Select Page

Nuoto, 52° Trofeo Settecolli – Internazionali d’Italia: road to Kazan

Il 52° Trofeo Settecolli Internazionali d’Italia, la più prestigiosa manifestazione italiana di nuoto, si svolgerà allo Stadio del Nuoto di Roma da venerdì 12 a domenica 14 giugno. Oltre al consueto appuntamento col nuoto internazionale, è previsto il primo FINA Test Event del nuoto sincronizzato misto che esordirà ai mondiali e un quadrangolare di pallanuoto a cui parteciperanno il Settebello, la Croazia (campione olimpico), l’Ungheria (campione del mondo) e gli Stati Uniti.

Ma è sul nuoto italiano che sono puntati i riflettori, perchè il Settecolli è una delle ultime prove dove poter strappare il pass mondiale per Kazan, insieme alle prossime Universiadi coreane di Gwangju (3÷14 luglio). A oggi sono 18 gli atleti che si sono qualificati per l’edizione russa grazie ai risultati ottenuti agli Assoluti di Riccione (vedi elenco a fondo pagina), ma molti atleti di punta mancano all’appello.

In primis Federica Pellegrini, ufficialmente convocata per la staffetta 4×200 stile, che non avendo disputato la gara individuale a Riccione, cercherà nella vasca romana il tempo limite, oltre a cimentarsi nei 100 stile libero e farfalla. Insegue la qualificazione anche Arianna Castiglioni nei suoi 100 rana, nuotati egregiamente a Milano con il best italiano in tessuto di 1.07.19 secondo solo al R.I. “gommato” della Scarcella, ma che non è risucita a ripetersi agli Assoluti nonostante il promettente esordio dei 50.

Si ritrovano “rimandati” al Settecolli anche Fabio Scozzoli che dopo l’infortunio e il cambio di guida tecnica cercherà di conquistare il suo posto nella staffetta mista e Gabriele Detti, ancora in forse, a causa dei malanni fisici che lo hanno colpito proprio a ridosso degli Assoluti, iscritto solo nei 200 stile libero. Mentre Luca Dotto dovrà confermare il buon stato di forma mostrato recentemente in America inseguendo la qualificazione individuale.

Sono convocate per la staffetta mista ma inseguono il pass individuale anche Ilaria Bianchi nei 100 farfalla ed Erika Ferraioli nei 100 stile libero che qui si cimenteranno anche nella distanza più breve dei 50, mentre Alessia Polieri punta sui 200 farfalla, senza tralasciare i 400 misti e portandosi 400 stile e 100 farfalla a corredo.
Stefania Pirozzi sarà impegnata nei suoi misti (200 e 400), nei 200 farfalla e alla ricerca di un posticino nei 200 stile, mentre Martina Caramignoli nuoterà i 400, 800 e 1500 stile cercando il suo miglior crono che la porti in Russia.

Fra gli uomini la 4×200 stile libero è tutta da costruire: si attendono quindi le prestazioni di Filippo Magnini e Marco Belotti, senza trascuarare la new-entry Nicolangelo Di Fabio che potrebbe tentare il colpaccio. Sspicca l’assenza di Andrea Mitchell D’Arrigo.
E poi ci sono ancora Silvia Di Pietro che disputerà 50 e 100 stile oltre ai 50 farfalla e i dorsisti che inseguiranno il pass: Arianna Barbieri (50 e 100), Niccolò Bonacchi (50), Christopher Ciccarese (100 e 200) e Luca Mencarini (200).

C’è chi invece userà il Settecolli come test di condizione, come Gregorio Paltrinieri che scenderà in acqua per i 400, 800 e 1500 stile libero, il Bomber Marco Orsi che oltre ai suoi 50 e 100 stile nuoterà i 50 farfalla e dorso, Matteo Rivolta che proverà i suoi 100 e i 50 farfalla e Simone Sabbioni che disputerà le tre gare del dorso magari cercando la qualificazione anche nel 50.

Tante le stelle internazionali presenti nella due giorni capitolina: la protagonista della rana Ruta Meilutyte (50 e 100 ra, 50 sl), l’eclettica Sarah Sjoestroem (50-100-200 sl, 50 e 100 fa), la regina della velocità Ranomy Kromowidjojo (50 fa, 100 e 200 sl) e la veterana olandese Inge Dekker (50 e 100 sl/fa).

Tutti presenti i big d’oltralpe: Camille Lacourt (50 e 100 do, 100 sl), Florent Manadou (50 fa, 50-100-200 sl), Mehdy Metella (50 do, 50 e100 sl/fa), Yannik Agnel (50-100-200-400 sl) e Fabien Gilot (50-100-200 sl e 50 fa).

Presenza d’elitè per gli atleti ungheresi che si distinguono sempre per l’intenso programma gare: Peter Bernek (200-400-800-1500 sl e 200 do), Boglarka Kapas (200-400-800-1500 sl e 200 fa), Zsuzsanna Jakabos (100 e 200 fa , 200 mx), Daniel Gyurtha (50-100-200 ra) e Gergely Gyurta (800 e 1500 sl). Assente l’iron-lady Katinka Hosszu impegnata nel circuito Mare Nostrum (Canet-Barcellona-Monaco).

Domani, mercoledì 10 giugno alle ore 12.00 a Roma si terrà la conferenza stampa di presentazione alla quale parteciperanno il presidente della FIN Paolo Barelli, il vice segretario e responsabile dell’area Sport e Preparazione Olimpica Carlo Mornati, i commissari tecnici della Nazionale di nuoto Cesare Butini, della Nazionale di pallanuoto Sandro Campagna, il tecnico federale responsabile del duo misto Roberta Farinelli e una selezione di atleti d’interesse nazionale.

START LIST ufficiale

Atleti convocati per i mondiali di Kazan
Simone Sabbioni: 100 dorso e 4×100 mista
Gregorio Paltrinieri: 800 e 1500 stile libero
Alice Mizzau: 200 e 400 stile libero, 4×200 stile libero
Marzo Orsi: 50 e 100 stile libero, 4×100 stile libero e 4×100 mista
Filippo Magnini: 4×100 stile libero
Matteo Rivolta: 100 farfalla e 4×100 mista
Federico Turrini: 400 misti
Aurora Ponselè: 1500 stile libero
Margherita Panziera: 200 dorso e 4×100 mista
Federica Pellegrini: 4×200 stile libero
Luca Dotto: 4×100 stile libero
Michele Santucci: 4×100 stile libero
Arianna Castiglioni: 50 rana e 4×100 mista
Chiara Masini Luccetti: 4×200 stile libero
Erica Musso: 4×200 stile libero
Diletta Carli: 4×200 stile libero
Ilaria Bianchi: 4×100 mista
Erika Ferraioli: 4×100 mista

Tempi limite per Kazan a pagina 11 del Regolamento FIN

(foto copertina: Fabio Cetti)

About The Author

Responsabile sezione Master, istruttore di nuoto, ex-ago di nuoto e salvamento, “Ing-mamma-atleta” Master

Ultimi Tweet

?>