Dominate The Water: Passione per il Mare, Difesa dell’Ambiente

Dominate the Water è un circuito di gare di nuoto in acque libere ideato e promosso dal campione olimpico Gregorio Paltrinieri per l’amore dello sport e la tutela del mare:

«Il nuoto in acque libere è uno sport stupendo a tu per tu con la natura. In Italia ci sono alcune delle spiagge più belle del mondo, vanno tutelate e non ho paura d’espormi».

Da Lignano Sabbiadoro a Positano, passando per Taranto e Stintino: 4 tappe, 3 format di gara – la 3km FIN/Open, la staffetta 4x750m e il miglio – per “nuotare a fondo” e sentirsi Green.

​Domino l’acqua perché amo il mare. Domino il mare perché amo la vita.

Gregorio Paltrinieri ha preso le sue passioni – il nuoto, il mare, il fondo, la cura dell’ambiente – e le ha messe tutte insieme per condividerle. Le ha messe dentro una gara perché ama le sfide e vincere.

Dominate the Water è un festival dello sport, un inno al mare, una preghiera per l’ambiente. Un calendario di gare di fondo intorno all’Italia, promuovendo i suoi incantevoli scenari. Luoghi magnifici che devono esser protetti e per questo, per sensibilizzare l’opinione pubblica in merito alla sostenibilità ambientale, ci saranno pacchi gara realizzati dal riciclo della plastica o con materiale di recupero, bicchieri biodegradabili ai rifornimenti, pass e prodotti ecosostenibili, premi e medaglie costruiti in legno, canoe e sup al posto delle barche a motore.

Si “nuota a fondo” per salvare il mare e lo si fa in coro.

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: gli 800 stile libero

Gli 800 stile libero donne sono stati introdotti nel programma Olimpico a Città del Messico, nel 1968, e sono rimasti gara esclusivamente femminile fino a Tokyo 2020ne, quando il CIO ha deciso di aumentare il programma della vasca parificando le gare tra i due sessi....

Fatti di nuoto Weekly: USA Olympic Trials Predictions

Se non è l’evento più importante e spettacolare del nuoto mondiale, poco ci manca. Mentre i Trials australiani sono appena iniziati, e promettono di essere altrettanto determinanti per le sorti Olimpiche, i Trials originali, quelli USA, iniziano tra pochi giorni....

Curtis brilla alla Campus Aquae Swim Cup 2024, Magrassi da record

Archiviata anche la quinta edizione della Campus Aquae Swim Cup di Pavia, che si è svolta dal 7 al 9 giugno presso l’omonimo impianto lombardo. Tre giorni di gare che hanno visto impegnati gli atleti delle categorie Juniores  e Assoluti venerdì e sabato,  Esordienti...

Buona la prima per l’Olimpic Race di Napoli

La prima edizione della Olimpic Race a Napoli si è chiusa con un grandissimo successo. L'evento ha portato alla piscina Felice Scandone circa 800 atleti per un totale di oltre 2400 presenze gara. La manifestazione si è conclusa con la vittoria della squadra di casa,...

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: i 400 misti

I 400 misti sono entrati nel programma dei Giochi nella prima Olimpiade di Tokyo, quella del 1964, e da allora - a differenza dei 200 che hanno saltato due edizioni - non ne sono più usciti, rimanendo un punto fermo del programma natatorio sia per valori tecnici che...

CASC2024, al via la V edizione della Campus Aquae Swim Cup

Ha ufficialmente preso il via la V edizione della Campus Aquae Swim Cup. Il primo atto ufficiale dell’edizione 2024 è stata la conferenza stampa di presentazione che si è tenuta venerdì 6 giugno presso il Centro Sportivo Polifunzionale Universitario Campus Aquae di...
Dominate the Water è una gara in acque libere per agonisti, master e professionisti. Si nuota per due giorni con 3 format di gara per ogni età e grado di preparazione: la 3km FIN/Open, la Staffetta 4x750m e il miglio con un Village nei pressi dell’evento, musica in spiaggia e food track. Unendo la bellezza dello sport e la tutela dell’ambiente alla valorizzazione del territorio, la promozione del turismo e lo sviluppo di una nuova e necessaria green economy, prima delle gare verranno pulite le spiagge delle location con il preziosissimo coinvolgimento dei bambini delle scuole. Dopo si farà festa nel rispetto della natura, sostenendo la raccolta differenziata.

L’ideatore e promotore Gregorio Paltrinieri:

Ho scelto il mare per respirare questa libertà e nuotando, ho capito che dobbiamo proteggerlo. Così Dominate the Water nasce da una volontà di salvaguardia dell’ambiente, promuovendo il nuoto in acque libere che in Italia è ancora poco praticato. Per la natura, la sua bellezza e la nostra salute, il pianeta va salvato e da sportivo non ho paura d’espormi. Così non vedo l’ora di ripartire.

​Dominate the Water è infatti nato nel 2021 – varato a Piombino la scorsa estate, con tappa ad Alghero – e prosegue quest’anno a Lignano Sabbiadoro (30/31 luglio), Taranto (10/11 settembre), Asinara e Stintino (17/18 settembre) e Positano (24/25 settembre).

Brand leader di abbigliamento per il nuoto sportivo, Arena è sponsor tecnico di Dominate the Water e «Ne siamo molto orgogliosi, perché condividiamo pienamente il suo messaggio di sostenibilità ambientale e di sensibilizzazione dell’opinione pubblica riguardo alla protezione dell’oceano», afferma il Deputy CEO di Arena, Giuseppe Musciacchio: «Lavoriamo al fianco di Gregorio Paltrinieri da dieci anni e la nostra partnership si basa su una forte comunanza di valori. Sostenere questa sua iniziativa è stata per noi una decisione naturale. La nostra azienda si ritrova in grande sintonia con Dominate the Water anche sui temi del riciclaggio: infatti, Arena ha nella propria offerta sempre più prodotti che sfruttano materie prime riciclate».

Sarà PCUP, la startup ideatrice del bicchiere in silicone non contundente, termoisolante e resistente oltre 2000 lavaggi, a rifornire atleti e spettatori di Dominate the Water.

Il suo CEO Founder, Lorenzo Pisoni: «Mi sono formato in piscina, con l’odore del cloro nei capelli e il segno degli occhialini sul naso. Nuotando ho imparato la disciplina, la determinazione, la cura per il dettaglio e la resilienza che ogni giorno metto in campo nel portare avanti la nostra startup.
PCUP è fiera di partecipare come partner di Dominate the Water, velocizzando le code e semplificando il servizio food & beverage in tutte le tappe dell’evento. Grazie ai nostri bicchieri connessi con tecnologia IoT e all’eccezionale birra de La Orange, i partecipanti agli eventi saranno protagonisti di una pratica di riuso per non sprecare bicchieri usa e getta e per scoprire nuovi modi di interagire con gli altri e con l’organizzazione».

Foto: Fabio Cetti

Comunicato: Ufficio Stampa DAO