Siamo arrivati all’ultimo pomeriggio di finali degli Assoluti 2021, con gli ultimi posti disponibili per volare a Tokyo per i Giochi Olimpici o passare da Budapest per i Campionati Europei.

Lo Stadio del Nuoto di Riccione, popolato di soli tecnici e atleti come usuale di questi tempi, è pronto per ospitare le ultime due ore di gare!

Nella mattinata, unico squillo di Benedetta Pilato che nei suoi 50 rana ha nuotato un centesimo di più del suo record italiano, fermandosi a 29”62.

Intervistato dalla Rai, il DT Cesare Butini definisce il Campionato come stupefacente.

Nessuno ha frenato, dai più esperti ai giovani, e il plauso va alle Società che hanno reso tutto ciò possibile. C’era una gran voglia di gareggiare, ed alcuni risultati sono stati incredibili. Il ristorno alla competizione internazionale, agli Europei, sarà un primo passo verso la normalità e verso Tokyo.

Arianna Castiglioni è stata sfortunatissima, ha preso il Covid dopo il vaccino e poco prima delle gare. È stata bravissima ad affrontare la gara e un complimento va anche al suo coach Gianni Leoni. Arianna verrà all’Europeo, ma ora è presto per ipotizzare la sua partecipazione olimpica, che comunque dovrà essere vagliata dal CONI.

Per la 4×100 maschi, Miressi è stato encomiabile, a pochi centesimi dalla qualificazione, e Ceccon è ormai una conferma. Dietro di loro però mi aspettavo di più. in questo ci verrà incontro il Settecolli, e il discorso vale anche per la 4×200, entrambe sono staffette molto importanti per noi.

1500 Stile libero Uomini (TL : Olimpiadi 14,50,0 Europei 14,58,0)

Gregorio Paltrinieri è già qualificato in virtù del tempo ottenuto ormai più di un anno fa, agli Assoluti Invernali 2019, mentre al Settecolli 2020 ha addirittura fatto di meglio, migliorando il proprio record europeo. Oggi sembra affrontare l’inizio gara con meno foga, perlomeno rispetto agli 800 di qualche giorno fa, per poi posizionarsi su un passo medio di 29”5 ad ogni 50 metri. Con un leggero aumento di velocità negli ultimi 200 metri, arriva un tempo finale di 14’40”38, di livello altissimo. L’argento va al giovane (2003) Luca De Tullio, 15’05”31, mentre delude Domenico Acerenza, terzo in 15’06”39, nemmeno qualificato per gli Europei. Le impressioni di Paltrinieri:

Oggi ho cercato di distribuire meglio la gara rispetto agli 800, ma ho fatto molta fatica comunque. Pensavo di fare un po’ meno, ma la stanchezza si è fatta sentire. In generale sono contento di questo Assoluto, la cosa più bella è stata sicuramente gareggiare di nuovo.

Ho tenuto alto il chilometraggio in questi mesi, ora speso anche di allenarmi in mare. Agli Europei proverò a fare tutto come prova generale per le Olimpiadi anche se le acque libere saraano prima della vasca. Sono più sereno, sto migliorando la nuotata e lavorando tanto.

1500 Stile libero Donne (TL : Olimpiadi 16,05,0 Europei 16.15,0)

Qui i posti per Tokyo sono già occupati entrambi, da Simona Quadarella (campionessa del mondo in carica) qualificata agli Invernali 2019 e Martina Caramignoli, che al Settecolli 2020 ha stupito tutti con un tempo eccezionale. Anche oggi è una sfida a due, proprio come negli 800 di qualche giorno fa, con Quadarella che si pone subito in testa a fare il ritmo e Caramignoli che non le molla la scia. Il distacco tra le due rimane sempre intorno 3 secondi, e Quadarella vince in 15’57”03, 15’59”13 per Caramignoli. Entrambe già qualificate vanno comunque abbondantemente sotto al limite Olimpico. Il bronzo va a Ginevra Taddeucci in 16’21”93, già vincitrice della 5 km. Così Simona Quadarella:

Il tempo è discreto, ora penso solo a lavorare. Fare tante gare era la cosa più importante, di questo sono contenta. L’Olimpiade si avvicina finalmente, è un sogno che si avvera. Voglio arrivarci in forma.

 

Storie di Nuoto: László Cseh, working class hero

Immaginate per un momento di avere un dono eccezionale, una dote naturale che vi rende incredibilmente bravi a nuotare. Immaginate che questa capacità sia scoperta da un allenatore estremamente lungimirante e capace, che affina la vostra tecnica in modo perfetto,...

Training Lab, La prestazione nel Nuoto in funzione del recupero attivo e passivo di varie durate

All’interno di una competizione natatoria così come di un allenamento intenso fatto di prove di sforzo massimali, l’andamento delle stesse può essere fortemente influenzato da diversi fattori. Primo fra tutti di sicuro è lo stato di forma o di affaticamento pregresso...

Storie di Nuoto: Ian Thorpe, il gigante australiano

È il nuotatore più famoso d’Australia, tutti conoscono le sue imprese. Ricordo di averlo visto nuotare ad Atene 2004 ed aver pensato cavoli il nuoto è uno sport fico, voglio farlo anche io. Kyle Chalmers, oro olimpico nei 100 stile libero a Rio 2016 Nel corso della...

World Cup 2021 #2 | A Budapest il saluto ufficiale a Laszlo Cseh

È Budapest a ospitare la seconda tappa della FINA Swimming World Cup 2021! Dopo Berlino si vola in Ungheria, dove la lotta per conquistare il primo posto nel ranking della Coppa del Mondo si accende sempre di più. Spettacolo, nuovi primati e un ultimo saluto al mitico...

La squadra agonistica del Reale Circolo Canottieri Tevere Remo pronta per la nuova stagione

Quella del Reale Circolo Canottieri Tevere Remo è una realtà storica: con 149 anni di attività è il più antico Circolo della Capitale, un luogo di ritrovo, cultura e sport apprezzato e riconosciuto, al quale negli anni non sono mancati i risultati sportivi, tanto da...

Europei in vasca corta 2021 | I 40 azzurri convocati per Kazan

Saranno 40 i nuotatori - 17 donne e 23 uomini -  che rappresenteranno l'Italia ai prossimi Campionati Europei di vasca corta che si disputeranno dal 2 al 7 novembre all'Aquatics Palace di Kazan (Russia). La rassegna continentale, arrivata alla XXI edizione, ha visto...

50 Dorso Uomini (TL: Europei 24,9)

La schiuma si fa altissima per un arrivo veramente al fotofinish: Lorenzo Mora bissa l’oro nei 200 con il tempo di 25”30, argento a Sabbioni in 25”34, bronzo a Stefanì in 25”35. Nessun pass Europeo oltre a quello del campione qualificato da regolamento, che parla così:

Peccato per il 100 che non mi è proprio entrato, ma torno a casa con due titoli e molta soddisfazione. Spero agli Europei di migliorare ancora.

50 Rana Donne (TL: Europei 30,9)

Non si migliora rispetto al mattino, Benedetta Pilato, fermandosi a 29”91 a causa di una partenza imperfetta. Il tempo è comunque di livello altissimo, anche se ci si poteva aspettare qualcosa di più. Dietro di lei le altre due raniste fenomenali, entrambe qualificate per Budapest: Carraro in 30”65, Castiglioni in 30”77. Pilato:

Sono molto contenta, non avevo preparato le gare avendo già la qualificazione e quindi va molto bene. Oggi mi aspettavo di più visto il tempo di stamattina. Gli Europei saranno una tappa importante verso Tokyo.

50 Farfalla Uomini (TL: Europei 23,4)

Altro arrivo al cardiopalma, con Piero Codia che imbecca il tocco decisivo e vince in 23”47 e vola a Budapest. Thomas Ceccon è secondo in 23”53, terzo Lorenzo Gargani in 23”64. Codia:

Le sensazioni sono migliori rispetto a ieri, sono stati mesi difficili e anche adesso sarà complicato prepararsi al meglio per tutto. L’Olimpiade è il mio sogno, ci proverò fini in fondo.

50 Farfalla Donne (TL: Europei 26,2)

Silvia Di Pietro fa un’ottima progressione e va a vincere in 26”38, davanti a Costanza Cocconcelli in 26”59 e Elena Di Liddo in 26”62. Così la campionessa:

Sono contenta di aver vinto nonostante sia fuori condizione. Dopo il Covid ho dovuto scegliere di non prepararmi al meglio per questi Assoluti e puntare a Budapest, dove spero di raccogliere i frutti del lavoro.

200 Misti Uomini (TL : Olimpiadi 1,58,0 Europei 1,59,4)

L’attesa è tutta per Alberto Razzetti, in cerca del pass olimpico dopo il grande miglioramento ottenuto al Settecolli 2020. Il ligure parte con un ottimo piglio e passa in 55”84 a metà gara. La frazione a rana (33”13) lo mantiene in linea e la chiusura a stile è solida. Fantastico il tempo finale, 1’57”13, nuovo record italiano e tempo limite per Tokyo 2020one. L’Italia sembra finalmente aver trovato il mistista che gli mancava. Argento a Lorenzo Glessi 2’00”81, bronzo a Matteo Pelizzari 2’01”38. Razzetti:

Sono felicissimo, ho realizzato un sogno. Il tempo è incredibile, non pensavo di andare così forte. Sarà la mia prima Nazionale assoluta, non vedo l’ora.

200 Misti Donne (TL : Olimpiadi 2,11,0 Europei 2,12,8)

Sara Franceschi e Ilaria Cusinato passano appaiate ai 100 metri, ma la toscana prende un piccolo margine a rana. Lo sprint finale premia la campionessa dei 400 che vince con 2’11”57, seconda Cusinato in 2’11”75 (entrambe non lontanissime dal limite olimpico); terza Anna Pirovano in 2’13”79. Franceschi:

Non c’è il tempo per le Olimpiadi ma sono comunque contenta così.

I qualificati per Tokyo 2020one

Qualificati agli Assoluti Open dicembre 2019
Gregorio Paltrinieri nei 1500 stile libero (e 10 km)
Simona Quadarella nei 1500 stile libero
Margherita Panziera nei 200 dorso
Nicolò Martinenghi nei 100 rana

Qualificati per scelta tecnica
Gabriele Detti nei 400 stile
Marco De Tullio nei 400 stile
Martina Rita Caramignoli nei 1500 stile libero
Federico Burdisso nei 200 farfalla

Qualificati agli Assoluti Open dicembre 2020
Thomas Ceccon nei 100 dorso
Benedetta Pilato nei 100 rana

Qualificati agli Assoluti primaverili 2021
Sara Franceschi nei 400 misti
Gregorio Paltrinieri 800 stile libero
Simona Quadarella 400 stile libero
Martina Carraro 100 rana
Federica Pellegrini 200 stile libero
Alberto Razzetti 200 misti

Elena Di Liddo 4×100 mista (farfalla)
Stefano Ballo 4×200 stile libero 
Alessandro Miressi 4×100 stile libero

I qualificati per gli Europei di Budapest

Lisa Angiolini 200 ra
Martina Caramignoli 1500 sl
Martina Carraro 100 ra, 50 ra
Arianna Castiglioni 100 ra, 50 ra
Costanza Cocconcelli 50 sl
Ilaria Cusinato 200 fa, 200 mi
Elena Di Liddo 100 fa
Silvia Di Pietro 50 fa
Francesca Fangio 200 ra
Sara Franceschi 400 mi, 200 mi
Margherita Panziera 200 do, 100 do
Federica Pellegrini 50 sl, 100 sl
Benedetta Pilato 100 ra, 50 ra
Simona Quadarella 400 sl, 800 sl, 1500 sl
Silvia Scalia 50 doStefano Ballo 200 sl
Federico Burdisso 200 fa
Thomas Ceccon 100 sl
Matteo Ciampi 400 sl
Piero Codia 100 fa, 50 fa
Gabriele Detti 400 sl, 800 sl
Marco De Tullio 400 sl, 800 sl
Stefano Di Cola 200 sl
Edoardo Giorgetti 200 ra
Nicolò Martinenghi 100 ra, 50 ra
Pier Andrea Matteazzi 400 mi
Filippo Megli 200 sl
Alessandro Miressi 100 sl
Lorenzo Mora 200 do, 50 do
Gregorio Paltrinieri 800 sl, 1500 sl
Alessandro Pinzuti 100 ra
Alberto Razzetti 200 fa, 200 mi
Simone Sabbioni 100 do
Lorenzo Zazzeri 50 sl

Foto: Fabio Cetti | Corsia4

Share and Enjoy !

Shares