Quarta sessione di finali dei Giochi della XXXII Olimpiade estiva.

Il programma di questa notte mette in palio quattro titoli individuali si parte con i 200 stile libero donne, per proseguire con i 200 farfalla maschili, i 200 misti donne e si chiude con i 1500 stile libero femminili.

La staffetta di giornata è la 4×200 stile libero maschile.

A completare la sessione le semifinali dei 100 stile e 200 rana uomini, oltre ai 200 farfalla donne.

#takeyoumarks #swimlovers

Ore 3.20: buongiorno #swimlovers sarà un’alba di emozioni!

100 STILE LIBERO UOMINI – SEMIFINALI

Solita partenza al fulmicotone di Dressel, che stavolta non cede nel finale e vince in 47.23. Alessandro Miressi gli è vicino, in 47.52, poi i giovani Sunwoo Hwang (47.56) e Daniel Popovici (47.72).

Spaventa tutti Kolesnikov con un 100 magistrale in 47.11, lenti tutti gli altri da Chalmers (47.80) a Nemeth (47.81). Controprestazine di Thomas Ceccon, fuori dalla finale con 48.05.

FINALE: Kolesnikov, Dressel, MIRESSI, Hwang, Popovici, Chalmers, Nemeth, Grousset


200 STILE LIBERO DONNE – FINALE

Ariarne Titmus fa una gara “alla Pellegrini”, lasciando spazio nella prima parte a Siobhan Haughey e recuperando nell’ultimo 50 fino alla vittoria con record olimpico, 1.53.50. Argento Haughey e bronzo Oleksiak, fuori dal podio Katie Ledecky. Settima Federica Pellegrini, che scende a 1.55.91 e saluta i 200 ai Giochi Olimpici con un’ultima prova d’orgoglio.

PODIO: Titmus (1.53.50), Haughey (1.53.92), Oleksiak (1.54.70)


200 FARFALLA UOMINI – FINALE

Fa gara solitaria, Kristof Milak, che voleva fortemente il world record ma chiude in 1.51.25, “solo” record olimpico. Dietro di lui, ottima progressione di Tomoru Honda, che scende fino a 1.53.73 e stupendo bronzo di Federico Burdisso, che precede Kenderesi di 7 centesimi e si mette al collo la medaglia olimpica.

PODIO: Milak (1.51.25), Honda (1.53.73), Burdisso (1.54.45) 


200 FARFALLA DONNE – SEMIFINALE

Nessun problema per Hali Flickinger e Regan Smith (2.06.23, 2.06.64) che vanno a braccetto in finale. Due secondi dietro Chimrova e Thomas.

Zhang Yufei è nettamente la più forte e chiude la pratica in 2.04.89, seconda Kapas in 2.06.59.

FINALE: Zhang, Flickinger, Kapas, Smith, Yu, Throssel, Chimrova, Thomas


200 RANA UOMINI – SEMIFINALI

Arno Kamminga vince la prima semi in 2.07.99, un centesimo meglio di Nik Fink e 27 meglio di Ryuya Mura.

Il leader 2021 Stabblety-Cook fa il miglior tempo, 2.07.35, mentre scherza col fuoco Anton Chupkpv, che parte tardi con laprogressione e rischia l’ingresso in finale. Alla fine è quarto in 2.08.54

FINALE: Stabblety-Cook, Wilby Kamminga, Fink, Mattson, Mura, Chupkov, Persson 


200 MISTI DONNE – FINALE

Stupenda finale di Yui Ohashi, che fa doppietta con i 400 vincendo anche i 200. Seconda dopo la rana, la giapponese resiste allo strappo della Walsh e chiude in 2.08.52, 13 centesimi meglio dell’americana. Podio per Kate Douglass, settima Katinka Hosszu.

PODIO: Ohashi (2.08.52), Walsh (2.08.65), Douglass (2.09.04)


1500 STILE DONNE – FINALE

I primi 1500 della storia olimpica vengono vinti dalla più forte di sempre, Katie Ledecky. Nonostante non sia in forma, l’americana si mette al collo l’oro olimpico in 15.37.34, seguita dalla sorprendente compagna di squadra Erica Sullivan, che scende a 15.41.41. Bronzo alla tedesca Kohler, deluse sia Wang, quinta, che Simona Quadarella, che incappa in una prova sottotono e chiude lontanissima, a 15.53.97.

PODIO: Ledecky (15.37.34), Sullivan (15.41.41), Kohler (15.42.91)


4×200 STILE LIBERO UOMINI – FINALE

Come da pronostico, Gran Bretagna imprendibile vince con un tempo vicino al record del mondo e una frazione spettacolare di Duncan Scott (1.43.45). Dietro, Russia e Australia completano il podio, sbattendo fuori dalle medaglie, gli USA per la prima volta nella storia. Per l’Italia, quinto posto d’orgoglio: Ballo 1.45.77, Ciampi 1.45.88, Megli 1.45.33, Di Cola 1.46.26.

PODIO: GBR (6.58.58); RUS (7.01.81), AUS (7.01.84)

Foto: Fabio Cetti | Corsia4

Share and Enjoy !

Shares