Iniziano anche per il nuoto i Mondiali di Doha.

Si parte con la 10 km olimpica donne, dove oltre alle medaglie in palio c’è la qualificazione per Parigi: le prime 13 guadagnano lo slot per  la propria nazione ai Giochi (Beck, Gubecka e Grimes  già qualificate da Fukuoka2023).

Per l’Italia in acqua Ginevra Tadeucci e Arianna Bridi.

Il campo gara è molto ventoso ed il mare (21 gradi) sembra abbastanza mosso, con la prima parte del percorso che è totalmente contro vento e la seconda che è a favore.

Dopo le prime fasi di studio, Katie Grimes si mette a fare il ritmo ed il gruppo si allunga notevolmente. Le si mettono in scia Sharon van Rowendaal e Ginevra Taddeucci, mentre rimangono più staccate Leonie Beck e Ana Marcela Cunha, con Arianna Bridi che rimane in una posizione di controllo. Impressionante la differenza di nuotata tra Grimes, ampia e potente, e Taddeucci, che invece frulla l’acqua con un ritmo ben più elevato.

Man mano che passano i giri, le migliori tendono a risalire il gruppo per mettersi in posizione di sicurezza, ed il ritmo strappato screma costantemente il plotone di testa. Le italiane sono entrambe tra le prime 15, ma insieme a loro ci sono tutte le favorite per le medaglie, che si scambiano le posizioni a turno guidate dalla monegasca Lisa Pou.

Road to Parigi | il Recap dei Trials USA

L’Australia chiama e gli USA rispondono! Tempo di Trials, I TRIALS per eccellenza quelli made in United State of America. Spettacolari come sempre, come solo gli statunitensi sanno fare, nei nove giorni di gare di Indianapolis ne abbiamo viste di ogni, sorprese,...

L’Italia trionfa alla Coppa Comen – Mediterranean Swimming Cup 2024

L'Italia si conferma ai vertici nella tre giorni della Coppa Comen – Mediterranean Swimming Cup 2024 che si è disputata a Limassol - Cipro - confermando la vittoria delle ultime stagioni (Limassol 2022 e Larissa 2023). Gli azzurrini conquistano 37 medaglie - 16 ori,...

Fatti di nuoto Weekly: cavare il sangue dalle rape

Piccola e impopolare riflessione sul nuoto contemporaneo di Fatti di nuoto Weekly.  Nello scrivere settimanalmente di nuoto, per questa rubrica e non solo, passo due terzi dell’anno a cercare le notizie più nascoste, le curiosità, gli anniversari, le piccole...

Road to Parigi, il Recap dei Trials Australiani

Anteprima dei Giochi dalla terra dei canguri! A cosa abbiamo assistito in questi sei giorni australiani? Livello fuori dal comune quello visto a Brisbane, pari ormai a quello che possiamo trovare nei Trials USA, che fanno dell’Australia la seconda potenzia mondiale...

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: gli 800 stile libero

Gli 800 stile libero donne sono stati introdotti nel programma Olimpico a Città del Messico, nel 1968, e sono rimasti gara esclusivamente femminile fino a Tokyo 2020ne, quando il CIO ha deciso di aumentare il programma della vasca parificando le gare tra i due sessi....

Fatti di nuoto Weekly: USA Olympic Trials Predictions

Se non è l’evento più importante e spettacolare del nuoto mondiale, poco ci manca. Mentre i Trials australiani sono appena iniziati, e promettono di essere altrettanto determinanti per le sorti Olimpiche, i Trials originali, quelli USA, iniziano tra pochi giorni....

Al termine del quinto giro è Sharon van Rowenadaal a strappare e il ritmo delle atlete sembra improvvisamente aumentare. Lo scatto dell’olandese costringe molte a saltare il rifornimento per non perdere il treno di quella che sembra un’azione determinante per le sorti della gara. Le italiane sono purtroppo incastrate al centro del gruppone, posizione non certo favorevole per tenere d’occhio la testa della gara. Al giro di boa, l’australiana Moesha Johnson si avvantaggia pesantemente e mette della luce tra sé e le avversarie, che rimangono come incastrate nell’angolo della virata. 

Provano a rientrare Maria de Valdes e Sharon van Rowendaal e alla boa del lato corto i distacchi tra le primissime si riducono, mentre le nostre ragazze nuotano intorno alla decima posizione. Al rettilineo finale Johnson fa partire la volata tallonata da van Rowendaal e de Valdes, ma è l’olandese a spuntarla, davanti alla spagnola e alla portoghese Angelica Andre, che beffa Johnson al tocco. Per l’Italia sentimenti contrastanti: bene Arianna Bridi, che con il suo ottovo posto agguanta la qualificazione olimpica, male Ginevra Tadeucci, solo ventiduesima.

Pass olimpici: van Rouwendaal – Olanda, De Valdes – Spagna, Andre – Portogallo, Johnson – Australia, Cunha – Brasile, Denigan – USA, Jouisse – Francia, Bridi – Italia, Pou – Monaco, Cassignol – Francia, Ebina – Giappone, Fabian – Ungheria, Martinez Guillen – Spagna.

Doha 2024 – 10 km donne

🥇 Sharon van Rowendaal 🇳🇱 1h57’26″8
🥈 Maria de Valdes 🇪🇸 +0″1
🥉 Angelica Andre 🇵🇹 +1″4
 
8 Arianna Bridi 🇮🇹 +6″4
22 Ginevra Taddeucci 🇮🇹 +54″3

Programma gare

Orario italiano (Doha +2 ore)

D1 – 3 febbraio
8.30 10 km F Bridi, Taddeucci

D2 – 4 febbraio
8.30 10 km M Acerenza, Paltrinieri

D3 – 7 febbraio  
8.30 5 km F Gabbrielleschi, Pozzobon
11.00 5 km M Acerenza, Paltrinieri

D4 – 8 febbraio
8.30 Team Event 4×1500 m –la squadra sarà definita dopo la 5km del 7 febbraio

Foto: Fabio Cetti | Corsia4