Select Page

Nuoto Master, GP Piemonte 3° Trofeo Città di Casale

di Alessandro Foglio

Domenica, presso la piscina Comunale di Casale Monferrato, andrà in scena il “3° Trofeo Città di Casale Monferrato” con un’edizione stravolta e totalmente differente dalle precedenti due. Più gare, distanze più lunghe e doppia sessione. La seconda tappa dal GP 2014-2015 quindi presenta diverse novità rispetto al passato e per questo abbiamo chiesto a Massimo Primon, che insieme ad Andrea Valentini e tutto lo staff del Nuoto Club Montecarlo ha organizzato il trofeo, di presentarci il loro appuntamento giunto al terzo anno di vita.

Ciao Massimo. La terza edizione del “Trofeo Città di Casale” presenta la grande novità delle gare anche nella sessione pomeridiana. Come mai?

“Ciao! Sì abbiam pensato di fare il doppio turno ed era un idea che avevamo già dallo scorso anno, inserendo gare più lunghe come i 200 farfalla e i 200 stile che hanno avuto un buon successo. Questa scelta è data dal fatto di permettere a più gente di partecipare alla manifestazione dato che le scorse volte era rimasto fuori qualcuno, e anche per rendere più vivibile lo spazio vasca, aumentando sì il numero dei partecipanti ma riducendone la densità.”

Non pensate di aver leggermente “snaturato” il vostro trofeo che si caratterizzava su gare veloci e in uno spazio temporale limitato alla sola mattina? 

“In parte, ma comunque le due sedute rimarranno molto rapide. Al mattino dovremmo finire intorno a mezzogiorno e al pomeriggio verso le cinque, con quella mezz’oretta in più dedicata ai 200 stile che hanno visto tanti iscritti.”

Con questa scelta avete incrementato il numero degli iscritti. Soddisfatti o speravate in qualcosa di più?

“Siamo contenti. Arrivare a circa 425 è l’obiettivo che ci eravamo prefissati e siamo soddisfatti. Cercheremo di aumentare il prossimo anno come abbiamo fatto nel corso di questi tre.”

Così dopo Novara, anche qui c’è stato un aumento di iscrizioni rispetto all’edizione precedente. Quanto ha influito il Gran Prix Piemonte e Valle d’Aosta su questo?

“Sicuramente è merito anche del GP. Il primo anno ci eravamo fermati a 325 e il Gran Prix non c’era, magari potevamo fare di più, ma comunque la presenza delle squadre piemontesi è altissima, ci sono quasi solo squadre del Piemonte, le liguri hanno preferito probabilmente andare al trofeo di Rapallo.”

Veniamo alla gara. Oltre i già citati 200 farfalla e stile c’è qualche altra novità e premiazioni speciali?

“Rispetto alle prime due edizioni abbiamo una gara in più, sono dieci adesso, e abbiamo tolto le staffette che avevamo inserito lo scorso anno. Magari il prossimo anno le metteremo nuovamente, una a fine mattina e l’altra a fine pomeriggio. Un passo alla volta. Saranno premiate con la “torre” la miglior prestazione femminile e quella maschile e ci saranno premi anche da parte del nostro sponsor Turbo.”

Infine cosa si aspetta il Nuoto Club Montecarlo da questa terza edizione del suo Trofeo e dalla seconda del Gran Prix?

“Beh, ci toglieremo sicuramente dalla classifica se arrivassimo tra le prime sei. Qui siamo inscritti in 26, c’è stata una buona risposta da parte della squadra anche se competere con squadre molto numerose è difficile. Per quanto riguarda il Gran Prix invece ce la possiamo giocare di più!”

La star-list è uscita e tutto è pronto per la terza edizione del Trofeo Città di Casale. Per chi avesse deciso di fermarsi sia mattino che pomeriggio la NC Montecarlo mette a disposizione un dehors al coperto con un self-service di piatti semplici e ideali per un pasto tra una gara e l’altra. Non resta che aspettare!

locandina e start list: CLICCA QUI

About The Author

Ultimi Tweet

?>