Si sono conclusi i Campionati Europei per il nuoto in acque libere a Belgrado, azzurri protagonisti con la vittoria nel medagliere – 3 ori, 4 argenti e 2 bronzi – e della classifica per Nazioni con 214 punti davanti a Germania e Ungheria (161 e 159 punti).

Il bilancio del coordinatore tecnico Stefano Rubaudo (da Federnuoto):

Bilancio molto positivo. I risultati sono arrivati in quasi tutte le gare. Abbiamo conquistato medaglie importanti, ricevuto conferme e risposte soddisfacenti. Siamo venuti qui con una Nazionale che ha mescolato giovani e grandi e che nasce, oltre che dal lavoro del centro federale, dalla collaborazione della Federazione con gli altri tecnici e le altre società.

Giulia Gabbrielleschi, Ginevra Taddeucci, Marcello Guidi e Vincenzo Caso vengono da altre realtà e hanno fatto grandissime prestazioni. Ci sono stati momenti indicativi molto importanti: la 10 chilometri di Gregorio Paltrinieri è la conferma di un grande campione; le prove di Caso e Filadelli, 18 e 20 anni, che sono due neofiti in gare internazionali di quel livello, che sono riusciti a rimanere aggrappati e nuotare a quei ritmi con Betlehem e Rasovszky, i francesi, tutti atleti qualificati per le Olimpiadi, sono anche prove di coraggio perché si parte forte ma non sa mai cosa può succedere dopo tre chilometri. Sempre lucidi, sempre in gara, e ciò vuol dire che l’attitudine al fondo è ottima.

Dario Verani ha dimostrato che tecnicamente oggi è difficile trovare un nuotatore al mondo che lo possa battere in una gara così lunga, per come l’ha costruita negli anni e per come la sa interpretare. Così come Matteo Furlan che ha oltre trent’anni e comunque è un altro grande interprete della 25 chilometri ed anche lui fa parte dei progetti della Federazione e della sinergia con le società che mettono i loro atleti nelle migliori condizioni per allenarsi. Poi c’è Barbara Pozzobon che è cresciuta molto, fino a diventare tra le più forti al mondo: all’inizio era in grandi di fare bene la 25 ma aveva qualche difficoltà a fare le altre gare e oggi prende una medaglia nella 10 davanti a molte nuotatrici qualificate per i Giochi Olimpici e vince la 25 restando attaccata ai maschi. Si tratta di un mega lavoro.

Una Nazionale che ci lascia ben sperare per il futuro. Questo europeo è stato un banco di prova per tutta la squadra. Stiamo andando nella giusta direzione si per gli obiettivi a breve termine che per quelli a lungo termine.

Fatti di nuoto Weekly: previsioni Olimpiche volume 2, uomini

Sabato inizia la settimana santa del nuoto Olimpico e la tensione è ormai alle stelle. Mancavano solo i pronostici maschili, eccovi serviti. Con Fatti di nuoto weekly ci si risente a Giochi fatti. Se vi siete persi la "puntata precedente": Volume 1: donne.50 stile...

Parigi 2024 | le gare degli Azzurri alle Olimpiadi

-4 al primo "Take your marks" Olimpico del nuoto in vasca, le gare si terranno dal 27 luglio al 4 agosto 2024 presso Paris La Défense Arena. La spedizione azzurra, è composta da 36 atleti - 16 donne e 20 uomini - vediamo a quali gare sono iscritti e il programma del...

Il Nuoto alle Olimpiadi: le specialità perdute

Le Olimpiadi sono un evento globale atteso e seguito in tutto il mondo, al quale partecipano perlopiù atleti professionisti che vivono dello sport da loro praticato e ne ricevono spesso fama e notorietà. In origine, tuttavia, gli sportivi olimpici non erano dei...

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: le staffette

La prima staffetta del programma Olimpico del nuoto si disputò nel 1904 a St Louis e fu una 4x50 iarde a stile libero, aperta esclusivamente a quattro club statunitensi, due di New York, uno di Chicago ed uno del Missouri. In realtà, anche la squadra della Germania...

Fatti di nuoto Weekly: previsioni Olimpiche volume 1, donne

Ragazzi, manca una settimana eh. Non si scappa più, Les jeux sont faits. Ecco le previsioni Olimpiche più azzardate che troverete nell’internet. Volume 1: donne.50 stile liberoAnche se il sogno è Sarah Sjöström (e razionalmente avrà dalla sua un programma gare più...

Parigi 2024 | Gli azzurri del Nuoto Paralimpico

Sono 28 gli atleti selezionati a seguito degli slot guadagnati dall'Italia - 12 femmine e 16 maschi - dal Direttore Tecnico Riccardo Vernole per i prossimi Giochi Paralimpici Estivi di Parigi 2024 che si terranno dal 28 agosto all'8 settembre 2024 presso Paris La...

Nella giornata inaugurale, la 10 km Olimpica porta in dote subito tre medaglie, una per metallo: Gregorio Paltrinieri torna sul trono d’Europa con una gara tatticamente perfetta, mentre al femminile Barbara Pozzobon è argento per un soffio dalle tedesca Beck, bronzo per Giulia Gabbrielleschi.

La 5 km del secondo giorno registra un argento per Ginevra Taddeucci sempre alle spalle di Leonie Beck e il bronzo di Marcello Guidi, mentre nell’ultima gara individuale della 25 km è dominio azzurro con la vittoria di Dario Verani e Barbara Pozzobon, a cui si aggiunge l’argento di Matteo Furlan.

Si chiude la rassegna con la prova di squadra della 4×1500 m: Giulia Gabbrielleschi, Ginevra Taddeucci, Andrea Filadelli e Marcello Guidi chiudono alle spalle dell’Ungheria e precedono la Francia.

10 km maschi

🥇 Gregorio Paltrinieri ITA 1h49’19.6
🥈 Marc-Antoine Olivier FRA +21.4
🥉 David Betlehem HUN +21.6
 
4 Domenico Acerenza ITA +21.6
5 Dario Verani ITA +22.0

10 km femmine

🥇 Leonie Beck GER 2h00’54.9
🥈 Barbara Pozzobon ITA +0.1
🥉 Giulia Gabbrielleschi ITA +3.7
 
16 Veronica Santoni ITA +1’04.0

5 km maschi

🥇 David Betlehem HUN 53’28.3
🥈 Marc-Antoine Olivier FRA +0.4
🥉 Marcello Guidi ITA +2.5
7 Andrea Filadelli ITA +10.1
9 Vincenzo Caso ITA +17.0

5 km femmine

🥇 Leonie Beck GER 58’25.3
🥈 Ginevra Taddeucci ITA +1.2
🥉 Bettina Fabian HUN +3.4
11 Rachele Bruni ITA +11.7

25 km maschi

🥇 Dario Verani ITA 5h08:50.9
🥈 Matteo Furlan ITA +5.7
🥉 Axel Reymond FRA +9.6
 
RIT Mario Sanzullo

25 km femmine

🥇 Barbara Pozzobon ITA 5h25’37.7
🥈 Lea Boy GER +3:01.9
🥉 Candela Sanchez Lora SPA +3:37.5
 
RIT Veronica Santoni ITA

4×1500 m mista

🥇 Ungheria 1h06’07.7
🥈 Italia +20.9
Gabbrielleschi, Taddeucci, Filadelli, Guidi
🥉 Francia +44.0
Foto: Fabio Cetti | Corsia4