La tappa italiana delle Para Swimming World Series prenderà il via ufficialmente domani venerdì 11 marzo, al Bella Italia EFA Village di Lignano Sabbiadoro che ospiterà l’evento fino a domenica 13 marzo.

Iscritti poco meno di 400 atleti provenienti da 38 nazioni, con le assenze forzate dell’Ucraina, che ha rinunciato a presenziare, e di Russia e Bielorussia, fermate dagli organizzatori in conformità alle indicazioni del Comitato paralimpico internazionale (IPC). Solo Berlino, nell’edizione 2022, ha contato un maggior numero di partecipanti. La rappresentativa più numerosa è naturalmente quella italiana, con 54 nuotatori, seguita dal Brasile con 41 e dal Messico con 18.

In contemporanea alle World Series si svolgeranno inoltre i Campionati assoluti invernali FINP appuntamento che fornirà ai responsabili delle diverse Squadre nazionali indicazioni utili in vista dei prossimi Campionati del Mondo che si svolgeranno a Funchal (Madeira) dal 12 al 18 giugno.

 

“Non vediamo l’ora di accogliere nuovamente atleti da tutto il mondo” dichiara il general Manager delle World Series di Lignano, il campione paralimpico Francesco Bettella “questa piscina è speciale perché consente agli atleti di accedere alle tribune. Non siamo ancora ai numeri pre pandemia ma è comunque una grande soddisfazione. Questa è una manifestazione che sta crescendo sia come numero di atleti sia come organizzazione e staff. Ringrazio tutti gli sponsor e le aziende che ci supportano e la città di Lignano e l’aeroporto di Venezia che ci offre sempre una straordinaria accoglienza”.

La competizione si svolgerà nella piscina olimpica coperta del Bella Italia EFA Village, ormai tappa fissa per le World Series, con i padroni di casa azzurri impegnati a difendere i 13 ori conquistati nell’edizione 2021.

Scenderanno in acqua le medaglie d’oro di Tokyo Antonio Fantin che proprio in questa piscina ha iniziato il suo percorso di nuotatore. Simone Barlaam, Francesco Bocciardo, Carlotta Gilli, Stefano Raimondi, Giulia Terzi.

Fra gli stranieri saranno presenti i medagliati olimpici Phelipe Rodrigues (BRA), Talisson Glock (BRA), Nelson Crispin (COL), Mark Malyar (ISR) e Liesette Bruinsma (NED).

Il programma, le start list e i risultati saranno disponibili in tempo reale e la manifestazione sarà diffusa in diretta streaming grazie alla collaborazione del sito Natatoria, QUI i link allo streaming di tutte le sessioni.

Per chi ne ha la possibilità sarà certamente più coinvolgente assistere alle gare dalle tribune della piscina olimpica: duecento posti con ingresso gratuito che possono essere prenotati sul sito ufficiale World Series Italia.
Per accedere alla piscina sarà naturalmente necessario esibire il Green pass rafforzato o certificazione equivalente e indossare mascherina FFP2 o superiore.

Fatti di nuoto Weekly: Elogio primaverile a Summer McIntosh

La primavera è una stagione straordinaria, forse la più bella. Più dell’inverno, che sa essere romantico ma anche rigido; più dell’autunno, che con i suoi colori è affascinante ma malinconico; più dell’estate, eccitante ma insopportabile nei suoi eccessi. Oggi, in...

60° Sette Colli | A Roma si comopleta la squadra Olimpica per Parigi 2024

Ci saranno tanti azzurri al via per il 60° Trofeo Sette Colli - Internazionali di nuoto, che si disputerà allo Stadio del Nuoto del Foro Italico di Roma, da venerdì 21 a domenica 23 giugno. Oltre ai prestigiosi titoli della manifestazione, in palio anche gli ultimi...

Road to Parigi, il Recap dei Trials Canadesi

In Canada sono tutti pronti! Dopo un’intensa settimana di Trials, il team della foglia d’acero ha tirato fuori i suoi alfieri che voleranno a Parigi a caccia di medaglie. Saranno in 29 a difendere i colori canadesi in quel dei Giochi, e le ambizioni sono tutt’altro...

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: i 200 farfalla

I 200 farfalla, una delle gare più dure del programma natatorio in vasca, hanno una storia olimpica abbastanza recente: i maschi si sfidano sulla distanza da Melbourne 1956 (per un totale di 17 campioni), mentre le donne da Città del Messico 1968 (14 campionesse).Il...

Fatti di nuoto Weekly: semplici problemi, semplici soluzioni

Con i Trials brasiliani alle spalle e quelli canadesi in corso (#hype McIntosh), Fatti di nuoto Weekly torna nelle vostre bacheche per tessere un filo che parte da Lia Thomas, passa da Ahmed Hafnaoui, Kristóf Milák e Michael Phelps per concludersi con Nicolò...

Raduni nazionali: velocisti a Ostia, Mezzofondisti e mististi al CPO di Livigno

Continuano i raduni per gli atleti di interesse nazionale in avvicinamento al Sette Colli: un gruppo di velocisti parteciperà a tre giorni di monitoraggio presso il Centro Federale di Ostia, mentre il Centro di Preparazione Olimpica di Livigno opsiterà una selezione...

A Lignano da lunedì 7 marzo sono in corso le procedure di classificazione degli atleti.

Per chi non ha ancora confidenza con il mondo del nuoto paralimpico, ricordiamo che gli atleti vengono suddivisi per classi:

  • S per lo stile libero, il dorso e la farfalla,
  • SB per la rana,
  • SM per i misti individuali. 

Le classi da S1 a S10, da SB1 a SB9 e da SM1 a SM10 sono riferite ad atleti con disabilità fisica.

Le classi da S11 a S13, da SB11 a SB13 e da SM11 a SM13 sono riferite ad atleti con disabilità visiva.

Le classi S14, SB14 e SM14 sono riferite ad atleti con disabilità intellettiva relazionale.

Gli atleti con minore funzionalità vengono collocati nella classe più bassa, quelli con maggiore funzionalità nelle classi più alte.

Foto: Pietro Rizzato | WPS ITA | FINP