Ore 10.00 si aprono i Campionati Europei di Budapest in programma dal 17 al 23 maggio alla Duna Arena. 

Vediamo i risultati delle batterie di questa prima giornata, passano il turno – finale o semifinale – massimo due atleti per Nazione.

400 misti F

Le due azzurre conquistano la finale: Ilaria Cusinato è sesta con 4.40.82 e Sara Franceschi con il decimo crono di 4.44.65 in virtù della esclusione delle ungheresi Kapas e Jakabos (terza e quarta di nazione).

Primo tempo per la Hosszù con 4.37.42 seguita dalla giovane connazionale Mihalyvari – classe 2003 – con 4.38.07, in finale anche Willmott, Crevar, Corro Lorente e Vogelmann.


400 stile libero M

Obiettivo centrato per Gabriele Detti e Marco De Tullio in finale rispettivamente con terzo e quinto tempo: 3.47.56 e 3.47.81. Buon riscontro per Matteo Ciampi che realizza il decimo crono in 3.48.57.

Otto finalisti dal 3.47.23 dello svizzero Djakovic al 3.48.39 dell’estone Zirk, la battaglia per le medaglie sarà con Christiansen, Auboeck, Malyutin, Rapsys.

 

50 stile libero F

Ultimo crono valido per le semi realizzato da Silvia Di Pietro con 25.22, prima riserva Costanza Cocconcelli che chiude in 25.30. Buon esordio per Chiara Tarantino che rompe il ghiaccio in 25.53 (26ª).

Buon riscontro per l’olandese Kromowidjojo che guida le semi in 24.24 davanti a Blume e Kameneva.


50 dorso M

Semifinali centrate per Simone Sabbioni e Thomas Ceccon 11° e 12° con 25.11 e 25.14. In vetta alla classifica il fuoriclasse russo Kolesnikov con 24.23.Chiude 32° la miglior matricola azzurra -parlando di loo – Lorenzo Mora con 25.76.

Fatti di nuoto weekly: Professionismo, pro e contro

Bentornati su Fatti di Nuoto weekly, la rubrica del mercoledì che arriva anche in piena lotta Trials USA / Australia, più puntuale di un World Record di Kaylee McKeown. Rispondete a questa domanda: guardando le gare di Adelaide e Omaha, definireste i nuotatori...

Luca Dotto Swim Academy, la tecnica del nuoto e tanta passione

Quante volte ci è capitato di dare un’occhiata ad un’iniziativa, magari ben presentata ed organizzata, ed avere la sensazione che si tratti di un’operazione puramente commerciale? Chiariamoci subito: non c’è nulla di male nel voler ricavare un profitto da un...

Swim Stats, perchè i Trials USA definiscono il Nuoto “Olimpico”

Una volta ogni quattro anni c’è un evento che catalizza l’attenzione di tutti gli appassionati di nuoto. Una piscina viene costruita in un palazzetto dello sport, la gente fa la coda per acquistare un biglietto e godersi lo spettacolo e, per una settimana, il mondo...

ItalNuoto e Olimpiadi | Atene 2004, la prima medaglia olimpica di staffetta

Non c'è nemmeno il tempo per riprendersi dallo stupore di aver visto una ragazza di sedici anni arrivare dove quasi nessun italiano era mai arrivato, che il programma gare di Atene 2004 ci mette davanti ad un'altra finale mozzafiato. Per l'Italia, si tratta di...

Training Lab, l’Indice di Nuotata: questo sconosciuto

Ogni volta che ci si trova a discutere di tecnica del nuoto in contesti differenti e a livelli anche molto diversi le statistiche delle domande più ricorrenti che ne scaturiscono non si discostano molto dalle seguenti: Qual è la frequenza di bracciata giusta per un...

Fatti di nuoto weekly: ho visto “Ultima Gara” di Raoul Bova e…

Giovedì scorso, le mie timeline social e le chat di Whatsapp erano invase di commenti sul docufilm di Raoul Bova, Ultima Gara, trasmesso in prima serata da Canale 5 e con protagonisti l'attore romano ed i nuotatori Manuel Bortuzzo, Massimiliano Rosolino, Emiliano...

100 farfalla F

Passano il turno Elena Di Liddo con il sesto tempo 58.29 – con un leggero infortunio alla caviglia – e Ilaria Bianchi ottava in 58.40 con la svedese Hansson che guida la classifica in 57.06 a difendere il titolo della Sjöström.

Antonella Crispino rompe il ghiaccio chiudendo 22ª in 59.79.


100 rana M

Passano in semi Nicolò Martinenghi terzo con 58.88 e Alessandro Pinzuti settimo in 59.45. Non basta il 59.67 di Federico Poggio che chiude 11°, mentre Andrea Castello è 28° in 1.00.85.

Peaty tiene comunque la leadership con 58.26 davanti di due decimi a Shymanovich.

4×100 stile libero F

Italia in finale con il sesto tempo 3.39.91 alla ricerca del pass olimpico: Tarantino 55.95, Di Pietro 54.92, Cocconcelli 55.30 e Pellegrini 53.74.

In vasca ci saranno: Olanda, Danimarca, Gran Bretagna, Francia, Slovenia, Svezia e Ungheria.


4×100 stile libero M

Gli azzurri si prendono la finale col primo crono di 3.12.85: Miressi 47.95, Frigo 48.05, Deplano 48.87 e Zazzeri 47.98.

Sfida pomeridiana con Serbia, Gran Bretagna, Russia, Svizzera, Olanda, Grecia e Ungheria.


800 sl F

Nella finale di domani troveremo le due azzurre entrate con il primo e secondo tempo: Quadarella 8.26.73 e Caramignoli 8.31.83.

Insieme a loro in finale: Perez Blanco, Kirpichnikova, Hassler, Kesely, Egorova, De Valdes Alvarez.

Foto: Fabio Cetti | Corsia4

Share and Enjoy !

0Shares
0