La storica manifestazione ai Bagni Bahia Blanca di Spotorno, in programma il 2 e 3 ottobre, sarà preceduta da Swimtheisland Academy con Simone Menoni e Matteo Furlan

Centri storici allestiti a festa sulla costa savonese per accogliere gli oltre 2mila nuotatori in acque libere che raggiungeranno il 2 e 3 ottobre il Golfo dell’Isola per l’undicesima edizione di Swimtheisland.

Tra i più prestigiosi della disciplina a livello europeo, il main event del circuito sostenuto da Jaked, partito dalla sarda San Teodoro e proseguito nella gardesana Sirmione, tornerà a rendere coprotagonista un’area dall’inestimabile patrimonio naturalistico, tra grotte sotterranee e spettacolari punti di immersione.

La coinvolgente energia generata dalla due giorni di competizioni è cresciuta nel tempo grazie alla collaborazione tra TriO Events, Regione Liguria, le Amministrazioni comunali competenti e l’Area Marina Protetta Isola di Bergeggi, tanto da portare all’avvio, proprio da questa stagione, di un progetto triennale che punta ad affermare il territorio come capitale del nuoto in acque libere.

NON SOLO CICLABILI: ARRIVA LA PISTA NATABILE

Tra gli interventi per un Golfo dell’Isola a misura di swimmer, la recente inaugurazione del percorso natabile, una vera e propria pista lunga oltre 2.5km a cui si potrà accedere liberamente fino al 30 settembre per nuotare, pagaiare e scoprire le bellezze dell’area protetta in totale sicurezza.

“L’obiettivo – dichiara Davide Virzi, direttore dell’Area Marina Protetta Isola di Bergeggi – è quello di proseguire nell’attività di tutela della biodiversità e nella promozione di tutte quelle forme di fruizione sostenibile dell’ambiente e delle sue risorse. Per far diventare l’Area Marina Protetta e il comprensorio del Golfo dell’Isola un punto di riferimento nel panorama regionale e non solo, per gli amanti del turismo sostenibile e delle attività outdoor legate al mare”.

In quest’ottica in estate, grazie alle risorse del progetto Interreg Neptune, sono stati posizionati 27 gavitelli, numerati a distanza di 100 m uno dall’altro e a circa 200 metri dalla costa, per delimitare il Sentiero Blu di Bergeggi, uno dei più lunghi in Italia nel suo genere. Anche la loro tecnica di ancoraggio è stata studiata per essere la più rispettosa possibile dei fondali, minimizzando così, rispetto ai vecchi sistemi, gli impatti sulle praterie di Posidonia oceanica. Il percorso sarà disallestito a fine settembre, ma le autorità competenti stanno già lavorando per ottenere per la stagione 2022 le autorizzazioni necessarie al suo mantenimento anche nel periodo autunnale.

Fatti di nuoto Weekly: cavare il sangue dalle rape

Piccola e impopolare riflessione sul nuoto contemporaneo di Fatti di nuoto Weekly.  Nello scrivere settimanalmente di nuoto, per questa rubrica e non solo, passo due terzi dell’anno a cercare le notizie più nascoste, le curiosità, gli anniversari, le piccole...

Road to Parigi, il Recap dei Trials Australiani

Anteprima dei Giochi dalla terra dei canguri! A cosa abbiamo assistito in questi sei giorni australiani? Livello fuori dal comune quello visto a Brisbane, pari ormai a quello che possiamo trovare nei Trials USA, che fanno dell’Australia la seconda potenzia mondiale...

La Masterclass di Gregorio Paltrinieri agli Europei di Belgrado

A Belgrado il cielo è scuro e scende una leggera pioggia. Il paesaggio non è tra i più invitanti, nemmeno per un posto che, da quelle parti, chiamano “il mare”. Si tratta in realtà di un fiume, il Sava, meno conosciuto del vicino Danubio ma più calmo, e più caldo. Nei...

Belgrado 2024 | Italia protagonista europea delle Acque Libere

Si sono conclusi i Campionati Europei per il nuoto in acque libere a Belgrado, azzurri protagonisti con la vittoria nel medagliere - 3 ori, 4 argenti e 2 bronzi - e della classifica per Nazioni con 214 punti davanti a Germania e Ungheria (161 e 159 punti).Il bilancio...

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: gli 800 stile libero

Gli 800 stile libero donne sono stati introdotti nel programma Olimpico a Città del Messico, nel 1968, e sono rimasti gara esclusivamente femminile fino a Tokyo 2020ne, quando il CIO ha deciso di aumentare il programma della vasca parificando le gare tra i due sessi....

Luca Pozzi attraversa lo Stretto di Gibilterra e sale a quota 5 dei suoi “Oceans Seven”

L’uomo dei 7 mari ha colpito ancora! Perché Luca Pozzi, torinese di nascita e californiano d’azione, “nerd” come si autodefinisce, può essere invece tranquillamente chiamato lupo di mare!Per chi non lo sapesse Luca è uno dei pochi italiani che può vantarsi di aver...

Swimtheisland Academy

Dal 29 settembre al 3 ottobre il programma partirà con Swimtheisland Academy. Le 4 giornate di training adatte ad ogni livello, che culmineranno con la competizione domenicale, intendono offrire consigli tecnici e tattici con cui approcciarsi al meglio alle gare e al nuoto outdoor.

A guidare gli atleti personalità di assoluto rilievo della disciplina, come lo spezzino Simone Menoni, ex Nazionale di fondo e allenatore più volte convocato con la Nazionale Italiana Giovanile Open Water, e Matteo Furlan, campione della Nazionale Italiana e amico di Swimtheisland. I tecnici metteranno a disposizione la propria esperienza e competenza rispetto a temi cardine quali la gestione delle condizioni meteo-marine, l’utilizzo della scia e le strategie con cui scegliere la propria traiettoria.Per informazioni e iscrizioni, con posti ancora disponibili, Share the Road

Il programma di sabato 2 e domenica 3 ottobre

Da sabato 2 ottobre spazio alle tradizionali gare Swimtheisland, aperte sia ai tesserati sia agli amatori. Alle ore 12 scenderanno in campo i più piccoli con KID’sTHEISLAND sulle distanze di 100m (6-7 anni), 200m (8-9 anni), 400m (10-12 anni). A seguire si svolgeranno le sfide sugli 800mt con format dedicati a tutti: alle 14 il Family Team Event, per squadre miste composte da 2 o 3 membri, alle 15 la Sprint Challenge, strutturata in un turno di qualificazione e una finale, alle 16 la MWM (Man-Woman-Man) Relay. La giornata si chiuderà alle ore 17.30 con le premiazioni in spiaggia.

All’alba di domenica 3 ottobre, dalle ore 7.30, sarà il momento dell’affascinante Sunrise Swim (1.100mt), la suggestiva e rilassante nuotata non agonistica durante la quale la colorata scia di boe accompagnerà il sorgere del sole. Alle 10 si terrà la Short Swim (1.800mt), il cui tracciato lambirà l’isola di Bergeggi, per proseguire alle 12.30 con la Classic Swim (3.500mt), che come da tradizione porterà i partecipanti a doppiare gli scogli dei Predani fino al rientro con un giro completo dell’isola.

Dalle ore 14 gli atleti affronteranno la Long Swim (6.000mt), effettuando un primo giro sul percorso della Classic Swim e un secondo giro con ulteriore periplo dell’isola di Bergeggi. Le premiazioni, alle ore 17, coinvolgeranno anche i vincitori della Combined Swim, combinata di Short (1.800mt) e Long (6.000mt), la cui classifica verrà stilata sulla somma dei relativi tempi.

Per informazioni sulle manifestazioni e iscrizioni swimtheisland

Comunicato: Ufficio stampa TriO Events