I Campionati Assoluti Primaverili di Salvamento si sono tenuti dal 21 al 23 maggio presso lo Stadio del Nuoto di Riccione. La classifica generale di società è stata vinta dalla In Sport Rane Rosse (321.50 pt) davanti al Gruppo sportivo Fiamme Oro (298.50 pt) e alla Rari Nantes Torino (278.25 pt), considerando solo le società civili sale sul podio la Gorizia Nuoto (103 pt).

Nelle tre giornate di gare sono stati stabiliti bene otto record grazie a Giulia Vetrano, Simone Locchi, Andrea Dallari, Gioia Mazzi, Alessandro Marchetti e Andrea Cocianni vediamo insieme tutti i dettagli.

200 nuoto con ostacoli

La prima finale è vinta da Giulia Vetrano con il nuovo record mondiale Juniores e italiano assoluto di 2.04.32 (prec. MJ 2.06.11, RI 2.05.89), l’atleta del Centro Nuoto Nichelino che ha conquistato la Nazionale di nuoto per i prossimi EuroJunior ha preceduto le due nuotatricie della In Sport Anna Pirovano e Francesca Pasquino rispettivamente in 2.06.28 e 2.08.77.

Fra i maschi vittoria per Enzo Nardozza (CC Aniene) in 1.55.96 che precede Giovanni Caserta (Calabria Swim Race) 1.57.24 e Riccardo Cervi (Ferraranuoto) 1.57.97.

100 manichino pinne e torpedo

Bottino pieno per le Fiamme Oro che si aggiudicano la vittoria sia fra le donne con Federica Volpini in 58.32 che fra gli uomini con Andrea Niciarelli in 51.15.

Sul podio la giovane classe 2004 Masha Giordano (Athena SC Bracciano) che chiude in 59.80 precedendo Paola Lanzilotti (RN Torino) con 59.92. Mentre fra i maschi doppia medaglia per la RN Torino con Jacopo Musso (argento in 51.86 e Davide Petruzzi bronzo in 52.38.

Fatti di nuoto weekly: Professionismo, pro e contro

Bentornati su Fatti di Nuoto weekly, la rubrica del mercoledì che arriva anche in piena lotta Trials USA / Australia, più puntuale di un World Record di Kaylee McKeown. Rispondete a questa domanda: guardando le gare di Adelaide e Omaha, definireste i nuotatori...

Luca Dotto Swim Academy, la tecnica del nuoto e tanta passione

Quante volte ci è capitato di dare un’occhiata ad un’iniziativa, magari ben presentata ed organizzata, ed avere la sensazione che si tratti di un’operazione puramente commerciale? Chiariamoci subito: non c’è nulla di male nel voler ricavare un profitto da un...

Swim Stats, perchè i Trials USA definiscono il Nuoto “Olimpico”

Una volta ogni quattro anni c’è un evento che catalizza l’attenzione di tutti gli appassionati di nuoto. Una piscina viene costruita in un palazzetto dello sport, la gente fa la coda per acquistare un biglietto e godersi lo spettacolo e, per una settimana, il mondo...

ItalNuoto e Olimpiadi | Atene 2004, la prima medaglia olimpica di staffetta

Non c'è nemmeno il tempo per riprendersi dallo stupore di aver visto una ragazza di sedici anni arrivare dove quasi nessun italiano era mai arrivato, che il programma gare di Atene 2004 ci mette davanti ad un'altra finale mozzafiato. Per l'Italia, si tratta di...

Training Lab, l’Indice di Nuotata: questo sconosciuto

Ogni volta che ci si trova a discutere di tecnica del nuoto in contesti differenti e a livelli anche molto diversi le statistiche delle domande più ricorrenti che ne scaturiscono non si discostano molto dalle seguenti: Qual è la frequenza di bracciata giusta per un...

Fatti di nuoto weekly: ho visto “Ultima Gara” di Raoul Bova e…

Giovedì scorso, le mie timeline social e le chat di Whatsapp erano invase di commenti sul docufilm di Raoul Bova, Ultima Gara, trasmesso in prima serata da Canale 5 e con protagonisti l'attore romano ed i nuotatori Manuel Bortuzzo, Massimiliano Rosolino, Emiliano...

​100 percorso misto

ella prima finale di giornata vittoria per Francesca Cristetti (RN Torino) che con 1.10.06 regola Anna Pirovano 1.10.52 e Helene Giovanelli (Amici Nuoto Riva) con 1.11.26. Sesto posto ma che vale il nuovo record italiano junior per Giulia Vetrano con il crono di 1.12.72 (prec. 1.14.41).

In campo maschile vittoria netta per Francesco Ippolito (Gorizia Nuoto) che chiude in 58.75 davanti a Simone Locchi (In Sport) che realizza il nuovo record mondiale junior con 1.00.72 (prec. 1.02.01 nuotato nelle batterie che sostituiva l’1.02.12), terzo Mauro Ferro (SC Noale) in 1.01.11.

100 manichino con pinne

Finale dominata da Lucrezia Fabretti (In Sport) che chiude in 50.23 davanti a Federica Volpini e Masha Giordano rispettivamente in 53.08 e 53.19. 

Più combattutta la finale maschile con Gabriele Vestri (In sport) che la spunta su Fabio Pezzotti (Fiamme Oro) 46.62 contro 46.81, terzo Valerio Bracchi (In Sport) in 47.10.

50 trasporto manichino

Cristina Leanza (Aquatica TO) si prende l’oro con 34.87 lasciando a sei centesimi Helene Giovanelli, bronzo per Francesca Cristetti in 35.18.

Fra i maschi seconda vittoria per Francesco Ippolito che con 28.30 mette alle sue spalle Mauro Ferro 28.80 e Davide Tominec (Gorizia N) con 29.94. Quarto a soli quattro centesimi dal podio Simone Locchi che sigla il nuovo record italiano junior in 29.98 migliorando il 30.01 nuotato in batteria da Andrea Cocianni (prec. 30.37).

200 super lifesaver

Questa specialità regala ben tre primati: il primo arriva nelle batterie del mattino grazie ad Andrea Dallari che con 2.17.42 stabilisce il nuovo record della categoria ragazzi (prec. 2.17.87).

Nelle finali del pomeriggio seconda vittoria per Francesca Cristetti che con 2.22.07 precede Francesca Pasquino in 2.24 netti e Zoe Fogliuzzi (Fiamme Oro) con 2.25.42. Nella finale Youth record europeo junior per Gioia Mazzi (Accademia di Salvamento) che completa la sua prova in 2.26.21 (prec. 2.26.46).

Fra gli uomini arriva la vittoria per Andrea Niciarelli che con 2.07.12 precede Cristian Barbati (RN Torino) in 2.08.69 e Jacopo Musso con 2.09.15. Nella finale Youth protagonista Alessandro Marchetti che con 2.10.44 stabilisce il nuovo record mondiale junior (prec 2.11.58).

Share and Enjoy !

0Shares
0