​Lo splendido scenario della Piscina Il Corallo di Villa San Giovanni ha ospitato in mattinata la consueta conferenza stampa di presentazione della Traversata dello Stretto.

Arrivata all’edizione numero 58, la grande classica internazionale di nuoto di fondo si disputerà domenica 31 luglio dalle 10:30 e la macchina organizzativa è ormai entrata nella fase cruciale del lavoro che sfocerà nella tanto attesa gara.

L’incontro ha visto la partecipazione del presidente del Centro Nuoto Villa Mimmo Pellegrino, insieme a Bruno Pecora. Entrambi lato organizzazione, hanno introdotto i principali temi della gara e analizzato l’ormai iconico percorso nello Stretto patrimonio dell’umanità.

Al tavolo della conferenza, per una serie di significativi interventi, hanno presenziato in molti. In particolare si sono avvicendati il presidente della FIN Calabria Alfredo Porcaro, il presidente del Consiglio di Villa San Giovanni Caterina Trecroci, il delegato allo sport della Città metropolitana di Reggio Calabria Giovanni Latella, il presidente dell’associazione Comuni dello Stretto e sindaco di Campo Calabro Sandro Repaci, il delegato allo sport del Comune di Villa San Giovanni Giuseppe Cotroneo e l’assessore al turismo, gli eventi e i rapporti internazionali del Comune di Villa San Giovanni Maria Grazia Melito.

Immancabile per il sicuro e corretto svolgimento della gara l’assistenza dell’Autorità marittima dello Stretto con il comandante Andrea Tassara, ringraziato durante la conferenza stampa dallo stesso Pellegrino. Fondamentale anche la collaborazione dei piloti dello Stretto, mentre da quest’anno si aggiunge anche il patrocinio della Pro Loco Capo Peloro, a testimonianza di un legame che riesce ad unire Calabria e Sicilia. Legambiente, anche nel 2022, cammina sempre al fianco della Traversata.

Grande classica del nuoto di fondo che si conferma ancora una volta veicolo della divulgazione, in particolare di un progetto dell’Università Federico II di Napoli portata avanti con il supporto della Lega Navale di Villa San Giovanni riguardo la produzione di energia rinnovabile tramite lo Stretto.

Particolare attenzione va rivolta all’Avis. Nel luogo d’arrivo della gara, infatti, l’associazione locale del presidente Andrea De Gregorio, insieme al Centro Nuoto Villa e Lega Navale sezione Villa San Giovanni del presidente Domenico Barresi, hanno predisposto una postazione per la raccolta fondi indirizzata alla terapia intensiva post operatoria del Grande Ospedale Metropolitano di Reggio Calabria.

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: gli 800 stile libero

Gli 800 stile libero donne sono stati introdotti nel programma Olimpico a Città del Messico, nel 1968, e sono rimasti gara esclusivamente femminile fino a Tokyo 2020ne, quando il CIO ha deciso di aumentare il programma della vasca parificando le gare tra i due sessi....

Fatti di nuoto Weekly: USA Olympic Trials Predictions

Se non è l’evento più importante e spettacolare del nuoto mondiale, poco ci manca. Mentre i Trials australiani sono appena iniziati, e promettono di essere altrettanto determinanti per le sorti Olimpiche, i Trials originali, quelli USA, iniziano tra pochi giorni....

Curtis brilla alla Campus Aquae Swim Cup 2024, Magrassi da record

Archiviata anche la quinta edizione della Campus Aquae Swim Cup di Pavia, che si è svolta dal 7 al 9 giugno presso l’omonimo impianto lombardo. Tre giorni di gare che hanno visto impegnati gli atleti delle categorie Juniores  e Assoluti venerdì e sabato,  Esordienti...

Buona la prima per l’Olimpic Race di Napoli

La prima edizione della Olimpic Race a Napoli si è chiusa con un grandissimo successo. L'evento ha portato alla piscina Felice Scandone circa 800 atleti per un totale di oltre 2400 presenze gara. La manifestazione si è conclusa con la vittoria della squadra di casa,...

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: i 400 misti

I 400 misti sono entrati nel programma dei Giochi nella prima Olimpiade di Tokyo, quella del 1964, e da allora - a differenza dei 200 che hanno saltato due edizioni - non ne sono più usciti, rimanendo un punto fermo del programma natatorio sia per valori tecnici che...

CASC2024, al via la V edizione della Campus Aquae Swim Cup

Ha ufficialmente preso il via la V edizione della Campus Aquae Swim Cup. Il primo atto ufficiale dell’edizione 2024 è stata la conferenza stampa di presentazione che si è tenuta venerdì 6 giugno presso il Centro Sportivo Polifunzionale Universitario Campus Aquae di...

Relativamente agli aspetti prettamente sportivi, siamo davanti al classico e intramontabile percorso che ormai da anni è simbolo della gara.

Si partirà alle 10:30 da Capo Peloro – Torre Faro (Sicilia), con arrivo previsto al porticciolo di Villa San Giovanni alle 11:30. Le condizioni meteo marine previste per domenica sono di normalità. Gli atleti più quotati potranno trovare una buona rotta puntando in direzione del pilone calabrese, mentre chi avrà maggiori difficoltà potrebbe quasi seguire direzione castello di Scilla. Il primo chilometro, per chi partirà forte, sarà come sempre complicato ma indicativo. Determinante anche e soprattutto la boa obbligatoria posizionata a Punta Pezzo, punto critico considerando l’angolo di 90 gradi da affrontare. Qui ci si potrà giocare una fetta importante della vittoria. Sbagliando di qualche metro, infatti, è facile incappare nella corrente di ritorno e perdere terreno.

Non mancano gli atleti di spicco, nuotatori da menzioni onorevoli ed etichettati come favoriti alla vigilia per la vittoria finale. Lo Stretto potrà come sempre riservaci delle sorprese, ma alcune figure si candidano a prendersi la scena.

Una su tutti è Pasquale Sanzullo dei GS Carabinieri, già vittorioso nel 2019, con alle spalle due medaglie d’argento ai campionati italiani di Piombino e quel cognome da grande dinastia, considerando che suo fratello Mario di Traversate ne ha vinte ben cinque. Da tenere d’occhio anche Andrea Filadelli e Nicola Roberto della Marina Militare e i tre siciliani Andrea D’Agostino dell’Aurelia, Andrea Fazio dell’Uisp Bologna e Marco Inglima di Palermo.

Tra le donne spicca la campionessa in carica della Traversata Sofie Callo delle Fiamme Oro, pronta a giocarsi il successo con Alisia Tettamanzi della Marina Militare (le due, rispettivamente prima e seconda, si sono date battaglia nella recente 2,5 chilometri di Piombino), Valeria Cutrupi dell’Aurelia e già campione nel 2016 e 2017, Federica Sirchia della Polisportiva Mimmo Ferrito e Chiara Faraci della Palermo Nuoto. Spazio anche ai giovani della Unime con Alessandro Barbaro e Angelica Irrera. Tra i master, invece, presente Mauro Gully del Centro Nuoto Villa e Anna Maria Sapuppo della Trirock.Terminata la conferenza stampa di presentazione, non resta che continuare a guardare il conto alla rovescia. Manca ormai poco al grande giorno, la Traversata dello Stretto del 31 luglio 2022 è alle porte e come sempre “Non è una gara, è un’emozione”.Staremo a vedere chi riuscirà ad aggiudicarsi il Trofeo intitolato alla memoria di Mimmo Chirico.

Ufficio Stampa Traversata dello Stretto