Select Page

Nuoto Master, Report Osimo e Andria

Continuiamo il report tour del circuito supermaster con il 2° meeting Senza Testa di Osimo e il 6° Trofeo città di Andria.

Si è svolto domenica 16 novembre presso la piscina comunale di Osimo (25 mt, 6 corsie) il 2° Meeting Senza Testa, manifestazione organizzata dalla Team Osimo nuoto (vedi foto), che in questa edizione ha visto quasi raddoppiare le presenze in vasca (quasi 300 atleti per 33 società).

Il meeting “Senza Testa” da quest’anno è gemellato con il Meeting della Solidarietà de L’Aquila, si è dato quindi il via alla Twin Cup, che vede premiate le prime tre società partecipanti a entrambi i meeting oltre all’atleta maschio e femmina che ha totalizzato la miglior somma di punteggi nelle due manifestazioni.

Vince la classifica finale di società sul ‘filo di lana’ la Conero Wellness con 44228.57 punti, a seguire la Team Marche Master (43368.56 pti) e terza classificata la Pool Sambenedettese (36208.84 pti). La Team Osimo Nuoto, società ospitante si è tenuta fuori classifica del trofeo, ma ha ottenuto un ottimo secondo posto nella Twin Cup (47767.23 pti), vinta dalla Pool Sambenedettese con 50028.45 punti, terza classificata del gemellaggio la Larus Nuoto (40826.76 punti).

Tra i risultati individuali del meeting Senza Testa spiccano le migliori prestazioni di Salvatori Alessandro (Larus Nuoto) con 57.24 e 957.20 punti nei 100 sl M50, e di Miriam Passeri (Progetto Acqua di Pescara) con 1.17.28 e 866.85 punti nei 100 mx M40.

La migliore tra le donne della Twin Cup è stata Irene Castelli (GS samb87) con 3305.70 punti, mentre il premio per gli uomini è andato a Michele Zito della Unique Pool con 3696.80 punti.

Curiosando fra i risultati delle gare individuali in evidenza nei 400 sl Marco Pucci (FI nuota master) che vince gli M30 in 4.27.81, di poco staccato l’oro M35 Gerolamo Costanza (Pool Sambenedettese) con 4.30.48.
Nei 50 fa il miglior crono è di Giacomo Medici (Team MArche master) che vince gli M30 in 27.28, il miglior punteggio è di Alessandro Salvatori (Larus nuoto) che domina gli M50 in 29.31, bissando l’oro con la miglior prestazione del trofeo nei 100 sl in 57.24.

Leonardo Belfioretti M25 nuota la migliore prestazione nei 100 do con 59.10 (934.52 pti) e nella mezza distanza con 26.62 (947.03 pti).
50 ra combattuti con Michele Zito M25 (Unique pool) che brucia all’arrivo Andrea Benedetti M35 (Pool sambenedettese) rispettivamente con 30.55 e 30.65; sfida che si ripropone nella doppia distanza dei 100 ra con Zito alla vittoria in 1.05.61 e Benedetti con 1.06.86 e con l’inserimento dell’M30 Andrea Cavalletti che vince la sua categoria in 1.05.63.
Nei 100 mx ritroviamo Andrea Cavalletti all’oro M30 con 1.00.43, ottimo tempo anche per Renato Possanzini (Progetto Acqua Pescara) primo M50 in 1.07.32 (923.25 pti) che bissa la vittoria nei 100 ra in 1.13.22 (944.69 pti).

Segnaliamo nei 50 sl Davide Marzocchi (Vela nuoto Ancona) primo M30 in 25.02 e Stefano Schiona (Progetto acqua Pescara) che con 27.47 vince gli M50.

Interessante il tempo della staffetta 4×50 mx maschi 100-119 della Vela nuoto Ancona che fa segnare un 1.53.73, davanti al Team Marche master in 1.56.14. In evidenza nella 4×50 sl maschi la formazione 120-159 della Vela nuoto Ancona con 1.42.41 e il quartetto Larus Nuoto 160-199 con 1.44.67.

Passiamo quindi al 6° Trofeo città di Andria, organizzato dalla Aqua sport planet Andria presso la piscina comunale della città (25 mt, 6 corsie).
Quasi 200 atleti presenti per 21 società partecipanti, vince la classifica finale la società di casa Planet Andria, davanti a New olimpic e CUS Bari.

Nella prima gara in programma, 200 mx, subito bene Mariapia Longobardi (CUS Bari) che nelle M25 nuota un 2.31.20 da 935.98 punti migliore prestazione femminile del trofeo, bissando l’oro nei 50 sl con 29.06.
Doppietta 100-200 sl per  Terenzio Carrozzo (Muovi Lecce) vittorioso negli M30 rispettivamente con spicca il 2.03.28 e 55.33.

La migliore prestazione maschile del trofeo arriva nei 1500 sl con Pietro Bozzelli (M sport San Salvo) oro M35 in 16.46.98 e 964.61 punti, capace di vincere anche i 50 sl in un discreto 25.93.

Segnaliamo inoltre nei 50 ra la miglior prestazione dell’M60 Arcangelo Marcianò (Meridiana nuoto Taranto) con 38.81, nei 100 do di Maria Mastandrea M25 (Adriatika nuoto) con 1.13.80, nei 50 fa  Luca Vrenna M35 (Lacinia nuoto) in 29.86 e nei 100 ra Francesco Minosi (Adriatika nuoto) oro M30 in 1.15.07.

About The Author

Responsabile di redazione, istruttore di nuoto, ex-ago di nuoto e salvamento, “Ing-mamma-atleta” Master

?>