Select Page

Rescue Interclub 2014 – and the winner is…

Rescue Interclub 2014 – and the winner is…

trofeo 1. pool - 2. allroundSi è concluso il mondiale ciclistico di Ponferrada con il successo del polacco Kwia… Ah no? Siamo a Montpellier? Rescue? Francia? Scusate… non ero concentrato, il passato non si rinnega.

Parafrasando il mondiale interclub rescue, direi che è esattamente come nel ciclismo. E’ il lavoro di squadra, il lavoro sporco, il lavoro ai fianchi che a volte non viene gratificato dal successo, il progetto di una strategia, una coppa Brema del nuoto in 5 tappe, di saper mettere gli uomini giusti nel posto giusto, ma che a volte è la coesione quello che fa girare il verso ad una manifestazione.

Proprio come ad un mondiale di ciclismo in gara secca partiamo dall’epilogo, presentando in ordine di apparizione il vincitore del Trofeo Interclub Team Youth Pool, il campionato mondiale giovani nelle prove di piscina, quindi bella gente, Ladies and gents, the new world pool youth champion, i nuovi campioni del mondo giovanili piscina nonché campioni italiani della specialità 2014, sono i Nuotatori Modenesi che hanno preceduto Aqvasport Rane Rosse e Papamoa Surf Life Saving Club. È un peccato che il titolo giovanile abbia un titolo tanto anonimo. Potremmo istituirne uno noi.podio overall

Tirando le somme, i vincitori della classifica finale del Campionato Mondiale Rescue 2014 Youth che nella classifica overall conteggia SERC, piscina e prove oceaniche, sono i campioni neozelandesi del Papamoa SLSC che tra l’altro erano i vincitori del trofeo prove oceaniche. Vicecampioni i Nuotatori Modenesi che hanno preceduto e trovato sul podio i sudafricani del Durban. 4° posto per Rane Rosse. Il resto delle classifiche quando lo vorranno pubblicare e superare questa fase da cantastorie vedremo punti e rimanenti piazzamenti. Il commento da insider anche su queste auspico venga svolto da Bierre. Io vorrei rimanere alla contabilità

A questo proposito ricostruiamo l’ultima giornata di questa incredibile giornata giovanile che prevedeva 50 trasporto, 100 pinne, 200 superlifesaver e la 4×50 mista.

Ferrari Davies Gramegna - manichinoIl trasporto manichino vede alle spalle dell’aussie Prue Davies, salire il podio Eleonora Ferrari dei Nuotatori Modenesi e Martina Gramegna di Rane Rosse. Al maschile unico finalista Gianluca Fontana (RR)

E’ trance agonistica quella che mette in vasca la Ferrari che chiude con Francesca Maini, Maddalena Lonardi, Sara Leonelli al secondo posto dietro alle tedesce dell’Emsdetten. Legno per le Rane di Gramegna Cappelletti Rudello Caniccio.

La staffetta 4×50 mista con il Papamoa sul gradino più alto, vede al 2° posto il club spagnolo Alcarreño ed al bronzo i Nuotatori Modenesi. Ughetti Zucchi Formaciari e Lucchi. 6° posto per Rane Rosse di Bergna Fontana Sironi Galimberti e 8° per il Libertas team Piemonte con Benedetto Garcia Visentin Ricca

Finale travolgentemente tricolore quella dei 100 manichino con pinne con il successo di Francesca Crivelli (SC Alessandria) che così completa la collezione dei metalli su Valeria Cappelletti (57.64 RR) e Martina Repetto bronzo in 59.24 della Sportiva Sturla. Successo che con il 56.85 registrato per la Crivelli è innanzitutto il primato cadetti e junior della specialità.

Al maschile la specialità trova come miglior rappresentante italico Diego Borgnia RR al 15° posto

Niente ori per una Ferrari che pare in stato di grazia, trascinatrice dei Nuot. Modenesi, anzi dai 200 superlifesaver chiusi con un 2’42.39 arriva anche un legno. In 9. posizione e prima delle escluse Giovanna Montagna di SAFA2000, 14. Sara Leonelli NM e 15. Giulia Saronio RR

La prova maschile vinta dal francese Louis Sam dell’ EN Albigeoise 6° e 7° il duo gialloblu Filippo Fornaciari e Marco Martinelli. Erta rimasto fuori dalla finale con il 9° tempo Gabriele Barbieri Squarotti di SAFA2000, 13° Davide Moretto dei Nuotatori Canavesani.

Molto più accattivanti i titoli dei premi riservati alla categoria open.

Il MIKE MORTIMER MEMORIAL TROPHY riservato ai vincitori del campionato delle prove oceaniche ha premiato gli australiani del BMD Northcliffe che in questo modo ha completato la rincorsa nonché superato le Rane Rosse, aggiudicandosi quindi anche il KEVIN WELDON TROPHY riservato al vincitore della overall pointscore Sul terzo gradino del podio i tedeschi del DLRG Halle-Saalkreis. Paro-paro quanto già visto ad Adelaide 2012 classifiche

L’ultima giornata ha messo in bella mostra le abilità down under nel oceanman/woman. Solo nelle staffette esce qualcosa. 13° posto maschile delle Rane con Lentini Legnani Sanna Ferrua, per passare al 15° posto femminile per SAFA2000 con Borgnino Tetta Bacchella Critelli e 16° posto per le Rane Rosse di Rousseau Meschiari Weyders Mozzanica .

Interessante il 3° posto in finale B di Safa2000 nella board rescue con Elena Tetta e Vittoria Borgnino che vale l’11° posto.

Ma è già ora di festeggiare…

Congratulazioni a tutti.

About The Author

ilFogliani

su vaporidicloro è ammaestratore, intrattenitore, collettore di news e risultati in Emilia Romagna. Ufficio stampa, organizzatore e appassionato di tutto.

Ultimi Tweet

?>