Select Page

Giorno 2: fritto misto e zuppa inglese!

Giorno 2: fritto misto e zuppa inglese!

Mentre Luca Sacchi va a cena senza il suo degno compare MecaTommaso – macchissà dove andrà a scoprire nuovi gossip (quello che riguarda la Kromo e VDH che fine ha fatto?…lo sto ancora aspettando) – io mi gusto le mie zucchine trifolate da solo e il mio cane se le dorme. Eh sì mia moglie se la spassa in tribuna stampa e fa le foto a Stiepanovic mentre è sotto le mani del suo massaggiatore (di Stiepanovic!!!); intanto io lavoro per voi!
Oppure sarà a mangiare con Sacchi…ecco perché lui non vuole MecaTommi con sé!
Oggi piatto di portata fritto misto, come la staffetta italiana impanata nelle frazioni finali con la Di Liddo che mette una taglia di costume piccola (eh sì che sei bella tracagnotta, Elenina mia!). E intanto la Pellegrini scopre che i bei maschioni cattivoni fanno le ondone e pensare che la mia Katinka invece vuole gareggiarci insieme.

E’ ora ufficiale la corsa al record della Caporale, che oggi miete altre due vittime. In mattinata cede alle lacrime la Mizzau, indegno il suo cento stile ma il colpo di grazia lo assesta nella mixed zone Elisabettona che giganteggia poi al pomeriggio con la Zofkova, la quale non resiste neanche trenta secondi. E la Caporale comincia a capire di essere irresistibile. Attendo domani altre vittime, non oso pensare cosa succede se la Castiglioni andrà a medaglia, i tedeschi stanno già preparando i piani di evacuazione dall’impianto.

L’Inghilterra invece dopo il primo e il secondo completa con il dolce tradizionale un trio di successi nella seconda giornata. I ragazzi della perfida Albione, sostenuti da un Sacchi che si spertica in lodi sull’inno maltrattato dalla voce della Halsall, hanno fatto filotto oggi con tre ori e due argenti. Poco male se la pettinatura di Walker Hebborn sembra quella dell’amichetto di Mafalda.

E così dopo aver scoperto l’insolita passione di Luca Sacchi per gli inni nazionali, siamo ancora in attesa di sentire il nostro. Ma credo che domani sia la volta buona, oggi Sacchi ha detto che se non sarà oro e argento, domani minestra per tutti, e chi fa il cattivo a letto senza cena!

 

About The Author

Mauro Romanenghi

Ricercatore per professione, scrittore per passione, allenatore per caso, ma tutto con la massima professionalita'. Nato in Brianza nel 1973, Mauro Romanenghi come il whisky invecchiando migliora ma va preso a piccole dosi. Allenatore dal 1994, dopo la laurea in Scienze Biologiche lavora allo IEO di Milano nel campo della ricerca contro le leucemie e i tumori, e allena nella sua terra di origine quando e come puo' nuoto e salvamento. Collabora col forum di Corsia4 dal 2007, ed e' coautore e pseudoconduttore delle trasmissioni in podcast. Vive ad Arcore (ma non se ne vanta) con la moglie e un cane labrador, i veri angeli ispiratori delle sue cronache.

Ultimi Tweet

?>