Un grande inizio per l’Italia quello del Campionato del Mondo di Funchal sull’Isola di Madeira.

La Nazionale azzurra guidata dal Direttore Tecnico Vernole non ha deluso le aspettative, in questa prima giornata al Complexo de Penteada l’Inno di Mameli ha suonato per ben sei volte, ma non solo sono arrivate anche 3 medaglie d’argento e 4 di bronzo per un totale di 13 podi che mettono l’Italia al comando del medagliere davanti a Gran Bretagna e USA.

La prima medaglia alla compagine italiana la porta la vice campionessa a Tokyo 2020, Alessia Berra (Polha Varese) nei 100 farfalla S12 nuotati in 1’07″17 nella gara combinata nuotata durante la mattina con la categoria S13, il titolo va alla brasiliana Gomes Santiago con 1’07” netti terza la spagnola Delgado Nadal (1’09″00).

Nella prima finale del pomeriggio Alberto Amodeo, argento paralimpico nei 400 stile S8 a Tokyo, si prendo lo scettro iridato della distanza con il croni di 4’27”76 precedendo di soli 8 centesimi lo statunitense Torres (4’27”84), bronzo al connazionale Griswold (4’33”36).

Nella stessa prova al femminile argento per Xenia Francesca Palazzo che chiude in 5’02”54 preceduta dall’americana Stickney (4’50”18) a completare il podio la spagnola Zudaire Borrezo (5’05”40).

Tera gara, terza medaglia, ed è del metallo più prezioso: il pluricampione ai Giochi Paralimpici di Tokyo 2020 Stefano Raimondi vince i 100 rana SB9 chiudendo in 1’07”61. Alle sue spalle il tedesco Wetekam (1’10”02) seguito dal canadese Leroux (1’11”04).

L’azzurra pluri medagliata a Tokyo, Carlotta WonderGilli si conferma regina mondiale nella finale dei 100 farfalla S13 toccando le piastre in 1’04”96 e dedicando la vittoria  alla sua famiglia presente sugli spalti portoghesi. Piazza d’onore per l’americana Pergolini (1’06”91) bronzo all’irlandese Ni Rian (1’09”05).

Vittoria spettacolo per Francesco Bocciardo, qualificato alla finale con il 2° tempo, l’azzurro nuota la vasca secca dei 50 stile libero S5 in 33”11 toccando per primo la piastra e lasciandosi alle spalle brasiliano Da Silva (33”28) e il malesiano Zulkafi (33”21).

Nei 50 rana SB3 il riscatto del Capitano Efrem Morelli (foto in copertina) che dopo il “legno” di Tokyo 2020 si prende il titolo iridato in 48”88 lasciando l’argento allo spagnolo Luque (50”79) ed il bronzo al giapponese Suzuki (51”12).

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: gli 800 stile libero

Gli 800 stile libero donne sono stati introdotti nel programma Olimpico a Città del Messico, nel 1968, e sono rimasti gara esclusivamente femminile fino a Tokyo 2020ne, quando il CIO ha deciso di aumentare il programma della vasca parificando le gare tra i due sessi....

Fatti di nuoto Weekly: USA Olympic Trials Predictions

Se non è l’evento più importante e spettacolare del nuoto mondiale, poco ci manca. Mentre i Trials australiani sono appena iniziati, e promettono di essere altrettanto determinanti per le sorti Olimpiche, i Trials originali, quelli USA, iniziano tra pochi giorni....

Curtis brilla alla Campus Aquae Swim Cup 2024, Magrassi da record

Archiviata anche la quinta edizione della Campus Aquae Swim Cup di Pavia, che si è svolta dal 7 al 9 giugno presso l’omonimo impianto lombardo. Tre giorni di gare che hanno visto impegnati gli atleti delle categorie Juniores  e Assoluti venerdì e sabato,  Esordienti...

Buona la prima per l’Olimpic Race di Napoli

La prima edizione della Olimpic Race a Napoli si è chiusa con un grandissimo successo. L'evento ha portato alla piscina Felice Scandone circa 800 atleti per un totale di oltre 2400 presenze gara. La manifestazione si è conclusa con la vittoria della squadra di casa,...

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: i 400 misti

I 400 misti sono entrati nel programma dei Giochi nella prima Olimpiade di Tokyo, quella del 1964, e da allora - a differenza dei 200 che hanno saltato due edizioni - non ne sono più usciti, rimanendo un punto fermo del programma natatorio sia per valori tecnici che...

CASC2024, al via la V edizione della Campus Aquae Swim Cup

Ha ufficialmente preso il via la V edizione della Campus Aquae Swim Cup. Il primo atto ufficiale dell’edizione 2024 è stata la conferenza stampa di presentazione che si è tenuta venerdì 6 giugno presso il Centro Sportivo Polifunzionale Universitario Campus Aquae di...

Nelle finali seguenti arrivano ​tre medaglie di bronzo, la prima è di Monica Boggioni nei 50 stile libero S5 (39”40) prova vinta dalla britannica Kearney (34″07) seguita dalla brasiliana Da Silva Neves Euzbio (37″14). La seconda porta la firma di un’emozionatissima Angela Procida nella finale diretta dei 50 rana SB2 (1’42”47) dominata dalla britannica Challis in 1’04″33 con l’argento per l’israeliana Guirenko (1’25″74). L’ultima va al collo del pluri medagliato a Tokyo, Antonio Fantin che chiude la finale dei 100 dorso S6 in 1’19”86 vinta dal croato Sinovcic (1’16″83) davanti all’argentino de Andrade (1’17″59).

Nella finale diretta dei 100 rana SB4 arriva la prima doppietta azzurra: Giulia Ghiretti e Monica Boggioni si sfidano a suon di bracciate, la parmense è prima al tocco in 1’52”01, subito alle sue spalle la Boggioni che chiude in 1’53”33; bronzo alla francese Sache (2’11”16).

L’ultima medaglia della giornata arriva dal “solito” Raimondi che nei 50 stile libero S10 non si risparmia e guadagna un bronzo (25”75). Nella stessa finale vinta dall’australiano Crothers (23″51) davanti al brasiliano Melo Rodrigues (23″76) chiude settimo Riccardo Menciotti (25”75).

Nei 50 rana SB2 rimane ai piedi del podio Emmanuele Marigliano che chiude la sua prova in 1’06″59, oro e bronzo per il Messico con Castorena (59″55) e Hernadez Hernandex (1’04″02) divisi dall’australiano Patterson (1’03″58).

Un altro quarto posto azzurro per Alessia Scortechini nei 50 stile libero S10 nuotati in 28″52 a soli quindici centesimi dal bronzo dell’australiana Greenwood e 29 dall’argento della colombiana Barrera Zapata, oro indiscusso per la canadese Rivard in 27″65.

Foto: Augusto Bizzi | FINP