Select Page

Eurojunior V giornata – Si chiude con gli argenti per Di Fabio e la staffetta mista

Nicolangelo Di Fabio src=È calato il sipario sulla 41° edizione del campionato europeo riservato alla categoria junior. Anche in quest’ultima sessione di finali, nella quale si assegnavano ben undici titoli, gli atleti italiani si sono ben comportati e, come accaduto in tutte le cinque giornate di gare a Dordrecht, non sono mancate le medaglie. Oggi sono stati due argenti: a conquistarli sono stati Nicolangelo Di Fabio, che nei 200 stile libero ha ceduto solo all’idolo di casa Kyle Stolk al termine di un testa a testa risoltosi a favore dell’olandese (1’48’’49), pur nuotando il suo miglior crono stagionale (1’48’’80, a tre decimi dal personale) e la staffetta mista che schierava Simone Sabbioni, Marco Paganelli, Giacomo Carini e Alessandro Bori, seconda con il tempo di 3’41’’06 con esiguo margine sulla Germania e alle spalle degli imbattibili russi.Eccellente la performance nei 200 misti di Ilaria Cusinato, che ha polverizzato il suo record nuotando con 2’15’’52 la migliore prestazione italiana in tessuto (a meno di quattro decimi dal primato italiano di Stefania Pirozzi del 2009), concludendo al quinto posto in una gara che ha visto l’altra azzurra Sara Franceschi finire settima (2’18’’98). Bravissima anche Giulia Verona che nella finale dei 100 rana ha ulteriormente limato il primato personale, già ritoccato in semifinale, arrivando a 1’10’’16, tempo che le è valsa la quarta piazza. Squalificata nella finale dei 50 farfalla Sara Gyertyánffy (anche lei era arrivata quarta in 27’’48, ma in semifinale aveva ottenuto il personale con 27’’37), mentre la compagna Sofia Iurasek si è classificata settima (27’’86, ma in batteria si era migliorata con 27’’69). Ai piedi del podio è rimasta anche la staffetta 4×200 stile libero composta da Alice Antonia Scarabelli (ottimo il suo lead-off col primato personale a 2’02’’31), Linda Caponi, Alessia Ruggi e Rachele Ceracchi (8’08’’73 il tempo finale a meno di mezzo secondo dal bronzo). Altra finale nelle quale era presente un nostro rappresentante era quella dei 100 farfalla, in cui Filippo Berlincioniè arrivato ottavo (54’’62).
L’Italia archivia l’edizione di Dordrecht con quindici medaglie (3 ori, 5 argenti e 7 bronzi), che valgono il quarto posto nella classifica complessiva per nazioni, dominata dalla Russia con trentasei medaglie, di cui ben 19 d’oro.

Tutti i podi del 13 luglio:

400 misti M
1) B. Gratz (HUN) 4’19’’68
2) N. Szabó (HUN) 4’23’’77
3) J. Casanovas Szoubo (ESP) 4’24’’09

100 dorso F
1) Daria K. Ustinova (RUS) 1’00’’37
2) E. Tomaševskaja (RUS) 1’01’’53
3) L. Riedemann (GER) 1’02’’34

100 rana M
1) M. Pilger (GER) 1’01’’97
2) I. Goldfaden (ISR) 1’02’’09
3) A. Čupkov (GER) 1’02’’22

100 rana F
1) M. Astaškina (RUS) 1’07’’82
2) M. Hüther (GER) 1’09’’19
3) D. Čikunova (RUS) 1’09’’33

200 stile libero M
1) K. Stolk (NED) 1’48’’46
2) N. Di Fabio (ITA) 1’48’’80
3) A. Skudnov (RUS) 1’49’’23

200 misti F
1) A. Zamorano Sanz (ESP) 2’13’’80 RC
2) G. Coates (GBR) 2’14’’72
3) L.K. Höpink (GER) 2’14’’97

100 farfalla M
1) A. Sadovnikov (RUS) 53’’52
2) N. Liess (SUI) 53’’59
3) V. Kozlov (RUS) 53’’83

50 farfalla F
1) B. Mišendová (SVK) 26’’84
2) S. Szokol (HUN) 27’’02
3) M. Kameneva (RUS) 27’’03

50 stile libero M
1) E. Sedov (RUS) 22’’16
2) J. Holub (POL) 22’’45
3) F. Mylonas (GRE) 22’’56

4×200 stile libero F
1) Russia 8’03’’68
2) Germania 8’07’’06
3) Spagna 8’08’’29

4×100 mista M
1) Russia 3’39’’25
2) Italia 3’41’’06
3) Germania 3’41’’20

Risultati completi degli italiani e commenti nella Discussione sul Forum

About The Author

Marco Agosti

Grande esperto di cifre e di parole ci offre appassionati resoconti di tutte le maggiori manifestazioni

Ultimi Tweet

?>