Select Page

Pallanuoto, Europei Femminili U19, Il punto del tecnico federale

Quaranta gol in due partite, la vittoria del girone e una certezza: la qualificazione diretta ai quarti di finale. Oggi e domani il giovane Setterosa di Paolo Zizza non giocherà ma si concentrerà sul primo impegno da “dentro o fuori” che lo attende giovedì 11 settembre alle ore 19 contro la vincente del terzo ottavo di finale tra la seconda del gruppo B e la terza del gruppo D. Anche l’Olanda sarà ferma due giorni, avendo anche lei vinto il suo girone dove ha superato Ungheria e Israele. Azzurre e olandesi si alleneranno insieme già nel pomeriggio nella piscina coperta del Centro Federale di Ostia. Nella vasca scoperta, invece, proseguono le partite della terza giornata dei campionati europei under 19. In vasca le squadre dei gironi a quattro (B e D, proprio quelli che interessano l’Itala).
Il tecnico responsabile della Nazionale giovanile Paolo Zizza fa il punto al termine della prima fase. “Il primo bilancio che possiamo fare è che sotto l’aspetto mentale le ragazze hanno risposto alla grande. Sapevamo che Svizzera e Ucraina sarebbero state avversarie comode ma il rischio era proprio quello di entrare in acqua con poca concentrazione. Così non è stato. Adesso aspettiamo l’avversaria dei quarti in programma giovedì alle 19 e quello sarà già un banco di prova un po’ più impegnativo. Comincerà la fase ad eliminazione diretta e ancora di più conteranno l’attenzione e la determinazione”.
Il tecnico napoletano spiega inoltre che la squadra sfrutterà “i due giorni senza giocare per allenarsi con l’Olanda. Ciò servirà ad avere un quadro più nitido delle nostre potenzialità e di quelle delle avversarie. Già oggi pomeriggio proveremo molto le fasi di superiorità ed inferiorità numerica. Sono curioso di vedere anche come ci comportiamo nel confronto fisico”.
Sul torneo aggiunge. “Per quanto si è visto finora l’Olanda è sicuramente una delle quattro-cinque squadre favorite alla vittoria finale avendo un gruppo formato da molte ragazze del ’95 e tutte prestanti fisicamente. La Grecia è un’altra delle pretendenti alla medaglia d’oro con diverse ragazze che provengono dalla massima serie ellenica”.
Sollecitato sulla top scorer Arianna Gagnolati, autrice di 13 gol in due partire, risponde. “Ha sfruttato al meglio la sua velocità e le posizioni in attacco. Non c’è una atleta preposta a tirare più delle altre. E’ stata sicuramente la più cinica in queste prime due partite”.
Sul suo giovane Setterosa, in chiave futura, conclude. “Alcune ragazze, come Carrega, andranno a fare esperienza all’estero, soprattutto per motivi di studio, e ciò non mi preoccupa perché sarà importante per loro confrontarsi con altre realtà”.

(Fonte: Federnuoto.it)

Master Swim su Google+

About The Author

?>