Mancano due settimane all’inizio della rassegna iridata in vasca corta, la distanza giusta per iniziare a pensarci seriamente.

I ricordi di Abu Dhabi 2021 sono ancora freschi nella nostra memoria, pronti per essere richiamati e messi in una top 5. Ecco i cinque momenti che ci portiamo da Abu Dhabi 2021.

5. L’oro di Matteo Rivolta

Ma ve lo ricordate quel ragazzone un pò scontroso e spesso imbronciato che si presentava alle interviste quasi mai soddisfatto della sua prestazione?

Matteo Rivolta ha sempre avuto la stoffa da campione, una qualità intangibile che a guardarlo ti faceva dire “quello è forte” anche se poi i risultati non sempre erano sfavillanti. Sarà il cambio di guida tecnica, o il cambio di compagni di allenamento, o ancora la sua maturazione personale come uomo, ma il Matteo Rivolta che vediamo dal 2021 è un altro atleta. Rigenerato, ritrovato, in splendida forma e soprattutto centrato.

L’apice di questa sua seconda giovinezza, per ora, è stato indubbiamente l’oro di Abu Dhabi nei 100 farfalla, ottenuto davanti a Chad le Clos con una prestazione perfetta, dalle batterie fino alla finale.

4. La Crescita di Lorenzo Mora

Da super freak delle apnee a certezza della Nazionale azzurra, Lorenzo Mora ha avuto una crescita costante e continua, e in un paio di stagioni si è consolidato in una posizione di assoluto protagonista del nuoto italiano.

Abu Dhabi 2021 è stato un passaggio fondamentale, con quell’argento nei 50 dorso che testimonia la crescita intrapresa e fortificata dall’esperienza nella ISL, che ne ha esaltato le qualità di mai domo agonista.

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: i 200 misti

I 200 misti fanno parte del programma olimpico da dodici edizioni: inseriti nel 1968 sia al maschile che al femminile, hanno saltato le edizioni del 1976 e del 1980, anni nei quali si disputarono solo i 400 misti. Il club dei campioni è quindi ristretto a ventiquattro...

Fatti di nuoto Weekly: Elogio primaverile a Summer McIntosh

La primavera è una stagione straordinaria, forse la più bella. Più dell’inverno, che sa essere romantico ma anche rigido; più dell’autunno, che con i suoi colori è affascinante ma malinconico; più dell’estate, eccitante ma insopportabile nei suoi eccessi. Oggi, in...

60° Sette Colli | A Roma si comopleta la squadra Olimpica per Parigi 2024

Ci saranno tanti azzurri al via per il 60° Trofeo Sette Colli - Internazionali di nuoto, che si disputerà allo Stadio del Nuoto del Foro Italico di Roma, da venerdì 21 a domenica 23 giugno. Oltre ai prestigiosi titoli della manifestazione, in palio anche gli ultimi...

Road to Parigi, il Recap dei Trials Canadesi

In Canada sono tutti pronti! Dopo un’intensa settimana di Trials, il team della foglia d’acero ha tirato fuori i suoi alfieri che voleranno a Parigi a caccia di medaglie. Saranno in 29 a difendere i colori canadesi in quel dei Giochi, e le ambizioni sono tutt’altro...

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: i 200 farfalla

I 200 farfalla, una delle gare più dure del programma natatorio in vasca, hanno una storia olimpica abbastanza recente: i maschi si sfidano sulla distanza da Melbourne 1956 (per un totale di 17 campioni), mentre le donne da Città del Messico 1968 (14 campionesse).Il...

Fatti di nuoto Weekly: semplici problemi, semplici soluzioni

Con i Trials brasiliani alle spalle e quelli canadesi in corso (#hype McIntosh), Fatti di nuoto Weekly torna nelle vostre bacheche per tessere un filo che parte da Lia Thomas, passa da Ahmed Hafnaoui, Kristóf Milák e Michael Phelps per concludersi con Nicolò...

3. Team Canada

Maggie Mac Neil, Tessa Cheplucha, Kylie Masse, Summer McIntosh, Sydney Pickrem.  Un team femminile da urlo, meglio di chiunque altro ad Abu Dhabi 2021, dove mancava Penny Oleksiak.

Un team costruito col lavoro costante di reclutamento e aggiornamento, che ha portato a risultati eclatanti, tra i quali le 15 medaglie ed il secondo posto nel medagliere mondiale di AbuDhabi 2021.

Il Canada è una delle nazionali più hot del mondo.

2. Nicholas Santos

Classe 1980, prima partecipazione ai Mondiali datata Fukuoka 2001, più di venti medaglie internazionali, detentore del record del mondo nei 50 farfalla in vasca da 25.

Nicholas Santos è la definizione perfetta di longevità agonistica: grazie ad una cura maniacale del proprio fisico e ad un’attenzione ai dettagli fuori dal comune, è ancora lì a macinare bracciate contro chi potrebbe letteralmente essere suo figlio. Ad Abu Dhabi è ancora oro Mondiale, il terzo nei suoi 50 farfalla, più che una gara una missione di vita.

1. Alberto Razzetti, Alessandro Miressi e le occasione agguantate

Un oro mondiale è sempre un oro Mondiale, anche se mancano i migliori (sulla carta), anche se è in vasca corta. E così Razzetti e Miressi prendono al volo l’occasione di mettersi al collo un titolo iridato, che non si sa mai nella vita quanti altri treni passeranno.

Al diavolo chi tenta di sminuire, che a parlare è solo l’invidia: Razzetti ha fatto un 200 farfalla arrembante, chiuso davanti a Chad le Clos e Noè Ponti, Miressi un 100 stile dominante, da re della distanza. Anu Dhabi 2021 è soprattutto il loro Mondiale, quello della voglia di dare tutto, di non avere rimpianti e possibilmente di vincere.

See you later!

Iscriviti alla newsletter

Foto: Fabio Cetti | Corsia4