi

Pronta la risposta di Chad Le Clos, che non si fa sfuggire il successo nei 100 farfalla (49”05) e raccoglie qualche punto anche nei 200 misti, chiusi al terzo posto. Qui il dominatore è il tedesco Philp Heintze, primo in 1’52”03 e davanti a tutti anche nei 200 stile. Beffato come ieri James Guy.

Protagonista di ieri è anche Alia Atkinson, che non trova la clamorosa doppietta di primati, accontentandosi di vincere i 50 rana in 29”25 a circa mezzo secondo dal primato della Hardy. Seconda è la Efimova, piazza che troverà anche nei 200, dietro l’imperatrice nipponica Kaneto.

E la Hosszú? Incuriosisce non tanto che gare abbia vinto e che tempi abbia nuotato ma quante volte sia scesa in acqua! Si presenta subito al via dei 100 stile, chiusi al secondo posto dietro alla Ottesen (51”84) per poi vincere 100 dorso, 400 stile, 100 e 400 misti, oltre al quinto posto nei 50 farfalla!

Si chiude con la mistaffetta veloce a stile, dove Manaudou si diverte eccome vincendo con i compagni Stravius, Cini e Santamans. Battuta la Russia alla quale non basta un Morozov lanciato a 20’’11.

Fra tre giorni – 30 e 31 agosto – seconda tappa della World Cup a Berlino!

(Foto copertina: K. Hosszú su Facebook)

LINK UTILI - CLICCA PER APRIRE

VIDEO delle gare

RISULTATI completi