Seconda sessione di finali dei Giochi della XXXII Olimpiade estiva. Il programma di questa notte mette in palio tre titoli individuali nei 100 farfalla e 400 stile libero femminili e nei 100 rana uomini, oltre alla staffetta 4×100 stile libero uomini. A completare la sessione le semifinali dei 100 dorso sia uomini che donne, dei 200 stile uomini e dei 100 rana doone.

#takeyoumarks #swimlovers

100 FARFALLA DONNE – FINALE

Non cade il record del mondo, ma si conferma la campionessa del mondo! Maggie MacNeil, dalla corsia 7, vince allo sprint con un arrivo migliore di tutte, in 55.59. Beffata di 5 centesimi Zhang Yufei e di 13 Emma McKeon. Torri Huske, che era in testa fino ai 90 metri, scende dal podio di 1 centesimo. Niente da fare per una stoica Sarah Sjoestroem, sesta in 56.91.

PODIO: MacNeil (55.59), Zhang (55.64) McKeon (55.72)


200 STILE LIBERO UOMINI – SEMIFINALE

Martin Malyutin vince la prima semi in 1.45.45 davanti a David Popovici, 1.45.68, e Fernando Scheffer, 1.45.71. Buona gara di Stefano Di Cola, sesto in 1.47.19.

Il tempo migliore (1.44.60) è di Duncan Scott, unico sotto l’1’45”, che precede Smith, 1.45.07, e Rapsys, 1.45.32. Stefano Ballo conferma il tempo delle batterie, 1.45.84, ma è fuori dalla finale.

FINALE: Scott, Smith, Rapsys, Dean, MAlyutin, Hwang, Popovici, Scheffer


100 RANA DONNE – SEMIFINALE

Livello non stratosferico nella prima semifinale, vinta da Lydia Jacoby, 1.05.72, seguita da Sophie Hansson, 1.05.81.

Schoenmaker batte King! Per ora è solo una semifinale, ma la regina della rana lascia il passo alla sudafricana, che vince la semi in 1.05.07 contro 1.05.40 della campionessa in carica. Martina Carraro parte un pò lenta ma rientra nel finale, ed acciuffa la qualificazione con 1.06.50.

FINALE: Schoenmaker, King, Jacoby, Hansson, Efimova, Chikunova, CARRARO, McSharry


100 RANA UOMINI – FINALE

Bronzooooo!

Gara magistrale di Nicolò Martinenghi (58.33) che si prende la medaglia olimpica nuotando sempre benissimo e tenendo la posizione senza problemi. Davanti, Adam Peaty sfugge via come al solito ed Arno Kamminga si deve accontentare dell’argento. Manca ancora l’appuntamento con le grandi occasioni Michael Andrew, quarto.

PODIO: Peaty (57.37), Kamminga (58.00), Martinenghi (58.33)


400 STILE LIBERO DONNE – FINALE

Parte forte Katie Ledecky, nel tentativo di mettere più acqua possibile tra lei e Ariarne Titmus, ma l’australiana non la lascia scappare e rimane in scia fino ai 300 metri. Il sorpasso avviene nella penultima vasca, con Titmus che inserisce la gambata e si invola verso l’oro olimpico, sfiorando il WR. Cade con onore Katie Ledecky. Per il bronzo, Li Bingjie batte Summer McIntosh.

PODIO: Titmus (3.56.69), Ledecky (3.57.36), Li (4.01.08) 


100 DORSO UOMINI – SEMIFINALI

Ryan Murphy c’è. Il campione in carica vince la prima semi in 52.24, davanti a Mitchell Larkin in 52.76. Thomas Ceccon conferma lo stato di forma ottimo e va al terzo posto con 52.78. 

Kliment Kolesnikov passeggia negli ultimi metri e si aggiudica la seconda semifinale in 52.29 davanti a Rylov, 52.91.

FINALE: Murphy, Kolesnikov, Larkin, CECCON, Rylov, Xu, Gonzalez, Glinta


100 DORSO DONNE – SEMIFINALI

Ancora un record olimpico, ancora Regan Smith, che vince in 57.86 davanti alla connazionale White, 58.46. Margherita Panziera si ferma qui con 59.75.

Kylie Masse risponde con 58.09 seguita da McKeown in 58.11. Domani sarà una gara pazzesca.

FINALE: Smith, Masse, McKeown, White, Dawson, Seebohm, Toussant, Gorbenko


4×100 SILE LIBERO UOMINI – FINALE

Dopo Atene 2004, una staffetta italiana torna sul podio olimpico, ed è ARGENTO!

Una gara spettacolare, solida come non mai: Miressi 47.72, Ceccon 47.45, Zazzeri 47.31, Frigo 47.63. Davanti c’è solo la corazzata USA, con un Dressel in difficoltà nel finale, mentre va malissimo la Russia. Terza l’Australia, grazie a Chalmers che chiude in 46.44.

PODIO: USA (3.08.97), ITALIA (3.10.11), AUSTRALIA (3.10.22) 

Foto: Fabio Cetti | Corsia4

Share and Enjoy !

Shares