Poche ore ci separano dall’inizio delle gare in vasca dei XX Campionati Mondiali in vasca lunga, in programma a Fukuoka, in Giappone, dal 23 al 30 luglio.

Dopo le tre medaglie azzurre delle acque libere si passa in corsia, la squadra azzurra è composta da 32 atleti – 19 maschi e 13 femmine – vediamo gli orari, il programma e le gare individuali degli azzurri.

Le sessioni di batterie si disputeranno nella notte italiana con inizio alle 3.30, mentre le semi e finali inzieranno alle 13.00.

Sarà possibile seguire le gare in diretta TV sui canali Rai Due, Rai Sport +HD e Sky Sport Summer, oppure LIVE sui nostri canali social Facebook e Instagram.

La prima a scendere in acqua è Sara Franceschi nei 200 misti, Filippo Megli ed Emma Virginia Menicucci disputeranno solo le staffette, vediamo insieme tutte le iscrizioni individuali.

Fatti di nuoto Weekly: cavare il sangue dalle rape

Piccola e impopolare riflessione sul nuoto contemporaneo di Fatti di nuoto Weekly.  Nello scrivere settimanalmente di nuoto, per questa rubrica e non solo, passo due terzi dell’anno a cercare le notizie più nascoste, le curiosità, gli anniversari, le piccole...

Road to Parigi, il Recap dei Trials Australiani

Anteprima dei Giochi dalla terra dei canguri! A cosa abbiamo assistito in questi sei giorni australiani? Livello fuori dal comune quello visto a Brisbane, pari ormai a quello che possiamo trovare nei Trials USA, che fanno dell’Australia la seconda potenzia mondiale...

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: gli 800 stile libero

Gli 800 stile libero donne sono stati introdotti nel programma Olimpico a Città del Messico, nel 1968, e sono rimasti gara esclusivamente femminile fino a Tokyo 2020ne, quando il CIO ha deciso di aumentare il programma della vasca parificando le gare tra i due sessi....

Fatti di nuoto Weekly: USA Olympic Trials Predictions

Se non è l’evento più importante e spettacolare del nuoto mondiale, poco ci manca. Mentre i Trials australiani sono appena iniziati, e promettono di essere altrettanto determinanti per le sorti Olimpiche, i Trials originali, quelli USA, iniziano tra pochi giorni....

Curtis brilla alla Campus Aquae Swim Cup 2024, Magrassi da record

Archiviata anche la quinta edizione della Campus Aquae Swim Cup di Pavia, che si è svolta dal 7 al 9 giugno presso l’omonimo impianto lombardo. Tre giorni di gare che hanno visto impegnati gli atleti delle categorie Juniores  e Assoluti venerdì e sabato,  Esordienti...

Buona la prima per l’Olimpic Race di Napoli

La prima edizione della Olimpic Race a Napoli si è chiusa con un grandissimo successo. L'evento ha portato alla piscina Felice Scandone circa 800 atleti per un totale di oltre 2400 presenze gara. La manifestazione si è conclusa con la vittoria della squadra di casa,...

Gare individuali femminili

50 sl – Chiara Tarantino
100 sl – Sofia Morini
200 sl – nessun atleta
400 sl – Simona Quadarella
800 sl – Simona Quadarella
1500 sl – Simona Quadarella e Ginevra Taddeucci

50 do – Costanza Cocconcelli e Margherita Panziera
100 do – Margherita Panziera
200 do – Margherita Panziera

50 ra – Anita Bottazzo e Benedetta Pilato
100 ra – Lisa Angiolini e Martina Carraro
200 ra – Lisa Angiolini e Martina Carraro

50 fa – nessun atleta
100 fa – Ilaria Bianchi
200 fa – nessun atleta

200 mi – Sara Franceschi
400 mi – Sara Franceschi

Gare individuali maschili

50 sl – Leonardo Deplano e Lorenzo Zazzeri
100 sl – Alessandro Miressi e Manuel Frigo
200 sl – Marco De Tullio e Stefano Di Cola
400 sl – Marco De Tullio e Matteo Ciampi
800 sl – Luca De Tullio e Gregorio Paltrinieri
1500 sl – Luca De Tullio e Gregorio Paltrinieri

50 do – Thomas Ceccon
100 do – Thomas Ceccon
200 do – Matteo Restivo e Lorenzo Mora

50 ra – Simone Cerasuolo e Nicolò Martinenghi
100 ra – Nicolò Martinenghi e Federico Poggio
200 ra – nessun atleta

50 fa – Thomas Ceccon e Piero Codia
100 fa – Federico Burdisso e Piero Codia
200 fa – Federico Burdisso e Alberto Razzetti

200 mi – Alberto Razzetti
400 mi – Alberto Razzetti

Il commento del DT Cesare Butini su Federnuoto:

Arriviamo sicuramente con molte aspettative, la voglia di far bene e proseguire il trend positivo ma anche con la consapevolezza che non sarà così facile. Dobbiamo essere consapevoli di dover lavorare ancora molto, perché ormai siamo nell’anno preolimpico e dobbiamo stare al passo con il movimento internazionale. E in questo dobbiamo essere bravi.

Abbiamo una squadra giovane ma non giovanissima come impegni, perché abbiamo atleti e cito come primo esempio Gregorio Paltrinieri, ma questo vale anche per altri, che sono in competizione da quattro e cinque anni. Dobbiamo essere bravi ad inserire qualche giovane che possa essere di stimolo e al contempo integrarsi nel gruppo.

Gli ottimi risultati ottenuti e la grande esperienza maturata ai Mondiali di Budapest dove abbiamo stabilito il record di medaglie e agli Europei di Roma 2022 dove abbiamo vinto e festeggiato insieme ai nostri tifosi ci danno certamente grande entusiasmo e sono molto importanti per la nostra crescita.

Tutto questo è difficile da ripetere, perché quando si arriva in alto è più complicato restarci e dobbiamo abituarci a questo: fino adesso abbiamo avuto l’entusiasmo e ora questo va finalizzato al mantenimento di un trend di altissimo livello. Budapest e Roma non devono essere un punto di arrivo ma un trampolino di lancio perché il nostro focus è indirizzato si a questa competizione ma già pensiamo a quello che dobbiamo fare in prospettiva olimpica.

Foto: Fabio Cetti | Corsia4