Tredicesima edizione dei LEN Awards, i membri e i funzionari della LEN hanno espresso i loro voti per l’elezione dei migliori atleti europei di tutte le dicipline acquatiche.

Un anno particolare il 2021, dopo l’assenza dei premi nel 2020,  che ha portato sicuramente le attenzioni sui successi olimpici, ma anche ai risultati del Campionato Europeo che si è tenuto a Budapest.

Nuoto

Adam Peaty (GBR) 35.5%
Evgeny Rylov (RUS) 22.6%
Kristof Milak (HUN) 21.0%
Thomas Dean (GBR) 12.9%
Duncan Scott (GBR) 3.4%
Gregorio Paltrinieri (ITA) 1.6%
Florian Wellbrock (GER) 1.6%

Sarah Sjostrom (SWE) 45.2%
Ranomi Kromowidjojo (NED) 22.6%
Kathleen Dawson (GBR) 17.7%
Pernille Blume (DEN) 6.5%
Simona Quadarella (ITA) 6.5%
Leonie Beck (GER) 1.6%

Nuoto in acque libere

Florian Wellbrock (GER) 55.6%
Gregorio Paltrinieri (ITA) 27.0%
Kristof Rasovszky (HUN) 12.7%
Axel Reymond (FRA) 3.2%
Marc-Antoine Olivier (FRA) 1.6%

Sharon van Rouwendaal (NED) 57.1%
Giulia Gabbrielleschi (ITA) 17.5%
Anna Olasz (HUN) 9.5%
Lea Boy (GER) 7.9%
Oceane Cassignol (FRA) 6.3%
Leonie Beck (GER) 1.6%

Adam Peaty ha ripetuto la sua vittoria del 2019 e ha ottenuto il suo quarto LEN Award in cinque stagioni (interrotto solo nel 2018 dal russo Kolesnikov), precede di misura il russo Rylov unico atleta europeo a conquistare un doppio oro olimpico a Tokyo (100 e 200 dorso). In campo femminile la svedese Sarah Sjostom ha ottenuto il suo terzo riconoscimento nelle ultime quattro stagioni, 2019 a parte dove era stata premiata Katinka Hosszu.

Sharon van Rouwendaal raccoglie il suo quarto successo in virtù dell’argento di Tokyo – 2014, 2016, 2018 – mentre Florian Wellbrock guadagna il suo primo riconoscimento continentale grazie alla vittoria olimpica dei 10 km.

Per l’Italia raccolgono voti Gregorio Paltrinieri sia nel nuoto in vasca che in acque libere, Simona Quadarella e Giulia Gabbrielleschi.

Road to Parigi, il Recap dei Trials Australiani

Anteprima dei Giochi dalla terra dei canguri! A cosa abbiamo assistito in questi sei giorni australiani? Livello fuori dal comune quello visto a Brisbane, pari ormai a quello che possiamo trovare nei Trials USA, che fanno dell’Australia la seconda potenzia mondiale...

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: gli 800 stile libero

Gli 800 stile libero donne sono stati introdotti nel programma Olimpico a Città del Messico, nel 1968, e sono rimasti gara esclusivamente femminile fino a Tokyo 2020ne, quando il CIO ha deciso di aumentare il programma della vasca parificando le gare tra i due sessi....

Fatti di nuoto Weekly: USA Olympic Trials Predictions

Se non è l’evento più importante e spettacolare del nuoto mondiale, poco ci manca. Mentre i Trials australiani sono appena iniziati, e promettono di essere altrettanto determinanti per le sorti Olimpiche, i Trials originali, quelli USA, iniziano tra pochi giorni....

Curtis brilla alla Campus Aquae Swim Cup 2024, Magrassi da record

Archiviata anche la quinta edizione della Campus Aquae Swim Cup di Pavia, che si è svolta dal 7 al 9 giugno presso l’omonimo impianto lombardo. Tre giorni di gare che hanno visto impegnati gli atleti delle categorie Juniores  e Assoluti venerdì e sabato,  Esordienti...

Buona la prima per l’Olimpic Race di Napoli

La prima edizione della Olimpic Race a Napoli si è chiusa con un grandissimo successo. L'evento ha portato alla piscina Felice Scandone circa 800 atleti per un totale di oltre 2400 presenze gara. La manifestazione si è conclusa con la vittoria della squadra di casa,...

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: i 400 misti

I 400 misti sono entrati nel programma dei Giochi nella prima Olimpiade di Tokyo, quella del 1964, e da allora - a differenza dei 200 che hanno saltato due edizioni - non ne sono più usciti, rimanendo un punto fermo del programma natatorio sia per valori tecnici che...

Tuffi

Tom Daley (GBR) 76.7%
Patrick Hausding (GER) 9.4%
Evgeniy Kuznetsov (RUS) 9.4%
Aleksandar Bondar (RUS) 3.1%
Jack Laugher (GBR) 1.6%

Tina Punzel (GER) 62.6%
Chiara Pellacani (ITA) 15.6%
Yulia Timoshinina (RUS) 10.9%
Ekaterina Beliaeva (RUS) 7.8%
Elena Bertocchi (ITA) 1.6%
Inge Jansen (NED) 1.6%

Pallanuoto

Filip Filipovic (SRB) 50.0%
Dusan Mandic (SRB) 18.3%
Ioannis Fountoulis (GRE) 13.3%
Aleksandar Ivovic (MNE) 10.0%
Viktor Nagy (HUN) 8.3%

Beatriz Ortiz (ESP) 51.7%
Anni Espar (ESP) 25.0%
Vasiliki Plevritou (GRE) 8.3%
Ekaterina Prokofyeva (RUS) 8.3%
Alda Magyari (HUN) 6.7%

Nuoto Sincronizzato

Svetlana Kolesnichenko (RUS) 35.6%
Svetlana Romashina (RUS) 33.9%
Marta Fiedina (UKR) 28.8%

Aleksandr Maltsev (RUS) 66.7%
Pau Ribes (ESP) 22.8%
Nicolò Ogliari (ITA) 10.5%

Quarto successo per il tuffatore britannico Tom Daley che vinse il suo primo riconoscimento nel 2009 e successivamente nel 2015 e 2017, lo specialista della piattaforma a Tokyo conquista l’oro olimpico (con Matt Lee in sincro) a cui aggiunge il bronzo nella prova individuale, oltre a un’oro e un argento conquistati a Budapest. Primo LEN awards invece per la tedesca Tina Punzel bronzo olimpico nel sincro da 3 metri con Lena Hentschel e vincitrice di quattro medaglie nella rassegna continentale, piazza d’onore per l’azzurra Chiara Pellacani, in calssifica anche Elena Bertocchi.

La leggenda della pallanuoto Filip Filipovic, capitano della Serbia campionessa olimpica, raccoglie il suo quinto premio LEN, mentre al femminile è la spagnola Beatriz Ortiz, argento a Tokyo, ad aggiudicarsi la maggioranza dei voti.

La Russia domina nel sincro con una lotta “all’ultimo punto” fra le due Svetlana, Kolenishenko la spunta sulla Romashina nono stante il doppio oro olimpico per entrambe. Alekzandr Maltsev si aggiudica il suo secondo premio in campo maschile grazie ai due successi europei, a voto lo spagnolo Pau Ribes e il nostro Nicolò Ogliari.

Foto: Fabio Cetti | Corsia4