Select Page

Pillole di Nuoto, flash dal mondo – Febbraio 2016

di Alessandro Foglio

Dopo i “botti” di gennaio, con il rientro alle gare di numerosi atleti e le prime conferme cronometriche di tanti big, febbraio è stato un mese più tranquillo, in attesa di  marzo e aprile che si preannunciano come i più “caldi” dell’anno. Non sono mancati i momenti da ricordare comunque nemmeno a febbraio, con le grandi prove di McEvoy, Manaudou, Hagino e tanti altri, ma anche i successi azzurri del nuoto di fondo, la sorpresa di Caeleb Dressel, il rientro della Kromowidjojo e la triste notizia della malattia della Dekker (leggi QUI). Vediamo allora tutto quello che c’è ancora da sapere sul mondo del nuoto nell’ultimo mese!

USADressel il più veloce di sempre nei 50 yard
Torna a far parlare di sé, Caeleb Dressel: dopo aver nuotato uno dei migliori tempi al mondo nei 50 stile in vasca lunga lo scorso anno, a metà febbraio, ai “Swimming and Diving Championships” in Columbia ha stampato il nuovo record Americano e USA nei 50 yard stile libero, nuotando in 18”23 dopo aver già fatto registrare un clamoroso 18”39 in batteria. Così facendo porta via a Cesar Cielo sia il record NCAA che quello USA (18”47) e a Nathan Adrian quello Americano (18”66). Inoltre Dressel ha stabilito anche il record USA (ma non NCAA che è 40.76 di Morozov) nelle 100 yard stile libero nuotati in 41.07 (19.52/21.55) battendo di un solo centesimo il precedente sempre di Adrian 41.08 (9.65/21.43).

VIDEO: 50 yard e 100 yard

USA –  Secondo tempo di sempre per Farida Osman
A Dressel risponde l’egiziana Farida Osman, che ai “2016 Womens PAC-12 Swimming Champs” ha fatto registrare nei 50 yard stile libero il secondo crono di sempre, nuotando in 21”32 e affiancando il tempo realizzato dalla statunitense Simone Manuel lo scorso anno. Davanti a loro solamente Lara Jakson che nel 2009 nuotò in 21”27.

RISULTATI  completi

USA –  D’Arrigo in forma!
Buone notizie per i colori azzurri: Andrea Mitchell D’Arrigo, che si allena e studia negli Stati Uniti ha gareggiato per i colori della sua Università, la Florida, ai campionati studenteschi americani. Per lui ottime prove nei 500 yard stile libero, nuotati in 4’13”92 (tempo che convertito a 400 metri equivalerebbe a circa un 3’49”79) dove è arrivato terzo, mentre nelle 200 yard ha chiuso quarto in 1’34”26 (convertito in 200 metri sarebbe un buon 1’48”87). L’azzurro ottiene anche il quarto posto nelle 1650 yard nuotando in 14’52”23.

Fonte Federnuoto

ArgentinaBruni d’oro, Ruffini e Vanelli sul podio
Nella prima tappa della FINA/HOSA Marathon Swimming World Cup 2016, arrivata alla decima edizione, brillano gli azzurri: in Argentina, successo per Rachele Bruni alla Patagones-Vidma dopo una bella lotta con la brasiliana Okimoto, grazie al tempo di 2ore 6’11”05. Anche i ragazzi non sono da meno, con il campione mondiale della 25 km Simone Ruffini che è secondo in 1ora 55’45”44 alle spalle dell’americano Alex Meyer (1ora 55’44”72) e davanti a Federico Vanelli, terzo in 1ora 55’47”31.

RISULTATI completi

Emirati Arabi Uniti –  Ruffini sul podio, la  Da Cunha ha la meglio sulla Bruni
Venti giorni dopo (26 febbraio) tornano in acqua i fondisti per la seconda prova della FINA/HOSA Marathon Swimming World Cup 2016. Ad Abu Dhabi gli azzurri non brillano come in Argentina ma sono comunque protagonisti: Simone Ruffini è ancora sul podio, terzo dopo una gran rimonta, con il tempo di 1ora 47’47”0 battuto al fotofinish dall’inglese Jack Burnell mentre il successo è andato nettamente al francese Marc Antoine Oliver, primo in 1ora 47’39”60. Tra le donne, vince Aurelie Muller, davanti alle brasiliana Poliana Cintra e Ana Marcela Da Cunha che esce vincente nella sfida tanto attesa con Rachele Bruni, quinta in 1ora 58’20”70.

RISULTATI completi

OlandaKromowidjojo in acqua a L’Aia
Torna in acqua in vasca lunga Ranomi Kromowidjojo, al via nei 50 stile al “The Hague Gran Prix 2016” a L’Aia. La campionessa olandese vince in 24”73 portandosi al sesto posto nella classifica mondiale annuale. Presenti in gara anche Joeri Verlinden (argento agli Europei di Budapest 2010 nei 100 farfalla) che vince i 50 farfalla in 24”37 e Sabastiaan Verschuren, primo sia nei 100 stile in 49”84 che nei 200 in 1’48”88.

RISULTATI   completi

Sud AfricaConferme per Le Clos e Van der Burgh
A Stellenbosch tornano in acqua Chad Le Clos e Cameron Van der Burgh per il “South Africa Gran Prix”. Il campione olimpico dei 200 farfalla vince questa prova in 1’56”60, poco più lento di quanto nuotato due settimane prima a Durban (1’56”42). Nei 100 stile invece tocca in 48”92,  nei 50 stile in 22”69 e nei 200 stile in 1’47”22, stavolta meglio che a Durban (1’47”54). Per Van der Burgh successo nei 50 rana con il tempo di 27”72 e nei 100 rana  con 1’01”25.

Fonte SwimSwam

Photo Courtesy: Peter H. Bick

About The Author

Responsabile sezione Master, istruttore di nuoto, ex-ago di nuoto e salvamento, “Ing-mamma-atleta” Master

Ultimi Tweet

?>