Select Page

Nuoto Master, report Campionati Regionali Piemonte e Valle d’Aosta

La due giorni di Campionati Regionali Piemonte e Valle d’Aosta si è chiusa con lo spettacolo delle 4×50 mistastaffette miste, che hanno regalato a tutti i master presenti al Palazzo del Nuoto di Torino, uno spettacolo degno di questa competizione e anche di questa vasca. Per questa seconda edizione dei Regionali nel nuovo tempio del nuoto piemontese, il bilancio è sicuramente positivo per quanto riguarda l’organizzazione gara.

Molti aspetti sono stati migliorati rispetto all’anno scorso, altri ancora no, ma la strada è quella giusta. E la risposta degli atleti presenti è stata positiva. Una grossa mano l’ha data il regolamento del Circuito Supermaster di quest’anno, che ha praticamente obbligato a rendere le staffette protagoniste, “costringendo” tutte le squadre ad iscriversi in massa. E per questo ne ha beneficiato lo spettacolo, e anche le tempistiche sono state rispettate.

Chiamate veloci, poche pause tra le batteria, giusto qualche inconveniente con il tabellone segna tempi e qualche errore nella prima uscita delle classifiche on-line di sabato, ma non si sottolineano altre grosse problematiche. E tutto sommato anche la scelta di lasciare le gare lunghe con un atleta per corsia ha reso queste prove più appetibili per chi le ha scelte, mentre chi era in tribuna ha avuto tutto il tempo per pranzare con calma, soprattutto la domenica (peccato per il riscaldamento in vasca invece, che con l’inizio dei 1500 fissato alle 13.00 è stato abbastanza presto, non permettendo a chi aveva le gare nel tardo pomeriggio di provare appunto la vasca). E se dunque l’organizzazione merita una promozione, anche i risultati delle gare sono stati eccellenti. A spuntarla per l’ennesima volta nella classifica a squadre è stata la Rari Nantes Novara che conferma il suo titolo di Campione Regionale. Alle sue spalle la Safa 2000, avanti di pochi punti rispetto alla Derthona Nuoto. Andiamo a vedere adesso gara per gara i risultati migliori!

50 farfalla
In campo femminile i tempi migliori arrivano dalle M25 con Valentina Rosano (NC Torino) che tocca in 31’’01 davanti a Chiara Benzi (Safa 2000) con 31’’46. Fra gli uomini invece dominano la scena gli M30 dove troviamo Stefano Silvestri (Aquatica Torino) primo in 26’’95 davanti a Daniele Benedetto (Safa 2000) in 27’’14 e Filippo Piacentino (Aquarium Novi) in 27’’89. Quarto crono per l’M25 Andrea Nezi (NC Torino) con 28’’06 mentre è da segnalare il rientro in gara di Mauro Rodella (Aquatica Torino) che fra gli M50 chiude primo in 30’’05.

100 rana
Testa a testa per il miglior crono tra le donne: la spunta l’M25 Anna Pasero (Sisport Fiat) con il crono di 1’16’’07 davanti all’M45 Sabina Vitaloni (Derthona Nuoto) che chiude in 1’16’’88. Bene anche l’under Francesca Iannantuoni (RN Torino) che tocca in 1’18’’41 con il terzo tempo. Passando agli uomini il più veloce è l’Under Mirko Luigi Carabellese (RN Novara) che ha la meglio nella sfida a tre dell’M45 Andrea Molino (RN Torino) che tocca in 1’09’’22 e dell’M25 Luca Piccinino (Csr Granda) terzo in 1’09’’35 terzo davanti al pari categoria Andrea Ciccone (Aquatica Torino) con 1’10’’76.

400 misti
Sette presenti in questa dura prova nel settore femminile: la più veloce è l’M25 dello Swimming Club Alessandria Alessandra Argento che vince in 5’55’’97. Più numerosi gli uomini, dove troviamo il crono migliore di Alessandro Ciccone, M25 dell’Acquatica Torino, con 5’06’’09 davanti all’M35 Diego Vergari (Vivisport Uisp Fossano) con 5’19’’98 e all’M30 Andrea Lupo (Derthona Nuoto) terzo in 5’29’’52.

100 farfalla
Domina la scena tra le donne la “straniera” Daniela De Ponti, M50 del Nuoto Club Milano grazie al tempo di 1’08’’05, crono che le vale anche il record sia italiano che europeo, migliorando se stessa in Italia (precedente di gennaio 1’08”52) e strappando lo scettro in Europa alla britannica Judith Hattle che nel 2010 aveva nuotato 1’08”50. Alle sue spalle troviamo l’M35 Simona Baravalle (Vivisport Uisp Fossano) in 1’11’’23 e l’M25 Chiara Benzi con 1’11’’38. In campo maschile brilla l’M40 Alessandro Borgialli (RN Torino) che domina la scena nuotando in 57’’87. Dietro di lui bene l’M25 Manuel Del Canal (NC Torino) in 1’00’’58 e l’M30 Antonio Arcudi (Uisp Nuoto Cordenons) con 1’00’’86.

400 stile libero
L’M25 Daniela Gigantiello (Sisport Fiat) è la più veloce in questa prova tra le donne, grazie al crono di 4’41’’54. Alle sue spalle troviamo poi l’M30 Valeria Marmo (NC Torino) in 4’50’’13, l’M50 Daniela De Ponti in 4’57’’10, che anche in questo caso firma un primato Nazionale migliorando il vecchio primato di Cristina Tarantino del 2006 di 5’00”24, e l’M35 Roberta Rigault (Libertas Nuoto Chivasso) con 4’57’’74. Passando al settore maschile troviamo l’M40 Volodymyr Polikarpenko (Aquatica Torino) toccare per primo la piastra in 4’24’’07. Il più vicino è l’M45 Roberto Venier (Csr Granda) che tocca in 4’34’’25, davanti al duo di M35 composto da Andrea Cassina (RN Gerbido) terzo in 4’41’’21 e Igor Bermani (Swimming Club Alessandria) quarto con il tempo di 4’42’’44.

800 stile libero
La prima gara del pomeriggio di sabato vede l’M30 Valentina Scendrate (RN Novara) registrare il miglior crono in 10’48’’46 davanti all’M25 Valeria Thea (L’acqua di Pianeta) con 10’54’’26. Terzo crono per l’M35 della Derthona Nuoto Alessandra Fava, che ha chiuso in 10’54’’62 davanti alla compagna di squadra M30 Paola Bazzani quarta in 10’59’’01. In campo maschile dominano la scena l’M45 Roberto Venier con il tempo di 9’34’’58 davanti all’M30 Iordache Gallarato (Polisportiva Ronchiverdi) con 9’38’’78. Terzo tempo per l’altro M45 Massimo Canale (Safa 2000) con 9’47’’54.

50 dorso
Nel settore è l’M30 Diletta Lugano (Derthona Nuoto) ad imporsi grazie al tempo di 31’’38, toccando davanti alle M25 Ilaria Bichi (Aquatica Torino) che chiude con il crono 33’’24 e Ambra Agosta (Libertas Nuoto Chivasso) con 33’’86. Bene anche l’M35 Raffaella Previtera (Acquatica Torino) che tocca in 33’’87. Alto il livello in campo maschile dove il crono migliore arriva dall’M30 Antonio Arcudi bravo a nuotare in 28’’73 davanti all’M40 Luca Vassallo (RN Torino) con 28’’75 e all’M25 Mario D’Angelo (NC Torino) in 28’’85. Veloce anche l’altro M30 Daniele Rossi (Aquatica Torino), quarto in 29’’18.

200 rana
E’ ancora l’M25 Anna Pasero la più veloce nella rana grazie al tempo di 2’43’’48 davanti all’Under 25 Viktoria Hollosi (Safa 2000) che tocca in 2’50’’32. Tra gli uomini il più veloce è lo “straniero” M40 Simone Battiston (RN Legnano) che nuota in 2’26’’49 mettendo la mano davanti a tutti. Dietro di lui si piazza l’M30 Francesco Mazzei (Aquatica Torino) con 2’32’’80 e l’M35 Christian Coscia (Derthona Nuoto) con 2’35’’02.

100 misti
E’ questa l’ultima gara individuale di giornata: tra le donne la migliore è l’M25 Giorgia Biano (Safa 2000) che chiude in 1’13’’28 davanti alla pari categoria Aurora Gibelli (Aquatica Torino) con 1’14’’52 e all’Under Carlotta Fontana (NC Torino) ferma sull’1’15’’63. Bene anche l’M30 Sara Malaguti (Libertas Nuoto Chivasso) quarta con il tempo di 1’16’’74. Fra gli uomini invece il primo a toccare la piastra è l’M25 Alessio De Stefani (NC Torino) grazie al crono di 58’’49 davanti all’M35 Marco Bellino (RN Torino) che chiude in 1’02’’66 e all’Under Pietro Bottino (Safa 2000) con 1’02’’80.

4×50 stile libero
Donne: le più veloci sono le quattro della Safa 2000 categoria M100-119 (Manenti-Benzi-Biano-La Porta) che toccano in 1’55’’24 davanti al quartetto M120-159 dell’Aquatica (Gibelli-Previtera-Bertello-Bichi) con 1’57’’84 e a quello del Derthona, sempre M120-159 composto da Vitaloni, Lugano V., Fava, Lugano D., che ha chiuso in 1’58’’23.
Uomini: la prova più veloce è del quartetto più giovane, M100-119, del Nuoto Club Torino che con De Stefani, D’Angelo, De Canal, Nezi nuota in 1’38’’86 davanti ai quattro della Rari Nantes Torino categoria M160-199 (Pellegrini-Borgialli-Facci-Cornelio) che nuotano in 1’40’’15. Terzo crono per il team M100-119 della Safa 2000 che con Capovilla, Platter, Benedetto, Santamaria chiude in 1’41’’28.

4×50 mistaffetta stile libero
Testa a testa fra due squadre M100-119: il Nuoto Club Torino (De Stefani, Nezi, Rosano, Aroasio) che tocca in 1’47’’01 e Safa 2000 (Capovilla, Santamaria, Manenti, Benzi) che chiude seconda in 1’47’’21. Terza piazza per i quattro M120-159 dell’Aquatica Torino Ostellino, Silvestri, Bichi, Previtera che toccano in 1’49’’01 poco meno di un secondo in meno della Safa 2000, anche loro M120-159, di Platter, Benedetto, Biano, La Porta che ha nuotato in 1’49’’98.

50 rana
La prova veloce della rana apre la seconda giornata di gare. In campo femminile il duello è tra le atlete della Derthona Nuoto Francesca Frattini, M25 che nuota in 35’’10 e Sabina Vitaloni, M45 che chiude in 35’’27. In campo maschile c’era l’atteso debutto fra i Master dell’ex Nazionale Loris Facci ( M30 della RN Torino) che non ha deluso le attese ottenendo il miglior crono in 29’’97 davanti all’M25 Luca Piccinino che ha chiuso in 31’’42 e all’Under Andrea Fonsato (Safa 2000) con 32’’07. Bene anche l’M40 Fabio Mancin (RN Gerbido) con 32’’62.

200 dorso
Tra le poche presenti nel settore femminile è l’M25 Elisa Avondo (Polisportiva Ronchiverdi) ad avere la meglio su tutte grazie al crono di 2’43’’81. Alle sue spalle si piazza l’M45 Maria Elena Rossi (Aquatica Torino) in 2’47’’73. Fra gli uomini invece a spuntarla è l’Under Raffaele Rosaia (RN Novara) che tocca in 2’17’’87 davanti all’M40 Emiliano Assandri (Derthona Nuoto) con 2’19’’90.

100 stile libero
L’M25 Federica Manenti (Safa 2000) è la donna più veloce in questa prova grazie al crono di 1’00’’64. Alle sue spalle troviamo l’Under Francesca Iannantuoni con 1’03’’20 e l’M40 Valeria Vanzetti (Aquatica Torino) con 1’03’’73. Passando agli uomini si prendono la scena gli M25 Stefano Capovilla (Safa 2000) che tocca davanti a tutti in 53’’10 e Davide Febbraro (RN Torino) secondo in 53’’37. Terzo crono per l’Under Alberto Sobrero (Sisport Fiat) in 55’’58 ma forte vanno anche l’M45 Riccardo Cornelio (RN Torino) grazie al crono di 56’’21 e il compagno di squadra M40 Michele Pellegrini con 56’’56.

200 farfalla
Tra le quattro donne presenti la migliore è l’M25 Chiara Risso (RN Novara) con 3’13’’51 mentre fra gli uomini il più veloce è l’M25 Alessandro Foglio (Derthona Nuoto) che chiude in 2’14’’06 davanti al pari categoria Luca Santamaria (Safa 2000) secondo in 2’30’’60.

200 misti
In questa prova è ancora l’M25 Francesca Frattini la più veloce, grazie al crono di 2’31’’57. Alle sue spalle l’Under Viktoria Hollosi con 2’35’’83 e l’M35 Simona Baravalle in 2’37’’55. Per gli uomini, testa a testa fra gli Under Pietro Bottino che tocca in 2’17’’21 e Raffaele Rosaia che si ferma sul 2’17’’45. Terzo crono per l’M25 Alessandro Ciccone in 2’24’’02 che chiude davanti all’M35 Christian Coscia che nuota in 2’26’’31.

1500 stile libero
La gara più lunga dei Campionati Regionali vede il miglior tempo femminile arrivare da parte dell’M35 Valentina Lugano (Derthona Nuoto) che ferma il cronometro sul 19’35’’02 davanti alla pari categoria Roberta Rigault brava in 20’04’’64, mentre il terzo tempo è dell’M45 Raffaella Aimone con 21’40’’43. Tra gli uomini il tempo più basso è dell’M40 Volodymyr Polikarpenko che chiude in 17’23’’00 davanti all’Under Federico Torti (RN Novara) in 17’52’’45 e all’M30 Luca Motto Ros (Nuotatori Canavesani) che ferma il tempo sul 18’41’’94.

50 stile libero
Tra le donne l’M40 Valeria Vanzetti è la più veloce grazie al tempo di 28’’76 davanti al trio di M25 composto da Ilaria Bichi (29’’31), Giulia La Porta ( Safa 2000 con 29’’50) e Valentina Rosano (NC Torino in 29’’55). Nel settore maschile è invece l’M35 della Derthona Nuoto Michele Galvagno il più veloce con il crono di 24’’27 seguito dagli Under Alberto Sobrero con 24’’57 e Claudio Balistreri (Safa 2000) con 25’’05. Quarto crono per l’M25 Andrea Nezi in 25’’18 davanti all’M30 Riccardo Milani (Derthona Nuoto) che ha chiuso in 25’’47.

100 dorso
In questa prova cade un record italiano e arriva per mano dell’M30 della Derthona Nuoto Diletta Lugano che nuota in 1’06’’41 migliorando l’1’06’’90 che aveva nuotato nella gara di Tortona a fine 2014. Alle sue spalle si piazza l’M25 Giorgia Biano con il crono di 1’10’’12 e l’M35 Valentina Capuzzi (Derthona Nuoto) in 1’12’’62. Fra gli uomini ha la meglio su tutti l’M25 Alessandro Foglio che tocca in 1’02’’21 davanti ai due M30 Daniele Rossi con 1’02’’97 e Paolo Platter (Safa 2000) con 1’03’’46. Quarto crono per l’M40 Emiliano Assandri in 1’03’’99.

200 stile libero
Due atlete su tutte in questa prova: sono le M25 Federica Manenti, che vince in 2’09’’69 e la pari categoria Daniela Gigantiello che tocca seconda in 2’11’’54. Terzo crono per l’Under Ilaria Facciolla (Sisport Fiat) con il tempo di 2’20’’95 davanti all’altra M25 Stefani Bertello con 2’21’’01. Fra gli uomini si ripropone la sfida vista nei 100 stile tra gli M25 Stefano Capovilla, primo in 1’59’’17 e Davide Febbraro secondo in 1’59’’19. Terzo crono per l’M45 Riccardo Cornelio che tocca in 2’03’’39 di poco meglio dell’Under Federico Torti che si ferma sul 2’05’’13.

4×50 mista
Donne: miglior crono per le quattro M100-119 della Safa 2000 (Biano-Manenti-Benzi-La Porta) che chiudono in 2’10’’66 davanti al quartetto M120-159 dell’Aquatica (Previtera-Gibelli-Bertello-Bichi) che tocca in 2’13’’44. Terzo tempo per le M100-119 della Derthona (Lugano D.-Frattini-Valenza-Bazzani) con il tempo di 2’15’’57.
Uomini: la Rari Nantes Torino M120-159 domina la scena grazie al quartetto composto da Vassallo, Facci, Borgialli, Febbraro che tocca in 1’47’’56. Alle loro spalle si piazza l’altro quartetto M120-159, quello dell’Aquatica Torino composto da Rossi, Mazzei, Silvestri, Ostellino, che chiude in 1’50’’57. Terzo crono per il Nuoto Club Torino M100 con D’Angelo, De Stefani, De Canal, Nezi.

4×50 mistaffetta mista
A spuntarla nell’ultima prova di giornata sono i quattro della Derthona Nuoto M120-159, Lugano D., Coscia, Frattini, Galvagno che toccano davanti a tutti in 1’56’’66. Dietro di loro il quartetto M100-119 del Nuoto Club Torino composto da D’Angelo, De Stefani, Rosano, Marmo secondi grazie al crono di 1’58’’68, di pochissimo davanti ai pari categoria della Safa 2000 Capovilla, Santamaria, Benzi, Manenti terzi con 1’58’’94.

Con questa prova si chiudono i Campionati Regionali e di conseguenza anche la seconda edizione del Gran Prix Piemonte e Valle d’Aosta. In attesa delle classifiche ufficiali è solo da confermare la data delle “finals” del GP, che dovrebbero essere a Tortona il 15 marzo con gare fuori classifica, premiazioni e festa finale.

About The Author

Ultimi Tweet

?>