Select Page

Nuoto, World Cup, dopo Hong Kong, la Hosszu sbarca a Mosca

10 sono le medaglie d’oro e 2 quelle d’argento che l’ungherese targata Arena si è portata a casa in questa 3° tappa della World Cup a Hong Kong, senza abbattere nessun Record Mondiale  ma accontentandosi “solo” di buttar giù 1 Record Europeo nei 100 dorso con 55″33 e un po di Record Ungheresi.

A tutto campo, quindi, la ragazza di ferro che continua a tener puntati i fari di tutti i media su di lei, lasciando un po di spazio ai suoi connazionali, Gyurta e Verraszto, e a pochi altri campioni che ormai fanno da comparsa in questo campionato itinerante per il mondo.

Tornando al nuotato ecco le gare vinte dalla Hosszu: 100 misti 58”12, 400 misti 4’26”42, 400 stile 4’01”02, 200 farfalla 2’05”12 e 100 dorso 55”34, mentre arriva 2° (25″92) alle spalle della Dekker (25″24) nei 50 delfino, tra le altre cose, l’olandese, si è data da fare nei 100 stile dove vola proprio come l’omonimo vascello, chiudendolo in 52″83.

Gyurta Daniel vince i 100 rana con il tempo di 57″35, Chad Le Clos e Thomas Fraser-Holmes siglano una doppietta a testa, il sudafricano nei 50 stile (21″17) e 100 farfalla (48″56), mentre l’australiano 200 stile (1’43″59) e 200 misti (1’53″58).

Intanto la Hosszu è già arrivata nella capitale Russa dove questo fine settimana avrà luogo la 4° tappa di questa World Cup, dall’Ungheria con amore?

Schermata 2014-10-02 alle 21.50.19

Intanto se vi siete persi la 3° tappa li potrete rivivere grazie ai 2 video e al commento della bravissima Cristina Chiuso.

(foto di copertina della pagina Facebook di Katinka Hosszu)

Master Swim su Google+

About The Author

Ultimi Tweet

?>