Ore 10.00 si aprono i Campionati Europei di Budapest in programma dal 17 al 23 maggio alla Duna Arena. 

Vediamo i risultati delle batterie di questa prima giornata, passano il turno – finale o semifinale – massimo due atleti per Nazione.

400 misti F

Le due azzurre conquistano la finale: Ilaria Cusinato è sesta con 4.40.82 e Sara Franceschi con il decimo crono di 4.44.65 in virtù della esclusione delle ungheresi Kapas e Jakabos (terza e quarta di nazione).

Primo tempo per la Hosszù con 4.37.42 seguita dalla giovane connazionale Mihalyvari – classe 2003 – con 4.38.07, in finale anche Willmott, Crevar, Corro Lorente e Vogelmann.


400 stile libero M

Obiettivo centrato per Gabriele Detti e Marco De Tullio in finale rispettivamente con terzo e quinto tempo: 3.47.56 e 3.47.81. Buon riscontro per Matteo Ciampi che realizza il decimo crono in 3.48.57.

Otto finalisti dal 3.47.23 dello svizzero Djakovic al 3.48.39 dell’estone Zirk, la battaglia per le medaglie sarà con Christiansen, Auboeck, Malyutin, Rapsys.

 

50 stile libero F

Ultimo crono valido per le semi realizzato da Silvia Di Pietro con 25.22, prima riserva Costanza Cocconcelli che chiude in 25.30. Buon esordio per Chiara Tarantino che rompe il ghiaccio in 25.53 (26ª).

Buon riscontro per l’olandese Kromowidjojo che guida le semi in 24.24 davanti a Blume e Kameneva.


50 dorso M

Semifinali centrate per Simone Sabbioni e Thomas Ceccon 11° e 12° con 25.11 e 25.14. In vetta alla classifica il fuoriclasse russo Kolesnikov con 24.23.Chiude 32° la miglior matricola azzurra -parlando di loo – Lorenzo Mora con 25.76.

Fatti di nuoto Weekly: Elogio primaverile a Summer McIntosh

La primavera è una stagione straordinaria, forse la più bella. Più dell’inverno, che sa essere romantico ma anche rigido; più dell’autunno, che con i suoi colori è affascinante ma malinconico; più dell’estate, eccitante ma insopportabile nei suoi eccessi. Oggi, in...

60° Sette Colli | A Roma si comopleta la squadra Olimpica per Parigi 2024

Ci saranno tanti azzurri al via per il 60° Trofeo Sette Colli - Internazionali di nuoto, che si disputerà allo Stadio del Nuoto del Foro Italico di Roma, da venerdì 21 a domenica 23 giugno. Oltre ai prestigiosi titoli della manifestazione, in palio anche gli ultimi...

Road to Parigi, il Recap dei Trials Canadesi

In Canada sono tutti pronti! Dopo un’intensa settimana di Trials, il team della foglia d’acero ha tirato fuori i suoi alfieri che voleranno a Parigi a caccia di medaglie. Saranno in 29 a difendere i colori canadesi in quel dei Giochi, e le ambizioni sono tutt’altro...

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: i 200 farfalla

I 200 farfalla, una delle gare più dure del programma natatorio in vasca, hanno una storia olimpica abbastanza recente: i maschi si sfidano sulla distanza da Melbourne 1956 (per un totale di 17 campioni), mentre le donne da Città del Messico 1968 (14 campionesse).Il...

Fatti di nuoto Weekly: semplici problemi, semplici soluzioni

Con i Trials brasiliani alle spalle e quelli canadesi in corso (#hype McIntosh), Fatti di nuoto Weekly torna nelle vostre bacheche per tessere un filo che parte da Lia Thomas, passa da Ahmed Hafnaoui, Kristóf Milák e Michael Phelps per concludersi con Nicolò...

Raduni nazionali: velocisti a Ostia, Mezzofondisti e mististi al CPO di Livigno

Continuano i raduni per gli atleti di interesse nazionale in avvicinamento al Sette Colli: un gruppo di velocisti parteciperà a tre giorni di monitoraggio presso il Centro Federale di Ostia, mentre il Centro di Preparazione Olimpica di Livigno opsiterà una selezione...

100 farfalla F

Passano il turno Elena Di Liddo con il sesto tempo 58.29 – con un leggero infortunio alla caviglia – e Ilaria Bianchi ottava in 58.40 con la svedese Hansson che guida la classifica in 57.06 a difendere il titolo della Sjöström.

Antonella Crispino rompe il ghiaccio chiudendo 22ª in 59.79.


100 rana M

Passano in semi Nicolò Martinenghi terzo con 58.88 e Alessandro Pinzuti settimo in 59.45. Non basta il 59.67 di Federico Poggio che chiude 11°, mentre Andrea Castello è 28° in 1.00.85.

Peaty tiene comunque la leadership con 58.26 davanti di due decimi a Shymanovich.

4×100 stile libero F

Italia in finale con il sesto tempo 3.39.91 alla ricerca del pass olimpico: Tarantino 55.95, Di Pietro 54.92, Cocconcelli 55.30 e Pellegrini 53.74.

In vasca ci saranno: Olanda, Danimarca, Gran Bretagna, Francia, Slovenia, Svezia e Ungheria.


4×100 stile libero M

Gli azzurri si prendono la finale col primo crono di 3.12.85: Miressi 47.95, Frigo 48.05, Deplano 48.87 e Zazzeri 47.98.

Sfida pomeridiana con Serbia, Gran Bretagna, Russia, Svizzera, Olanda, Grecia e Ungheria.


800 sl F

Nella finale di domani troveremo le due azzurre entrate con il primo e secondo tempo: Quadarella 8.26.73 e Caramignoli 8.31.83.

Insieme a loro in finale: Perez Blanco, Kirpichnikova, Hassler, Kesely, Egorova, De Valdes Alvarez.

Foto: Fabio Cetti | Corsia4