Terza mattinata di batterie ai Campionati Europei di vasca corta, molti italiani impegnati alla ricerca del passaggio del turno.

Vediamo come sono andate le gare ad Otopeni nel nostro consueto recap.

100 stile libero femmine

Si riparte con l’ennesima sfida tra britanniche che cercano il passaggio del turno, con Anna Hopkin che vola già a 51.79 e Freya Anderson seconda in 52.60. Nella lotta intestina tra le italiane, Sofia Morini fa la voce grossa e nuota 53.17, ad 1 centesimo dal suo personale, quinto tempo generale. Resta quindi un solo posto che viene agguantato da Chiara Tarantino, ottava in 53.46 contro il 54.06 di Sara Curtis. 

SEMI: Hopkin (GBR), Anderson (GBR), Seemanova (CZE), Coleman (SWE), Morini (ITA),Jorunnardottir (ISL), Janickova (CZE), Tarantino (ITA), Gastaldello (FRA), Junevik (SWE), Ugrai (HUN), Padar (HUN), Berger (AUT), Dumont (BEL), Schulze (GER)


200 misti maschi

Cambia la gara ma non il copione, con gli inglesi che svettano sulle batterie e Duncan Scott che esagera andando a nuotare 1.52.90, 1.61 secondi meglio di Max Litchfield (Tom Dean eliminato con il quinto tempo). Gi italiani passano il turno con agilità: nono tempo per Alberto Razzetti, che controlla dall’ultima batteria in 1.57.19, e 14esimo crono per Thomas Ceccon, che nuota un fin troppo lento 1.58.01. Per la semifinale, in verità, bastava un 2.00.07 di basso profilo.

SEMI: Scott (GBR), Litchfield (GBR), Vazaios (GRE), Rapsys (LTU), Brannkarr (FIN),Naumenko (UKR), Jones (GBR), Razzetti (ITA), Papastamos (GRE), Hollo (HUN), Nagy (SVK), Badea (ROU), Ceccon (ITA), Jansen (NED), Mladenovic (AUT), Gartmann (SUI), Nicusan (ROU). 

200 rana femmine

Sono solo 22 le partecipanti ai 200 rana donne e per il passaggio del turno è sufficiente scendere sotto i 2.24. Lo fanno con molta facilità sia Francesca Fangio, 11ª in 2.22.98, che Martina Carraro, 13ª in 2.23.26. La migliore è provvisoriamente l’olandese Schouten, 2.20.38.

SEMI: Schouten (NED), Blomsterberg (NED), Rybak.Andersen (DEN), Blazevic (CRO), Trnikova (SVK), Podmanikova (SVK), Horska (CZE), Jefimova (EST), Wood (GBR), Nystrand (SWE), Fangio (ITA), Thormalm (SWE), Carraro (ITA), Romanjuk (EST), VAss (ROU), Hanlon (GBR)


100 dorso maschi

Sono i francesi a dominare le batterie, con Tomac primo in 50.47 e Ndoye-Brouard secondo in 50.60. Lorenzo Mora passa il turno con il nono tempo, 51.30, mentre l’ultimo dei qualificati nuota 52.08. 

SEMI: Tomac (FRA), Ndoye-Brouard (FRA), Ungur (ROU), Greenbank (GBR), Braunschweig (GER), Brooker (GBR), Christou (GRE), Mora (ITA), Popescu (ROU),Bollin (SUI), Lie (NOR), Jaszo (HUN), Ryan (IRL), Lopes (POR), Knedla (CZE), Tribuntsov (EST)

Fatti di nuoto Weekly: cavare il sangue dalle rape

Piccola e impopolare riflessione sul nuoto contemporaneo di Fatti di nuoto Weekly.  Nello scrivere settimanalmente di nuoto, per questa rubrica e non solo, passo due terzi dell’anno a cercare le notizie più nascoste, le curiosità, gli anniversari, le piccole...

Road to Parigi, il Recap dei Trials Australiani

Anteprima dei Giochi dalla terra dei canguri! A cosa abbiamo assistito in questi sei giorni australiani? Livello fuori dal comune quello visto a Brisbane, pari ormai a quello che possiamo trovare nei Trials USA, che fanno dell’Australia la seconda potenzia mondiale...

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: gli 800 stile libero

Gli 800 stile libero donne sono stati introdotti nel programma Olimpico a Città del Messico, nel 1968, e sono rimasti gara esclusivamente femminile fino a Tokyo 2020ne, quando il CIO ha deciso di aumentare il programma della vasca parificando le gare tra i due sessi....

Fatti di nuoto Weekly: USA Olympic Trials Predictions

Se non è l’evento più importante e spettacolare del nuoto mondiale, poco ci manca. Mentre i Trials australiani sono appena iniziati, e promettono di essere altrettanto determinanti per le sorti Olimpiche, i Trials originali, quelli USA, iniziano tra pochi giorni....

Curtis brilla alla Campus Aquae Swim Cup 2024, Magrassi da record

Archiviata anche la quinta edizione della Campus Aquae Swim Cup di Pavia, che si è svolta dal 7 al 9 giugno presso l’omonimo impianto lombardo. Tre giorni di gare che hanno visto impegnati gli atleti delle categorie Juniores  e Assoluti venerdì e sabato,  Esordienti...

Buona la prima per l’Olimpic Race di Napoli

La prima edizione della Olimpic Race a Napoli si è chiusa con un grandissimo successo. L'evento ha portato alla piscina Felice Scandone circa 800 atleti per un totale di oltre 2400 presenze gara. La manifestazione si è conclusa con la vittoria della squadra di casa,...

50 dorso femmine

La specialista olandese Kira Touissant fa il primo tempo in 26.15, ed è l’unica che si avvicina alla barriera dei 26 secondi netti. Per l’Italia in gara solo Costanza Cocconcelli, ottava in 27.02, mentre la qualificazione è fissata in 27.76.

SEMI: Touiisant (NED), Dawson (GBR), Hill (IRL), Hansson (SWE), Pigree (FRA), Jensen (DEN), Komoroczy (HUN), Cocconcelli (ITA), Teijonsalo (FIN), Giele (NED), Rebelo (POR), Antoniou (CYP), Milutinovic (SRB), Avramova (TUR), Loeyning (NOR) 


200 farfalla maschi

Diciannove partenti in questi 200 delfino maschi, solo in tre rimangono quindi fuori dalla semifinale, per la quale basta l’1.58.36 del bosniaco Dracic. Miglior tempo per Noè Ponti, 1.54.38, mentre passano il turno entrambi gli italiani: nono Alberto Razzetti, che appena dopo aver nuotato i 200 misti fa 1.56.55, 13° Christian Ferraro, 1.57.15.

SEMI: Ponti (SUI), Marton (HUN), Mitsin (BUL), Mildred (GBR), Klenz (GER), Zirk (EST), Mihalache (ROU), Rizek (AUT), Razzetti (ITA), Gemov (CZE), Hollo (HUN), Kesil (UKR), Ferraro (ITA), Kostal (SVK), Toscan (SUI), Dracic (BIH)

4×50 misti femmine

Primo tempo per le italiane nelle batterie, che danno 1 secondo ad Olanda e Svezia e si assicurano la corsia 4 per la finale di oggi pomeriggio. Esordio positivo per Jasmine Nocentini in ultima frazione, nel pomeriggio è certo l’ingresso di Benedetta Pilato nella rana. Questi i parziali: Cocconcelli 27.14, Bottazzo 29.89, Di Pietro 25.35, Nocentini 23.60.

FINALE: ITA, DEN, SWE, GBR, CZE, SLO, FIN, NED


1500 stile libero femmine

Simona Quadarella vince la prima delle due batterie con un 15.56.81 nuotato in maniera controllata e regolare. Domani, in finale, si rinnoverà lo scontro con la francese Kirpichnikova, miglior tempo della seconda batteria, e generale, in 15.36.42.

FINALE: Kirpichnikova (FRA), Kesely (HUN), Quadarella (ITA), Hanquet (BEL), Pisane (BEL), Fluck (HUN), Grangeon (FRA), Kasvio (FIN)

Foto: Fabio Cetti | Corsia4